Viaggio in Eritrea: tracce d'Italia nel Corno d'Africa

L'Eritrea deriva il suo nome dal greco 'eruthros', con riferimento al Mar Rosso. Fu chiamata così dagli italiani, suoi colonizzatori. Questi ultimi decisero di cedere il paese agli alleati alla fine della Seconda Guerra Mondiale.
I monumenti eritrei sono dunque una testimonianza della colonizzazione italiana, ma sono presenti ovunque anche influenze egiziane e turche.
Un gran numero di attrazioni turistiche si trovano ad Asmara, la capitale dell'Eritrea. E' piacevole contemplare le basse pianure occidentali, le scarpate dei fiumi e delle valli, per poi approfittare della costa orientale affacciata sul Mar Rosso.
  • Eritrea,
    © iStockphoto.com / Muendo
  • Eritrea
    ©jackmalipan / 123RF
Paola Kim Simonelli
Paola Kim Simonelli Esperto della destinazione Eritrea
Eritrea : le cifre chiave

Superficie : 124320.0 km2

Numero di abitanti : 4906585 abitanti

  • I paesaggi del tratto Asmara-Massaua sono splendidi.
  • I bagni e le immersioni nel Mar Rosso.
  • L'accoglienza degli abitanti.
  • I rapporti con l'Etiopia sono ancora molto fragili.
  • La relativa povertà culturale del paese.
  • Il comfort non è molto elevato in alcune zone.

Eritrea  : cosa visitare ?

I paesaggi

Le rive

Le città

Eritrea : quali souvenir comprare ?

Si potranno acquistare gioielli in oro e in argento (venduti a peso), sculture in legno, articoli in cuoio, lance, tamburi, tappeti o articoli in vimini. Nei mercati la merce dev'essere contrattata. Generalmente i negozi sono aperti dal lunedì al sabato, dalle ore 8:00 alle ore 13:00 e dalle ore 14:30 alle ore 19:30, ma gli orari variano nelle diverse regioni.

Eritrea : cosa mangiare ?

La cucina italiana domina nella maggior parte dei ristoranti delle grandi città. I piatti tradizionali (ragù, lenticchie, fagiolini, capra, pollo), generalmente molto speziati, sono serviti su una kitcha (sottile galletta) o una injera (specie di pancake morbido fatto con tef, del grano locale). Massaua è famosa per i suoi eccellenti pesci e frutti di mare, come i gamberetti e gli astici. Il tè e il caffè sono vere istituzioni. Sono serviti molto forti e molto zuccherati. In alcune regioni il caffè è aromatizzato allo zenzero o al pepe nero.

Eritrea : scopri le città

Eritrea : quali sono le tradizioni culturali ?

L'Eritrea conta lo stesso numero di musulmani (sunniti) e di cristiani (monofisiti per la maggior parte, con importanti minoranze cattoliche e protestanti). Alcune chiese cattoliche (riti in lingua locale, ma anche in inglese e in italiano) e protestanti (riti in lingua locale o in inglese), ma anche diverse moschee sono presenti in tutte le città principali.

Eritrea : consigli di viaggio

Al vostro arrivo dichiarate tutte le apparecchiature (apparecchi fotografici, telecamera, rasoio elettrico, ecc.), che al momento della partenza verranno sistematicamente controllati. Prevedete un filtro per proteggere l'obiettivo del vostro apparecchio fotografico. Gli abitanti si lasciano fotografare, ma richiedono una mancia in cambio. Si consiglia di non fotografare le installazioni militari, l'aeroporto, i ponti e i palazzi ufficiali. In caso di dubbio, astenetevi. Fuori dalle spiagge, portate abiti lunghi. Per mangiare servitevi unicamente della mano destra e non toccate mai le labbra con le dita. Non cercare di noleggiare un cammello per le passeggiate, rischierete di essere trattati da zulù (zinzin), poiché i cammelli sono utilizzati per il trasporto merci!

Altrove nel mondo
Eritrea : Motore di ricerca Vacanze
  • Vacanze
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Auto