• Connettiti
Serre Chevalier
Serre Chevalier

Serre Chevalier

© Frédérique Voisin-Demery
  • Trova i tuoi :
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Case vacanza
  • Auto
  • Vacanze
  • Guida di viaggio

Serre Chevalier

Da Paola Kim Simonelli Paola Kim Simonelli Capo rubrica

Guida di viaggio

Conosciuta con il nome di "Serre Che", questa rinomata stazione delle Alpi del Sud è in realtà una valle di oltre 13 chilometri che si estende dal passo del Lautaret a Briançon. La Valle di Serre Chevalier è abbastanza atipica e comprende 3 paesini (Le Monêtier les Bains, La Salle les Alpes/Villeneuve, Saint-Chaffrey/Chantemerle), 13 frazioni e una città inserita nel Patrimonio Mondiale dell'Unesco: Briançon. Più che un susseguirsi di paesini, Serre Chevalier è un comprensorio sciistico di oltre 250 chilometri molto diversificato, che offre la possibilità di sciare in mezzo ai larici, su grandi viali o su piccoli sentieri. Gli appassionati di sci di fondo troveranno tanti tracciati per questa disciplina. La percentuale d'innevamento è importante in questa stazione in quanto le piste sono all'ombra. Non si può però avere tutto! La maggior parte degli alloggi sono infatti esposti al sole, vale a dire dall'altro lato della valle. Questo spiega perché ci sia spesso una strada da attraversare per raggiungere gli impianti di risalita. Al campo di gioco di Luc Alphand non manca niente per piacere alle famiglie con spazi per principianti di facile accesso, con la mitica pista del campione per i più esperti e per gli appassionati di adrenalina, lo Snowpark, il Boardercross, il Funnycross e la Mélézonea, senza dimenticare la Gromming School per imparare a guidare un gatto delle nevi, attività originale che promette sensazioni. La gastronomia occupa un posto di prim'ordine nella stazione con numerosi chef che si sono stabiliti nella zona. Sono quindi molto diffusi i ristoranti che propongono una cucina raffinata e persino gourmet. Dal 2010 la stazione organizza originali eventi culturali come la "Neiges de culture". Percorso culturale per gli sciatori, ha lo scopo di far scoprire ai curiosi la storia delle valli attraverso divertenti giochi di piste, citazioni poetiche sulle seggiovie, aneddoti istruttivi da ascoltare nelle telecabine, ma anche una pista chiamata "perché" per i bambini. Un'altra iniziativa nata di recente: i "cols'porteurs", una squadra che guida gli sciatori in una visita dietro le quinte del comprensorio sciistico. Grandi e piccoli impareranno il funzionamento delle seggiovie, come si produce la neve, ecc. Una stazione che cerca di restare al passo coi tempi, che evolve tentando di fidelizzare una clientela comunque già garantita. L'unico aspetto negativo di questa valle è la circolazione tra i paesini che dovrebbe essere rivista (autobus ogni 20 minuti) e la mancanza di animazioni di sera.

Da vedere

Sia in estate che in inverno, una visita a Briançon vi consentirà di scoprire la Cité Vauban e le sue fortificazioni nascoste qui e là. Il Rocher Blanc, nella Valle della Guisane, è un sito straordinario che riunisce oltre 300 milioni di anni di vita della Terra su 300 metri di dislivello. Gli splendidi quadranti solari che decorano la facciata di numerosi edifici testimoniano l'importanza del sole nella regione. Il Musée de l'Art Sacré (Museo dell'Arte Sacra) situato nella cappella Saint Pierre di Monêtier, che presenta una ricchissima collezione di oggetti religiosi (sculture, ornamenti, oreficeria). Le numerose frazioncine con le loro costruzioni antiche, la loro chiesa e la loro atmosfera del sud.

Da fare

D'inverno trascorrete due ore in famiglia con un "col'porteur" che, gratuitamente, vi offrirà una visita guidata dietro le quinte del comprensorio sciistico (funzionamento degli impianti di risalita, storia della valle, produzione della neve, ecc.). La guida di un gatto delle nevi all'interno della Gromming School, certo un po' cara ma molto divertente, è da provare se vi piace guidare grossi motori! Trascorrete alcune ore alle terme "Bains de Monêtier" dove tra getti, vasche interne ed esterne, bagni turchi, saune, percorsi sonori e vasche idromassaggio il relax è garantito. Sciate, sciate e sciate!

I più

  • +  Le terme di Monêtier, le più grandi delle Alpi
  • +  Il comprensorio sciistico (250 km)
  • +  I ristoranti numerosi e di qualità
  • +  Grande città nelle vicinanze
  • +  Le manifestazioni culturali e inerenti le iniziative ambientali

I meno

  • -  Il prezzo elevato dei pacchetti
  • -  Nessuna formula in mezza pensione
  • -  Il collegamento tra i villaggi
  • -  Assenza di animazioni serali e notturne

Da pensare

Si consiglia l'automobile se volete poter andare da un paesino all'altro senza attendere 20 minuti al freddo. Se viaggiate con i bambini, occorre prenotare un posto al miniclub o all'asilo nido. Richiedete la card "carte Passe-partout" all'ufficio del turismo, che da una parte offre sconti in alcuni negozi e sulla quale vengono accreditati dei punti per ogni spesa effettuata all'interno della stazione. Tali punti vi daranno diritto a dei regali.

Da evitare

Diversamente dalla maggior parte delle stazioni sciistiche dove i generi alimentari si rivelano molto cari e dove occorre prendere dei provvedimenti prima di partire. A Serre Chevalier la vicinanza di Briançon consente di passare facilmente in una cittadina ben fornita, il che evita di rovinarsi nei minimarket.

Da degustare

I buoni ristorantini non mancano nella stazione e anche se la regione delle Hautes-Alpes non possiede numerose specialità, i cuochi pescano nelle regioni vicine alcuni piatti locali e riescono a elaborare dei gustosi piatti che sapranno sorprendere e soddisfare i palati più esigenti. Il menu Blanc preparato da alcuni ristoratori che l'ufficio del turismo riporta in un libretto, è un menu che è stato messo a punto con la manifestazione "Neiges de Culture" che dura tutto l'anno.

Da portare

Serre Chevalier non è certamente il luogo ideale per acquistare souvenir o regali. Sarà molto difficile trovare qualcosa di diverso da peluche o piatti fabbricati in Cina ma marcati "Serre Chevalier".
Francia : Scopri le città
  • Parigi Parigi, Parigi e Ile de France, Francia, Vista sulla Tour Eiffel
  • Nizza Nizza
  • Bordeaux Bordeaux
  • Strasburgo Strasburgo
  • Lione Lione
  • Marsiglia Marsiglia
Le regioni Francia
  • Provenza-Alpi-Costa Azzurra
  • Bretagna
  • Parigi e Ile de France
  • Midi-Pirenei
  • Normandia
  • Paesi della Loira
  • Nord-Pas-de-Calais
  • Corsica
  • Linguadoca-Rossiglione
  • Alvernia
  • Alsazia
  • Francia-Centro
  • Picardia
  • Poitou Charentes
  • Franca Contea
  • Lorraine
  • Aquitania
  • Rhône Alpes
  • Borgogna
  • Limousin
  • Champagne-Ardenne