• Easyviaggio, offerte viaggi
    • Voli
    • Hotel
    • Vacanze
    • Campeggio
    • Per saperne di Più
      • Destinazioni
      • Idee di viaggio
      • Itinerari di viaggio
      • Autonoleggio
      • Community
      • ComparatoreGreen

Osijek

La città di Osijek si trova nella parte orientale della Croazia, esattamente nella regione della Slavonia; importante sede universitaria, Osijek si adagia sulla sponda destra della Drava.
  • All'estremità orientale del paese, Osijek si estende sulla riva destra della Drava, a circa 30 km dalla frontiera ungherese. Con i suoi 104.000 abitanti, è la capitale della Slavonia. La città è stata creata nel VII secolo sulle rovine della città romana di Mursa. Durante i secoli XVI e XVII, essa è stata occupata dai turchi. Oggi Osijek è soprattutto una città industriale. I suoi quartieri ...
    © Marcella Miriello / INMAGINE
  • © Marcella Miriello / INMAGINE
Paola Kim Simonelli
Paola Kim Simonelli Esperto della destinazione Croazia

Osijek si estende su una pianura vasta e incontaminata, e con il fiume Drava a costeggiarla, si presenta come capoluogo della Contea di Osijek e della Baranja.
Nel I secolo, sotto la dinastia giulio- claudia, fu un polo militare romano di notevole importanza, tanto che ancora oggi è possibile ammirare notevoli testimonianze storico-artistiche addentrandosi nei meandri. Detenuta dagli ottomani tra il 1526 e il 1687, diventó una città prospera solo con l'avvento degli austriaci, grazi alla diffusione della sericoltura (l'allevamento del baco da seta); oggi è la quarta città della Croazia e la sua cultura è ricca di una storia avvincente.
Il centro di Osijek è costituito dalla famosa cittadella barocca chiamata Tvrda, una fortezza asburgica al cui interno si sviluppa un insediamento urbano di edifici barocchi. Costruita subito dopo la liberazione dagli ottomani, questa cittadella divenne la più grande e moderna fortezza asburgica ai confini dell'Impero Ottomano. Tvrda aveva illuminazione stradale già dal 1717 e fu il luogo della prima fornitura di acqua pubblica in Croazia, inaugurata nel 1751 con il sistema fognario costruito poco dopo nel 1760, mentre il trasporto pubblico con tram a cavallo fu disponibile dal 1884.

Osijek : cosa fare ?

La Croazia è fonte inesauribile di paesaggi mozzafiato. Dopo aver visitato Osijek, concedetevi un giorno per ammirare il famosissimo Parco naturale "Kopacki rit", un vasto territorio alluvionale, ubicato sulla riva destra del Danubio e compreso tra quest'ultimo e la Drava. Questo parco è popolato da 2.000 specie biologiche, tante delle quali rare o minacciate d'estinzione sia a livello europeo che a livello mondiale, tra cui ben 291 specie ornitologiche e 44 ittiche.
I boschi presenti nell'area del Parco sono luoghi deputati all'organizzazione della caccia al cervo ed al cinghiale, animali che vivono allo stato brado e di una bellezza unica.

Dopo un'attenta visita alla cittadella, vi consigliamo di visitare il Giardino del Re Tomislav o Giardino del Colonnello, voluto da un ufficiale che comandava la guarnigione austriaca della Tvrda; questo posto straordinario è un melange di stili armonici (francesi e inglesi). Dopo un po di relax, seguendo li vialetti del giardino, spunterete davanti alla Chiesa di San Michele, dove venne piantato il tiglio nel 1925 per commemorare il millennio della fondazione del regno criato da parte di Tomislav.

Visitate i musei:
Il Museo Gloria Maris si trova all'interno della cittadella; è dedicato alla vita marina, e ospita circa un milione di conchiglie di ogni angolo del globo, raccolte da Vladimir Filipovic. La collezione comprende anche l'animale più velenoso dell'oceano (la piovra delle filippine) e fossili risalenti a 650 milioni di anni fa.
Il Museo della Slavonia ospita una ricca collezione di oggetti relativi alla storia della Slavonia, tra cui utensili risalenti all'Età del Bronzo, reperti romani provenienti dalla colonia di Mursa, magnifici tessuti, gioielli e pregevoli mobili. I reperti sono esposti a rotazione per alcuni mesi.
Museo Archeologico di Osijek presenta un esposizione di numerosi reperti, da oggetti romani a elmi celtici, corredati da didascalie in croato e in inglese; lasciatevi incantare dal fantastico pavimento in legno di quercia del palazzo che lo ospita.

Monumentale è la Chiesa dei Santi Pietro e Paolo, la cui torre di 90 metri è seconda per altezza dopo quella di Zagabria in Croazia. L'edificio è stato costruito con i mattoni rossi, in stile neogotico e presenta all'interno quaranta vetrate istoriate in stile viennese.

Promemoria

Chi decide di visitare Osijek puó prendere l'aereo e atterrare all'areoporto locale situato a 20 km dalla città, servito da Ryanair. Per raggiungerla in macchina, da Trieste la distanza è di 500 km.

Altrove nel mondo
Croazia : Motore di ricerca Vacanze
  • Vacanze
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Auto