• Estonia
    © Sean Pavone / 123RF
  • Estonia
    © Anna Grigorjeva / 123RF
1      
  • Trova i tuoi :
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Case vacanza
  • Auto
  • Vacanze
  • Guida di viaggio

Viaggio in Estonia, fra centri termali e birre

Da Paola Kim Simonelli Paola Kim Simonelli Capo rubrica Profilo
É uno fra i più piccoli stati d'Europa. Poco conosciuto e nascosto agli estremi confini nord-orientali dell'Unione Europea, incastonato tra Mare del Nord, Russia, e Lettonia esiste un Paese da fiaba, animato da leggende nordiche e pragmaticità protestante. Benvenuti in Estonia dove il mondo russo si fonde con quello europeo!

Guida di viaggio

L'Estonia è un Paese sicuramente poco conosciuto, ma che sta procedendo a ritmi serrati verso un futuro luminoso. É stata la prima fra le Repubbliche Baltiche ad adottare l'euro come moneta ufficiale. Ha un basso debito pubblico ed è all'avanguardia per quanto riguarda le nuove tecnologie, e soprattutto internet, tanto da essere rinominata e-Stonia. Qui, infatti, ha sede il Centro di difesa dagli attacchi cibernetici della NATO ed è stato inventato il celeberrimo Skype, con cui tutti conversiamo con amici e parenti.

Anche se è catalogata come Paese Baltico, l'Estonia ha poco da spartire con Lettonia e Lituania (se non lo sfortunato passato zarista e comunista), in quanto la sua lingua e la sua cultura sono molto più simili a quelle finlandesi, essendo un Paese di matrice ugro-finnica. Inoltre questo Paese baltico è un crocevia strategico perché intercetta tutte le più importanti rotte dell'area, e ne beneficia, essendo una nazione poco costosa, ma con un alto livello di qualità nella produzione di servizi, attirando così numerosi capitali, soprattutto dai Paesi Scandinavi.

DaI punto di vista naturalistico, i paesaggi dell'Estonia sono variegati tanto quanto gli uccelli e gli animali che li popolano. Le differenti sensazioni che le quattro stagioni suscitano, presentano il Paese sotto una luce sempre nuova, rendendo il turismo naturalistico un'eccitante prospettiva in ogni periodo dell'anno. L'Estonia occidentale è un paradiso per gli amanti del birdwatching, in autunno e in primavera: la zona è un luogo di sosta fondamentale per i milioni di uccelli migratori che vi transitano durante il loro lungo viaggio. In primavera, l'acqua alta non solo trasforma i paesaggi carsici del Paese, ma anche quelli del Parco Nazionale di Soomaa. Questa famosa e peculiare "quinta stagione" attira visitatori da tutto il mondo. L'estate è il periodo perfetto per praticare un po' di escursionismo nelle foreste o per la pesca, il turismo acquatico e il nuoto, tanto nelle acque marine quanto in quelle interne del Paese. Si può, infatti, esplorare i crateri meteoritici, godere delle notti bianche e visitare le famose isole, ricoperte da ginepri. Per trascorrere la notte, si può scegliere di essere ospiti in una capanna del Centro per la Gestione del Patrimonio Forestale Nazionale, o invece, di campeggiare liberamente. Il tappeto di neve che ricopre il Paese d'inverno è la location ideale se si vogliono vedere gli animali selvaggi, come un'alce maestosa, che è più facile da individuare sullo sfondo bianco della stagione invernale. Il periodo freddo è l'ideale, anche, per andare in slitta, pattinare sul ghiaccio e sciare. Con l'arrivo del primo grande freddo, vale la pena visitare le cascate per ammirare le sculture di ghiaccio che vi si formano, creando forme naturali mozzafiato!

I consigli della redazione

L'Estonia è da secoli una destinazione rinomata per le vacanze benessere: i luoghi di villeggiatura balneare vantano una storia antica di 200 anni, mentre la tradizione della sauna ha avuto inizio ben 800 or sono! Le località di villeggiatura sono storicamente posti dove l'utile si unisce al dilettevole: si va a ritemprare la salute e a godersi i divertimenti, la compagnia e gli eventi culturali. In Estonia ci sono diversi luoghi di villeggiatura dalle lunghe tradizioni, dove viene offerta una gamma di servizi che va dalle attività rilassanti fino alle cure mediche.

Le sei spiagge pubbliche, le SPA, i club sportivi di Tallinn a due passi dalla Città vecchia medievale ed al moderno centro cittadino tipico di una capitale europea, sono un'ottima possibilità di unire una vacanza salute con attività di ogni genere.

Con le sue case in legno e le passeggiate lungo il mare, Haapsalu è un luogo di altri tempi. Lo stile elegante ed i ritmi tranquilli della città contribuiscono, soprattutto d'inverno, a rilassare anche le persone più stressate. A chi cerca una vacanza salute, Haapsalu offre antiche tradizioni nelle cure con i fanghi e i caffè caratteristici dove passare il tempo spensieratamente, tra belle spiagge ed eventi culturali.

Parnu affascina il turista salutista tutto l'anno con la sua lunga spiaggia sabbiosa. Durante la stagione estiva, quando Parnu sofggia il titolo di "capitale dell'estate", ci si può rilassare sulla spiaggia dopo una notte ricca di avvenimenti culturali e divertimenti. In inverno sono le SPA ad offrire un ambiente piacevole per temprarsi anche nuotando in piscine all'aperto.

Kuressaare è un luogo eccezionale per rilassarsi sia nelle SPA che in spiaggia. In estate, quando aumenta l'arrivo di turisti, vale la pena fare un' escursione nella natura a Hiiumaa. Negli inverni particolarmente si può provare il brivido di raggiungere l'isola in macchina, sopra il mare ghiacciato. Le brevi distanze facilitano l'esplorazione della natura e dei villaggi costieri nelle regioni di Saaremaa e di Kuressaare, dove si svolgono numerosi eventi culturali, compresi gli annuali giorni dell'opera a Saaremaa.

Narva-Joesuu è anche conosciuta come la Riviera dei Paesi nordici. Qui si trova la più lunga spiaggia del Paese con la sua sabbia fine contornata da un particolare bosco di pini, diversi parchi incontaminati e la vita tradizionaledi una piccola cittadina. Si può scegliere tra una caratteristica SPA curativa e un moderno albergo SPA, dove specialisti della salute si prendono cura delle esigenze dei loro clienti. Varska è una piccola cittadina, famosa per la sua acqua minerale e i fanghi curativi. Mescolato con l'acqua minerale, il fango di Varska libera un estrogeno o ormone femminile unico al mondo, che ringiovanisce la pelle: si può godere di questi particolari trattamenti solamente nella SPA di Varska. Inoltre, in questa cittadina è possibile conoscere i particolari usi e costumi e la cultura di Seto.

In tutti i luoghi di villeggiatura e all'interno delle spa estoni, vi verranno offerti, oltre alle vacanze salute, anche trattamenti di bellezza, la cui ampia gamma e alto livello sono conosciuti anche all'estero. Quando la pelle del viso è coccolata con il sale, il mal di schiena curato con i massaggi e le articolazioni temprate con la cura del freddo, non resta altro che concedersi una nuova pettinatura o una particolare manicure per uscire la sera, andare a un concerto o cenare in un ristorante.

Tallin mantiene intatto il fascino di città medievale grazie ad una sapiente opera di ristrutturazione delle sue bellezze artistiche. La città si affaccia sul Golfo di Finlandia ed è dominata da Toompea, la collina che ha dato i natali al primo nucleo urbano. Al di sotto, la All-linn, la città bassa, uno dei centri storici meglio conservati in Europa, è Patrimonio Mondiale dell'UNESCO, sin dal 1997. La capitale estone è stata Capitale Europea della Cultura nel 2011 e si sta facendo conoscere sempre di più all'estero e attrae ogni anno sempre più visitatori.

I più

  • +Le località culturali non sono ancora invase dai turisti.
  • +La natura è costituita da foreste e da laghi largamente preservati.
  • +Saaremaa, l'isola spa.

I meno

  • -Il clima è poco favorevole alla balneazione.
  • -Fuori dalle grandi città le infrastrutture alberghiere sono ancora poco numerose.

Gastronomia

Anche se in Estonia si mangia molta carne, la sostenibilità ambientale occupa un posto d'onore nella vita degli Estoni, e di conseguenza, si guarda al mangiare sano e bio. I vegetariani e i vegan, pertanto, sono in crescita costante e i ristoranti si stanno velocemente adeguando, stesso dicasi per ciò che riguarda i prodotti biologici. Se invece preferite cucinare da soli, non avrete difficoltà a trovare ottimi prodotti nei mercati locali e nei sempre più numerosi negozi bio. Le specialità bio sono i finferli estoni. Essi sono dei fungo deliziosi tipici delle foreste, che si possono trovare ovunque, freschi, e ad un prezzo modico.

Il pane nero è tipico estone e si può trovare ovunque fresco e artigianale, specialmente se prodotto nelle tante aziende agricole biologiche del Paese. Il legno di ontano conferisce ai prodotti un odore particolare, ideale per l'affumicature di carne e pesce. In particolare viene utilizzata questa tecnica per prosciutti e salsicce.

I prodotti caseari estoni sono molto rinomati. Infatti, si può scegliere tra formaggi, ricotte, yogurt, panna acida e barrette di ricotta ricoperte di cioccolato chiamate "kohuke". Alcuni supermercati vendono anche latte fresco non pastorizzato. I formaggi preferiti dagli Estoni sono solitamente naturali, freschi di cagliata, oppure affumicati, dai sapori forti.

I buoni vecchi crauti e il sanguinaccio costituiscono la base di ogni cena natalizia in Estonia. Il cavolo fermentato, soffice e sugoso si accompagna perfettamente ai sanguinacci speziati, accompagnati con marmellata di mirtillo rosso. Kama è il nome del dessert. Questo piatto dolce e nutriente, fatto di segale, orzo e piselli secchi e macinati, viene accompagnato con latte fermentato.

L'Estonia ha una lunga tradizione in fatto di alcolici. Il più importante liquore estone è il Vana Tallinn. Creato negli anni Sessanta, ha una base di rum e una quantità di aromi che includono agrumi, cannella e vaniglia. Se si è in cerca di souvenir, questo è uno tra i più gettonati. Non a caso, ha vinto molti premi internazionali! Se si apprezza la vodka, è da sapersi che in Estonia se ne produce fin dal XVIII° secolo (ma di alcol distillato si parlava già nel lontano 1485), e che addirittura il 90% dei manieri disponesse di una propria distilleria. Viru Valge è il brand di vodka più noto, ed è prodotto in numerose versioni, anche aromatizzate. Moe vodka 1886 è invece la più antica e ricercata in circolazione, fu prodotta per la prima volta dal farmacista Jakob Kurberg nel 1887. Se si è alla ricerca di qualcosa di più esotico, sicuramente il Kannu Kukk può fare al caso vostro: 45 per cento di gradazione alcolica e dotato di un forte aroma al cumino inserito in una bottiglia assai retrò. Se si vuole il top della gamma la risposta è il millimallikas (medusa), un cocktail atomico che trovate solo al Valli Bar a Tallinn. La ricettta, ovviamente, è segretissima.

I microbirrifici estoni sono sempre più numerosi, sempre più innovativi e sempre più attenti alla qualità. Eccoli: Ollenaut, Pohjala, Vormsi, Lehe. Non passa giorni che sugli scaffali dei supermercati non si noti un'etichetta nuova, e stesso dicasi nelle birrerie e nei pub di tutta l'Estonia. Inoltre, si possono trovare numerosi ristoranti con annesso birrificio artigianale, tra cui Leib Resto ja Aed, Moon, Pohjaka e Alexander. La tradizione della birra in questo Paese arriva da molto lontano, e birrifici come Saku e A. Le Coq. spillano dorate bollicine sin dai primi dell'Ottocento. Sempre a Tallinn, nell'antica cantina Luscher & Matiesen, si trova il Museo della Cultura del Bere, dove è garantita un'interessantissima esperienza sensoriale.

Souvenirs e artigianato

L'artigianato locale è ricco di oggetti di legno (giocattoli, bambole) o di cuoio. Ci si può procurare gioielli fatti a mano. Molti artigiani, come i soffiatori di vetro, lavorano nelle loro piccole botteghe. Numerosi artisti dilettanti vendono quadri che raffigurano le strade della Città Vecchia. A Tallinn, i negozi sono generalmente aperti dalle ore 9:30 alle ore 20:00 durante la settimana e dalle ore 10:00 alle ore 17:00 il sabato. Molti sono aperti la domenica, soprattutto in centro. Attenzione, molti commercianti accettano soltanto contanti come pagamento.

Estonia : Scopri le nostre città

Tartu