Viaggi Nord-Pas-de-Calais - Guida Nord-Pas-de-Calais con Easyviaggio
  • Connettiti
  • Nord-Pas-de-Calais, Francia
    © iStockphoto.com / Wailingwailers12
  • Nord-Pas-de-Calais, Francia
    © Guy Ozenne / 123RF
1      
  • Trova i tuoi :
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Case vacanza
  • Auto
  • Vacanze
  • Guida di viaggio

Nord-Pas-de-Calais: in viaggio verso la Manica

Da Paola Kim Simonelli Paola Kim Simonelli Capo rubrica

Guida di viaggio

Regione dell'estremo settentrione francese, il Nord-Pas-de-Calais, talvolta chiamato semplicemente Nord, è una regione ricca di cultura popolare, oltre che di splendidi siti naturali: la vivace cittadina di Lille è nota per la sua vita culturale e la sua prestigiosa università. Për gli amanti dei paesaggi incontaminati lma Costa d'Opale, sul Canale della Manica, è un'esperienza da non perdere.

I consigli della redazione

Non bisogna fidarsi troppo dei luoghi comuni. Il Nord-Pas-de-Calais non è quella regione così grigia che siamo portati a immaginare.
È certo consigliabile portare con sé un ombrello durante un soggiorno nel nord, ma non è che bisogna evitare come la peste il territorio settentrionale della Francia. Anche se il clima non è sempre clemente (del resto non siamo al sud), ciò non vuol dire che piova ininterrottamente.
Siamo altresì lontani dall'immagine di una regione dove domina l'atmosfera delle miniere. Molti turisti l'hanno già capito e non esitano a dirigersi verso il Nord-Pas-de-Calais, ma la visione summenzionata relativa a questo territorio è ancora sfortunatamente ben presente.
La città di Lille, anche se si visita tutto l'anno, è preferibile visitarla in occasione del suo carnevale o durante la Grande Baderie. Durante queste manifestazioni (il carnevale di Dunkerque ne fa parte), lo spirito di convivialità, accoglienza e di festa della gente del Nord raggiunge veramente il suo apice.
Per godersi al meglio queste manifestazioni, si consiglia ai visitatori di prenotare il pernottamento in anticipo. Di anno in anno questi momenti di festa, alla base locali, attirano turisti provenienti da tutta la Francia e anche dai paesi limitrofi, per cui gli hotel sono spesso pieni in questo periodo.
La capitale delle Fiandre, situata a un'ora da Parigi, è una metà sempre più ambita dei weekend. Del resto, il patrimonio, l'atmosfera e i luoghi culturali di questa città sono molto affascinanti. Da Parigi, si consiglia di prendere il TGV e di dimenticare la propria auto per qualche giorno. Lille si visita piacevolmente a piedi e in questo modo non si pongono problemi di parcheggio.
Meno frequentate delle vicine normanne, le piccole stazioni balneari del litorale (Le Touquet, Merlimont) non hanno tuttavia meno fascino. Meno mondane, più accessibili e meno affollate, consentono di godersi il lungomare per un week-end su uno sfondo di "Belle Epoque", offrendo lunghe spiagge dove passeggiare, evitando la folla dei ricchi parigini che si ammassa a Deauville.

I più

    n.c

I meno

    n.c

Gastronomia

Il Maroilles
Si pensa che il formaggio Maroilles sia stato inventato dai monaci dell'abbazia di Maroilles nel 960. Un'ordinanza emanata intorno al 1245 stabilisce che i pastori devono lavorare il latte del proprio bestiame il 24 giugno (giorno di San Giovanni Battista) e consegnare i formaggi così ottenuti al dispensiere dell'abbazia il 1° ottobre (giorno di San Remigio). Quello che viene definito "La Meraviglia di Maroilles" fu apprezzato sia da Carlo Quinto, sia da Enrico IV e viene considerato il più fine tra i formaggi forti. Ha pasta molle, crosta liscia, viene elaborato esclusivamente con latte vaccino e può essere stagionato in cantina per quattro mesi. Nelle cantine del Thiérache (la cui atmosfera particolare dà vita a una flora unica) crescono i bacteria linens (o fermenti rossi), che modificano il sapore e l'aroma del formaggio. Nel 1955 il Maroilles ha ottenuto la Denominazione di Origine Controllata che ne autorizza la produzione esclusivamente in una parte del Thiérache (dalla circoscrizione di Avesnes, a sud, a quella di Vervins, a nord). Si può degustare caldo, nella ?flamiche?, o sotto forma di salsa per carne bianca e rossa e su pesce, ma il suo posto più adatto è sicuramente al centro di un bel vassoio di formaggi. Infatti, il motto della confraternita del Maroilles recita: "Onta su chi, senza Maroilles, pensa di avere una tavola degna".
>br/>L'indivia
L'indivia fu scoperta per caso un secolo e mezzo fa nei dintorni di Bruxelles. Fu introdotta in Francia verso il 1920 da lavoratori stagionali belgi e da allora la regione Nord-Pas-de-Calais è la prima al mondo per la sua produzione. Con un totale di 190.000 tonnellate all'anno, il Nord-Pas-de-Calais fornisce l'83% della produzione nazionale e il 50% di quella mondiale.?Le radici dell'indivia, chiamate "carote", sono coltivate in campi aperti da maggio a novembre. Dopo essere state conservate in camera frigorifera, subiscono un passaggio in atmosfera calda e umida che fa sì che producano l'indivia. Questa si può consumare cruda (in insalata) o cotta (al gratin, in un pasticcio o in una zuppa) e appare altresì in numerose ricette: indivia in padella, capesante all'indivia e al chicco d'orzo, torta con vergeoise scura (derivato della melassa) e indivia caramellata d'autunno?

L'aglio del nord
Ad Arleux, vicino a Douai, la coltivazione dell'aglio è una tradizione risalente al Medioevo.?Locon, tra Béthune e Merville, è il secondo bacino produttivo. L'aglio è seminato in inverno e raccolto ad agosto. Le teste vengono asportate e messe a essiccare qualche giorno nei campi. Dopo essere state raccolte, sono pulite e poi raccolte in trecce prima di venire appese. Subiscono quindi l'azione essiccante del fumo (fuoco di segatura di legno, di torba delle paludi e di pagliette di grano). L'aglio viene utilizzato prevalentemente come condimento ed è un ingrediente di piatti regionali quali il filetto di lucioperca scottato in padella con crema d'aglio affumicato o la zuppa d'aglio.

Le "gaufre"
Le gaufre sono una specialità condivisa dal Nord-Pas-de-Calais con il Belgio. Si trovano sotto numerose varietà: farcite, liégeoises (di Liegi, spesse e con cristalli di zucchero), gaufre bucherellate, fiamminghe o dure (piccole, rotonde e asciutte, ottenute cuocendo i "pâtons", delle palline di pasta, in una pressa "a quadratini").?La varietà di forme è uguagliata soltanto dalla moltitudine di condimenti: zucchero, cioccolato, marmellate, panna montata, sciroppo d'acero?

L'aringa
Il "Principe dei pesci" o "Pesce re", storicamente, è un alimento essenziale in Nordeuropa. Nel Medioevo, la sua assenza dai banchi era sinonimo di magra ed è stata utilizzata per lungo tempo come moneta o regalo.?A Boulogne-sur-Mer, le tecniche di trasformazione dell'aringa (a base di salatura, affumicatura ed essiccazione) sono secolari e la loro combinazione crea una gamma impressionante di prodotti:?- Aringa salata conservata in appositi barili.?- Aringa "saur" (affumicata): salata, messa in ammollo e poi affumicata.?- Aringa ?gendarme? (per via della rigidità): salata per un minimo di 9 giorni.?- Aringa "bouffi" o "craquelot": aringa piena leggermente affumicata.?- Kipper: aringa aperta, salata e leggermente affumicata.?- Le rollmops: marinate nell'aceto e servite arrotolate su rondelle di cipolla tenute insieme da uno stecchino.?- La buckling: salata per qualche ora, poi affumicata a caldo.?- La piccola aringa "pilchard" al sugo di pomodoro. Quest'abbondanza di preparazioni consente ai ristoratori di realizzare piatti quali i filetti di aringa dolce su un letto di patate, delle creme di piselli secchi all'aringa affumicata dolce o ancora le focacce di aringhe. A simboleggiare l'importanza di questo pesce in questa zona, a febbraio, in occasione del carnevale, c'è l'usanza del lancio, dal municipio sulla folla, di aringhe "kipper".

Indice di confort meteo

Scopri le previsioni meteo settimanali di Nord-Pas-de-Calais . I diversi criteri climatici utilizzati ci permettono di suggerire con precisione il miglior periodo per partire a Nord-Pas-de-Calais . Gli indici temperatura, pioggia, abbronzatura o ancora l'indice vento vi permetteranno, grazie ad un indice meteo globale, di scegliere tra le attività che più si adattano alle condizioni climatiche previste per il periodo selezionato e in tal modo, godere a pieno delle proprie vacanze a Nord-Pas-de-Calais .

maggio

  • Arras flecheStagne 60/100 Buono
  • Lille flecheStagne 59/100 Sufficiente
  • Le Touquet flecheStagne 48/100 Sufficiente
  • Calais flecheStagne 41/100 Sufficiente
Vedi tutte le località meteo

Attrazioni turistiche

Fette di maroilles, Il Maroilles, Enogastronomia, Nord-Pas-de-Calais
Il Maroilles
L'invidia , L'indivia del Nord , Francia
L'invidia
L'aglio del Nord , L'alio intrecciato , Francia
L'aglio del Nord
La  "gaufre" , Piatto di cialde , Francia
La "gaufre"
L'aringa , Aringa con cipolle , Francia
L'aringa
Facciata del Palazzo delle Belle Arti, Palazzo delle Belle Arti di Lilla, Le arti e la cultura, Nord-Pas-de-Calais
Palazzo delle Belle Arti di Lilla
Il forum delle Scienze , Francia
Il forum delle Scienze
Museo del merletto di Caudry, Le arti e la cultura, Nord-Pas-de-Calais
Museo del merletto di Caudry
Museo delle Belle Arti e del Merletto di Calais , Scultura di Rodin , Francia
Museo delle Belle Arti e del Merletto di Calais
Museo delle Belle Arti di Arras , Museo delle belle arti di Arras , Francia
Museo delle Belle Arti di Arras
La Vecchia Borsa , Il chiostro della Vecchia Borsa , Francia
La Vecchia Borsa
I Borghesi di Calais , Francia
I Borghesi di Calais
La Cittadella di Lille , Francia
La Cittadella di Lille
, Il castello di Olhain, I monumenti, Nord-Pas-de-Calais
Il castello di Olhain
La côte d'Opale , Un piccolo scorcio della costa di Opale. , Francia
La côte d'Opale
Nord-Pas-de-Calais : Da visitare