• Easyviaggio, offerte viaggi
    • Voli
    • Hotel
    • Vacanze
    • Campeggio
    • Per saperne di Più
      • Destinazioni
      • Idee di viaggio
      • Itinerari di viaggio
      • Autonoleggio
      • Community
      • ComparatoreGreen

La meravigliosa capitale colombiana : Bogotá

Una fusione perfettamente armonica di passato e futuro che incanta il visitatore curioso ; tra palazzi antichi, viuzze caratteristiche, enormi viali e grattacieli giganti, la capitale colombiana ha fatto dell'armonia tra vecchio e nuovo il suo punto di forza.
  • Bogotà, la capitale, con i suoi 6,4 milioni di abitanti, possiede un importante centro storico, la Candeleria, dove si trovano musei come l'incredibile museo dell'Oro (30.000 pezzi in stile pre-colombiano in oro massiccio) ed impressionanti costruzioni coloniali, come il palazzo dell'Arcivescovo (e le sue massicce porte in bronzo)....
    © Jesse Kraft / 123RF
  • Bogota, definita "l'Atene dell'America del Sud" a causa delle numerose biblioteche, è la terza capitale più alta del mondo.
    © Jesse Kraft / 123RF
  • Il quartiere storico e coloniale di Bogota, un luogo in cui è bello passeggiare attraverso le sue strade lastricate
    © Jesse Kraft / 123RF
  • Situata sulla piazza Bolivar, la Cattedrale è la più grande della Colombia e una delle più grandi d'America Latina.
    © Jesse Kraft / 123RF
  • La terza capitale più alta del mondo si trova a 2640 metri di altitudine sopra il livello del mare, circondata dalle colline di Guadalupe e Monserrate
    © Jesse Kraft / 123RF
  • Bogota è ancora marcata dal suo periodo coloniale, come testimoniato dalle case in stile spagnolo
    © Jesse Kraft / 123RF
  • Il quartiere coloniale di Bogota non ha niente a che vedere con i quartieri alla moda della città, nei quali si trovano discoteche, bar e ristoranti.
    © Jesse Kraft / 123RF
Paola Kim Simonelli
Paola Kim Simonelli Esperto della destinazione Colombia

Si chiamava in origine Santa Fé de Bogotá, rimasto in vigore sino al 1998, o meglio, Bacatà, che richiama alla mente una pratica agricola praticata dagli indigeni. Oggi Bogotá è la capitale della Colombia e del dipartimento di Cundinamarca, conta 7,8 milioni di abitanti distribuiti in venti quartieri. Situata al centro della Colombia, nella regione nota come la Savana di Bogotà, nella Cordigliera Orientale delle Ande, a 2640 metri sul livello del mare è la terza capitale sudamericana per altitudine dopo La Paz e Quito.

Il territorio occupato oggi dalla città era prima un lago, come dimostrano le zone molto umide presenti nei settori non urbanizzati della savana. Bogotá è delimitata da un sistema montuoso dal quale si staccano i massicci di Monserrate alto 3.152 m, importante per il santuario che si trova alla sua estremità (costruito nel XVII secolo), dedicato "El Señor Caído" (Cristo Caduto), e del Cerro de Guadalupe ad est della città. Il fiume più importante è il Rio Bogotá.
Per quanto riguarda il clima, come altre località situate nei pressi dell'equatore, le stagioni sono solamente due, una umida e una secca..

Fin dalle sue origini Bogotá è sempre stata attiva sul fronte agricolo e il suo punto di forza era la coltivazione dei cereali. Con la rivoluzione industriale sono arrivate anche qui le industrie: la città spicca per quelle siderurgiche e tessili, ma negli ultimi anni diversi settori hanno avuto una grande crescita, come quello chimico e farmaceutico.

Oggi Bogotà è una città da godere all'aria aperta, a piedi o in bici (gode infatti di ben 300 km di pista ciclabile), soprattutto la domenica quando molte vie si chiudono al traffico delle auto ; affollare i vari Parchi come il Simon Bolivar, il Parque Nacional Enrique Olaya Herrera, Parque Tercer Milenio, o il complesso sportivo El Salitre, o i vari campi da golf aperti a tutti. Nella città che ospita più da 50 Musei, si tengono moltissimi Eventi dedicati all'arte (ARTBO in ottobre), alla musica (come il festival "Rock al parque" in novembre, "jazz al parque" in settembre, "salsa al parque" in agosto, "opera y zarzuela al parque" in novembre e cosi via), al teatro ("Festival Iberoamericano de teatro" in marzo), alla gastronomia (festival internacional de gastronomia in novembre), alla letteratura ( "Feria del libro" in aprile), e molti altri eventi e festival.

Cultura, cucina, musica e storia: i colombiani vanno fieri del loro passato, per ore ti racconterebbero di sciamani e delle stranezze - per noi occidentali - dei loro avi. Hanno voglia di farti assaggiare il loro caffè e ogni cosa possibile e immaginabile che si possa prima friggere. Ma soprattutto hanno voglia di vivere e di riscattarsi da quell'idea esclusivamente legata al narcotraffico.

Bogota : cosa fare ?

A parte musei e piazze, Bogotà offre un'esperienza local che sarà molto apprezzata da noi italiani: il caffè.
l locale Catacion Publica è il top per provare queste emozioni; abbandonate ogni idea di caffettiera, e cominciate a ragionare sulla differenza tra fragranza e aroma. Si usa caffè solo macinato al momento: 8 grammi di polvere in 100 ml di acqua a 93 °. In una tazza, prima il caffè, poi l'acqua e si aspettano 4 minuti prima di filtrare e bere.

Da non lasciarsi scappare a Bogotà:
Il museo dell'Oro si affaccia sul Santander Park, parco pubblico cittadino in centro. Santander è un eroe della guerra d'indipendenza e quarto presidente della Repubblica. L'epoca è pre-colombiana: ci sono gioielli, maschere e accessori appartenenti alle popolazioni indigene. In tutto ci sono 3400 pezzi: la visita inizia dal secondo piano.
Nel quartiere Candelaria, sono numerose le strutture destinate alla promozione culturale. Nel giro di pochi passi si incontra il Museo dedicato a Botero - 500 mila visitatori l'anno -, la Biblioteca Luis Angel Arango con 4 milioni di volumi e il Centro Culturale dedicato a Gabriel Garcia Marquez: uno spazio urbano, in cui la cultura colombiana esce allo scoperto con tutta la sua vivacità e colore.
Plaza de Bolivar è il centro storico, politico e religioso della città. Dietro l'angolo anche Casa de Nariño, sede del Governo.

Dalla piazza, sulle montagne circostanti, puoi scorgere una chiesa sulla montagna più alta chiamata Monserrate, che domina Bogotà dai suoi 3150 metri di altezza; con una funicolare puoi salire sulla cima e godere di una vista mozzafiato per capire meglio l'enormità di questa metropoli da circa 8 milioni di abitanti.
Un'altro punto panoramico della città è il grattacielo da 50 piani chiamato Torre Colpatria, che si trova a circa 15 minuti a piedi dalla Plaza Bolívar; qui puoi salire a pagamento circa 1,5? (aperto da venerdì a sabato) sulla terrazza panoramica e osservare più da vicino i palazzi circostanti e la Plaza de Toros.

Promemoria

Bogotà è servita dall' Aeroporto Internacional "El Dorado", dall'Italia attraverso Parigi (AirFrance) e attraverso Madrid (Avianca, Iberia o Aircomet). Compagnia di bandiera AVIANCA. All'uscita dal Paese si paga una tassa in aeroporto di circa USD$ 33.00. Il tragitto dall'aeroporto al centro in taxi dura circa 35 minuti e costa circa 5 euro.

Da evitare

L'aeroporto dista da mezzora a un'ora e mezza dal Teleport business park a seconda dei momenti della giornata: da evitare l'ora di pranzo, meglio a metà pomeriggio.

Bogota : cosa mangiare?

I piatti più gustosi della cucina colombiana sono due specialità: le arepas ( piccolo calzone con vari ripieni) e la specialità di Bogotà, l'ajiaco, densa minestra di pollo stufato con vari tipi di patate, foglie di guascas e mais, servita con panna e capperi.

Bogota : che cosa comprare ?

Se volete portarvi un po di Colombia a casa, ilcaffè è anche un'ottima idea regalo per amici e parenti, se volete risparmiare, entrate in un grande supermercato , troverete scaffali pieni di tante confezioni di caffè.
La Mochilla: sono borse fatte a mano dalle popolazioni indigene de La Guajira e le mochilla Arhuaca, fatte dalla popolazione Arhuaco che vive nella Sierra Nevada.

Altrove nel mondo
Colombia : Motore di ricerca Vacanze
  • Vacanze
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Auto