• Easyviaggio, offerte viaggi
    • Voli
    • Hotel
    • Vacanze
    • Destinazioni
    • Per saperne di Più
      • Idee di viaggio
      • Campeggio
      • Itinerari di viaggio
      • Autonoleggio
      • Community
      • ComparatoreGreen
  • Connettiti

Rouen

  • Situata sulla Senna a nord di Parigi, la capitale dell'Alta Normandia è una delle più belle città francesi. Al fascino del centro storico e al prestigioso passato medievale deve il soprannome di "città dei cento campanili". Le antiche vie su cui si affacciano case a graticcio sono effettivamente ritmate da molti capolavori dell'arte gotica: la cattedrale, il palazzo di giustizia, l'abbaziale di Saint-Ouen ...
    © Sergein / 123RF
  • Il fiume divide la capitale normanna in due rive distinte. La sua intensa attività marittima, sia essa portuale o industriale, testimonia l'importanza del corso d'acqua.
    © Sergein / 123RF
  • La configurazione della città di Roeun è stata concepita per facilitare gli spostamenti. Vi sono 16 km di vie pedonali e 8 km di piste ciclabili.
    © Sergein / 123RF
  • Questa chiesa, che ricorda lo scafo di una nave a rovescio, si trova esattamente nel punto in cui Giovanna d'Arco sarebbe stata bruciata.
    © Sergein / 123RF
  • L'ingranaggio del "Gros Horloge" è stato creato nel 1389, il che lo rende uno dei più antichi meccanismi francesi.
    © Sergein / 123RF
  • Rouen è una città artistica e storica che comprende la Cattedrale di Notre-Dame, l'abbaziale di Saint-Ouen e il "Gros Horloge".
    © Sergein / 123RF
Paola Kim Simonelli
Paola Kim Simonelli Esperto della destinazione Francia

Situata sulla Senna a nord di Parigi, la capitale dell'Alta Normandia è una delle più belle città francesi. Al fascino del centro storico e al prestigioso passato medievale deve il soprannome di "città dei cento campanili". Le antiche vie su cui si affacciano case a graticcio sono effettivamente ritmate da molti capolavori dell'arte gotica: la cattedrale, il palazzo di giustizia, l'abbaziale di Saint-Ouen e soprattutto il famoso "Gros Horloge". A piazza du Vieux-Marché, il ricordo di Giovanna d'Arco, che vi subì l'estremo supplizio, è ancora molto vivo.

Rouen : cosa fare ?

La città propone un'ampia scelta di attività e divertimenti per tutte le fasce d'età. Bowling, biliardo, go-kart, paracadutismo, kayak, corsi e laboratori di cucina o disegno sono altrettante attività che si possono praticare a Rouen. La città annovera numerose infrastrutture sportive, un centro benessere, diverse piscine e centri acquatici e due piste di pattinaggio. Nei dintorni della città sono situati quattro parchi divertimenti: l'Artmazia, il Labyrinthe du Pays de Honfleur, il Labyrinthe du Pays de Rouen e il parco Woupi. È possibile anche scoprire la fauna e la flora della regione grazie ai tre parchi zoologici ubicati nelle vicinanze: il Parc Animalier de Roumare, il Parc de Cleres e il Parc de la Sauvagette. Verso fine ottobre, inizio novembre, si svolge per un mese la fiera Saint-Romain. Si tratta del primo luna park della provincia per dimensioni e il secondo, dietro alla Foire du Trône, a livello nazionale. È il più antico della Francia, la sua creazione risale infatti a più di 500 anni fa.

Stendhal aveva soprannominato Rouen "l'Atene del genere gotico", la città costituisce infatti un vero e proprio punto di riferimento per l'architettura gotica come Atene in materia di architettura classica. Victor Hugo qualificava Rouen la "Città dai cento campanili", una cifra abbastanza vicina alla realtà poiché la città contava circa cento campanili prima della Rivoluzione Francese. Sfortunatamente molti edifici sono stati distrutti durante la Seconda Guerra Mondiale, il che non ha tuttavia impedito alla città di Rouen di conservare un eccezionale patrimonio culturale, storico e architettonico. Tra i monumenti storici più importanti citiamo la Cattedrale di Notre-Dame che Claude Monet immortalò nella sua serie delle "cattedrali", l'abbaziale di Saint-Ouen, il Gros Horloge, la chiesa di St-Maclou, la Tour des Archives, nonché il famoso torrione del castello di Rouen, soprannominato "Torre Giovanna d'Arco" poiché è in questo castello che fu imprigionata e che si svolse il suo processo. Patria dell'Impressionismo, Rouen e la valle della Senna hanno attirato numerosi artisti come Monet, Gauguin, Sisley e Pissarro. Il Museo delle Belle Arti di Rouen riunisce varie opere di diversi pittori impressionisti, oltre a tele di Caravaggio, Delacroix e Velazquez. Si tratta della più importante collezione della provincia. Diversi altri musei meritano una visita, tra questi il Museo di Storia Naturale, il Museo Flaubert e di Storia della Medicina dove si trova la camera natale dello scrittore, il Museo Giovanna d'Arco, il Museo Pierre Corneille e il Museo marittimo, fluviale e portuale che ripercorre la storia del porto e dei suoi mestieri.

  • I monumenti e le case con intelaiatura a vista.
  • La città a misura d'uomo.
  • La vicinanza alla natura circostante.
  • La sporcizia delle strade, soprattutto sulla riva sinistra.
  • Pochi ristoranti e negozi aperti la domenica.
  • Il tempo grigio: Solamente 1.520 ore di sole all'anno (la media nazionale è 2000h).

Promemoria

L'Ufficio del Turismo della città di Rouen ha messo a punto il "Pass en liberté". Per 10 euro questo pass permette di ottenere, per 1 anno, fino al 50% di sconto o prezzi ridotti su oltre 200 offerte nei 70 comuni della Comunità di agglomerazione.

Da evitare

D'inverno la città di Rouen sembra assopita. Le vie grigie e il tempo piovoso rendono il soggiorno decisamente meno piacevole che in primavera o in estate.

Rouen : cosa mangiare?

Rouen e la Valle della Senna hanno saputo conservare e sviluppare le proprie specialità locali. Succo di mela, sidro, pommeau, calvados, Rouen è il paese della mela e vi propone anche di percorrere la strada dei frutti. Piccoli produttori fruttiferi e privati saranno felici di farvi gustare le loro ciliegie e prugne ai margini della strada. Allo stesso modo, le strade del formaggio, della mela e del sidro sapranno stuzzicare le vostre papille gustative. Creata nel 1935, la Festa della Pancia e della Gastronomia normanna è diventata un appuntamento imperdibile per tutti i buongustai. L'evento si svolge nel quartiere della piazza del Vecchio Mercato e della rue Rollon a Rouen il terzo week-end del mese di ottobre. Le vie vengono assalite dai produttori in abiti tradizionali normanni e i prodotti locali contadini vengono offerti in degustazione e messi in vendita.

Rouen : che cosa comprare ?

Un pacchetto di "zucchero di mela", creato nel XVI secolo. Questo "zucchero" veniva all'epoca preparato con un quarto di succo di mela e tre quarti di zucchero riscaldato a 350 gradi per poi dargli la forma di bastoncini, pastiglie o tavolette ricoperte da uno strato di zucchero. Nel XIX secolo la sua forma evolve: un bastoncino di 10 cm rappresentante il Gros-Horloge di Rouen. Oggi si aggiunge glucosio, essenza di mela e succo di limone per renderlo un dolciume perfettamente trasparente. Le maioliche sono una delle più importanti specialità artigianali della città. Vi suggeriamo due indirizzi per i vostri acquisti: la Faïencerie Augy-Carpentier (26 rue Saint-Romain) e le Faïences Saint-Romain (56 rue Saint-Romain), entrambe nel centro di Rouen.

Altrove nel mondo
: Motore di ricerca Vacanze
  • Vacanze
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Auto