• Easyviaggio, offerte viaggi
    • Voli
    • Hotel
    • Vacanze
    • Campeggio
    • Per saperne di Più
      • Destinazioni
      • Idee di viaggio
      • Itinerari di viaggio
      • Autonoleggio
      • Community
      • ComparatoreGreen
  • Connettiti

Aix-les-Bains

  • Sorta lungo le rive del lago naturale più vasto di Francia, il lago del Bourget, Aix-les-Bains fu un luogo di villeggiatura di tendenza per l'alta società europea della fine del XIX secolo. Come suggerisce il suo nome, la fama della città è dovuta alle sue strutture termali. Tre istituti sono ancora oggi presenti a Aix-les-Bains: le Terme Nazionali, le Terme Marlioz e le moderne Terme Chevalley, aperte ...
    © Teerawat Kamnardsiri / 123RF
Paola Kim Simonelli
Paola Kim Simonelli Esperto della destinazione Francia

Sorta lungo le rive del lago naturale più vasto di Francia, il lago del Bourget, Aix-les-Bains fu un luogo di villeggiatura di tendenza per l'alta società europea della fine del XIX secolo. Come suggerisce il suo nome, la fama della città è dovuta alle sue strutture termali. Tre istituti sono ancora oggi presenti a Aix-les-Bains: le Terme Nazionali, le Terme Marlioz e le moderne Terme Chevalley, aperte nel 2000.

Ma il soggiorno ad Aix-les-Bains non si limita a un ciclo di trattamenti. Le attività nautiche offerte dalla città, situata tra il lago e le montagne, si combinano con il trekking e gli sport invernali. Oltre a poter approfittare della stazione del Mont Revard, una delle più antiche di Francia nonché famosa per le sue immense piste di sci di fondo, si possono raggiungere le più grandi stazioni della Savoia in una sola ora di tragitto. Durante l'estate, il massiccio dei Bauges e le Prealpi sono perfetti per le passeggiate, così come il "Dente del Gatto" (Dent du Chat), l'estremità meridionale del massiccio del Giura il cui versante si tuffa a strapiombo nel lago. Un ambiente ideale che permette al visitatore di trovare sempre un'attività da fare durante il soggiorno, sia d'estate che d'inverno!

Aix-les-Bains : cosa fare ?

Al di là delle cure termali (che si tratti semplicemente di un trattamento benessere oppure di cure per i disturbi otorinolaringoiatrici - una specialità delle terme locali), durante il soggiono ad Aix-les-Bains non potrete esimervi dal fare qualche puntata al Casinò Grand Cercle. Situato nel cuore della città, questo edificio imperdibile risalente al XIX secolo ospita un teatro all'italiana di 900 posti e dei fantastici mosaici che decorano il soffitto. Si tratta di uno dei casinò più importanti della Savoia nonché, senza alcun dubbio, una delle principali attrazioni della città.

Approfittando di un'uscita in barca, i più curiosi saranno attirati dal canale di Savières, all'estremità settentrionale del lago, o addiruttura dal Rodano, per coloro che decideranno di oltrepassare la chiusa. La traversata dello splendido villaggio in fiore di Chanaz offre uno strepitoso colpo d'occhio. Tuttavia, per godersi questa escursione sarà necessario disporre del tempo necessario, vale a dire un intero pomeriggio.

Non si può soggiornare ad Aix-les-Bains senza una passeggiata sull'Esplanade du Lac. Location del festival annuale Musilac, questo grande spazio può regalare una pausa relax sul prato, un momento di svago ai bambini oppure una passeggiata all'ombra dei platani.

Dal punto di vista architettonico, i più bei monumenti sono stati edificati durante la Belle Epoque, in particolare alcuni degli antichi palazzi che dominano il lago dalla cima della città o dalla collina di Tresserve. L'impronta dei romani è ben visibile anche nell'Arco di Campanus, eretto nella piazza del municipio, e all'interno delle Terme Nazionali in cui resistono alcuni resti dell'Antichità.

Fuori dalla città, il vicino massiccio dei Bauges permette di dedicarsi al trekking. Per quanto meno conosciuti rispetto a quelli dei vicini massicci della Vanoise e del Vercors, i paesaggi collinosi dei Bauges sono costellati di fienili e paesi caratteristici, ed offrono a tutta la famiglia diversi itinerari per le passeggiate.

  • Una vasta gamma di attività in tutte le stagioni
  • La vicinanza di Chambéry, capitale storica della Savoia
  • Una ricca gastronomia
  • È necessaria l'auto.

Promemoria

In estate, il costume da bagno può diventare il miglior amico dei turisti che si recano ad Aix-les-Bains, sia, ovviamente, per usufruire dei numerosi stabilimenti termali che per approfittare del lago del Bourget. Data la posizione in fondo alla vallata, il termometro schizza facilmente a luglio e ad agosto. Per trovare un po' di refrigerio, non c'è niente di meglio che noleggiare una barca a motore o un pedalò per immergersi nella costa selvaggia del lago. L'acqua è più profonda in queste zone e alcune calette scavate nella roccia del Mont du Chat si rivelano luoghi ideali per rilassarsi.

Da evitare

Evitate di dare da mangiare agli uccelli del lago! La dermatite da cercarie, detta anche "dermatite del bagnante", è un'infezione cutanea causata da micro-organismi che vivono nei laghi. Queste larve, che vivono nei fondali, risalgono in superficie alla ricerca di corpi a cui attaccarsi per nutrirsi, di solito le anatre. Nell'uomo, l'infezione che ne deriva non è grave ma provoca pruriti molto forti. Per quanto le spiagge del lago del Bourget siano regolarmente pulite per garantire la sicurezza dei bagnanti, dar da mangiare ai volatili non fa che accentuare il fenomeno.

Aix-les-Bains : cosa mangiare?

Come tutte le città della Savoia, Aix-les-Bains non manca certo di attrazioni culinarie. Salumi e formaggi la fanno da padroni nella gastronomia locale ma, per abbandonare un po' il trio raclette-tartiflette-fonduta, lasciatevi tentare dai diots savoiardi (salsiccia di maiale caratteristica della zona) cucinati al vino bianco e accompagnati dai crozet (piccola pasta a quadri). Non dimenticate di bere, con moderazione, un bel bicchiere di genepì per coronare questo abbondante pasto!

Aix-les-Bains : che cosa comprare ?

I più golosi non esiteranno un attimo a portare con sé qualche souvenir gastronomico della regione. Salame al naturale, beaufort o di cinghiale per i carnivori, un tomo dei Bauges o moelleux du Revard (impossibile trovare qualcosa di più tipico!) per le fondute di formaggio. I turisti che vorranno invece portare con sé qualche oggettino come souvenir del viaggio opteranno per il piccolo spazzacamino savoiardo, che farà il suo bell'effetto su un camino o un mobile in legno.

Altrove nel mondo
Rhône Alpes : Motore di ricerca Vacanze
  • Vacanze
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Auto