• Colombia,
    © iStockphoto.com / Andresr
  • Colombia
    © iStockphoto.com / Gary Tognoni
1      
  • Trova i tuoi :
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Case vacanza
  • Auto
  • Vacanze
  • Guida di viaggio

Colombia, il viaggio sognato da ogni backpacker

Da Paola Kim Simonelli Paola Kim Simonelli Capo rubrica Profilo
La Colombia è un vero caleidoscopio d'America Latina: affacciandosi sia sul Pacifico che sul Mar dei Caraibi, il paese offre spiagge paradisiache e onde gigantesche secondo le preferenze dei viaggiatori, senza contare le foreste, le montagne maestose e le cittadine coloniali, veri gioielli architettonici.
In breve In breve
Meteo Bogota Bogota 19°C

Guida di viaggio

Originariamente la Colombia era la casa di diverse tribù amerindie, tra cui gli Inca,c he occuparono la parte meridionale del paese. Nel XV secolo, i conquistadores spagnoli arrivarono a colonizzare le loro terre creando il vicereame di Nuova Granada. Il paese si liberò dal dominio spagnolo solo nel 1819, quando Bolivar ottenne l'indipendenza per molti stati centroamericani, tra cui Colombia, Ecuador, Panama e Venezuela, che vennero unite in una repubblica chiamata Grande Colombia. Una serie di guerre interne portò quindi alla graduale secessione dei vari Stati, dalla quale la Colombia emerse come stato indipendente nel 1903.

A partire dai primi decenni del XX secolo si susseguirono anni di guerre e violenze. Al conflitto con il Perù del 1932 seguirono le proteste sanguinose del periodo tra il 1948 e il 1958, denominato La Violencia. Successivamente, dagli anni '60 fino ad oggi, le violenze di gruppi militari e formazioni paramilitari dedite al traffico di droga hanno provocato uno stato di tensione e guerriglia civile.

La fama della Colombia è legata, forse eccessivamente, alle violenze del narcotraffico, i cui signori comandano a tutti gli effetti le aree più isolate. In effetti, pur non sconsigliando un viaggio in Colombia, la Farnesina raccomanda di non effettuare escursioni notturne al di fuori delle aree più sicure delle grandi città.

Non c'è da farsi scoraggiare in ogni caso: molti sono i luoghi colombiani che meritano una visita. La capitale,Bogotà, ha una vita culturale molto varia e ospita, tra gli altri edifici, musei - tra cui il Museo Nacional - e chiese riccamente decorate - come la Iglesia de San Ignacio e la Iglesia de Santa Clara, ricoperta da affreschi -. Cartagena, invece, affascina con la sua architettura coloniale. Nelle sue vicinanze, alcuni vecchi forti - tra cui il Castillo de San Felipe de Barajas del XVII secolo - ricordano il suo passato di città portuale, spesso minacciata da pirati e popolata da contrabbandieri. Nell'entroterra si trova la Ciudad Perdida, un'antica città costruita intorno all'800 a.C.

Molto rinomate sono anche le coste, in particolare le spiagge del Parque Nacional Tayrona, e le barriere coralline delle Islas de Rosario, meta preferita degli appassionati di immersioni.

La Colombia, inoltre, è una meta sportiva non solo sulla costa: il trekking e l'esplorazione sono molto praticate nell'entroterra, spesso in concomitanza con il turismo archeologico: bellissima l'escursione di sei giorni alla scoperta della cosiddetta ?città perduta?, per la quale è consigliabile prendere accordi con un'agenzia di guide locali ben affidabile e certificata.

I consigli della redazione

La Colombia è considerata pericolosa soprattutto in certe zone, ma la situazione è migliorata considerevolmente. È bene stare attenti quando si visitano le grandi città come Bogotà, Medellin e Cali; ma questo vale per tutte le megalopoli del mondo. La farnesina sconsiglia di avventurarsi nella zona fino a 100 km dal confine tra i dipartimenti della Valle del Cauca, Tolima e Huila; dove l'esercito colombiano è impegnato in azioni di contenimento contro i guerriglieri de cartelli della coca.

Se ascolterete i consigli degli operatori locali e dei professionisti del turismo, non c'è alcuna ragione di rinunciare al vostro viaggio verso questa destinazione. In ogni caso è sempre consigliabile avvisare il ministero degli esteri sull'apposita pagina web ministeriale.

Non dimenticate, una volta giunti sul posto, di fare una fotocopia del biglietto di ritorno e del vostro passaporto, non vi costerà nulla e potrebbe evitarvi moltissimi problemi nel malaugurato caso di un furto. Non lasciate mai i vostri averi incustoditi ed evitate gli spostamenti extraurbani durante le ore notturne. Allo stesso modo è sconsigliato, in Colombia, di noleggiare un'auto e spostarsi con mezzi propri, molto caro, oltre che abbastanza pericoloso. Date la preferenza agli spostamenti in bus o in volo interno, dato che la Colombia possiede la rete di collegamenti aerei più sviluppata dell'America meridionale e vi faranno guadagnare molto tempo, a fronte di una differenza di prezzo non eccessiva.

E invece sceglierete di spostarvi in bus, sappiate che in Colombia esistono tre tipi di bus: i bus ad aria condizionata (adatti alle lunghe distanze), i bus di prima classe (più moderni e lussuosi) e infine i bus ordinari, vecchi e malandati, che spesso si fermano per la strada.

Nelle grandi città è decisamente preferibile prendere un taxi, e anche in quel caso è meglio non fermare un taxi per strada ma chiamare un radiotaxi, sempre per evitare di prendere delle fregature.

I più

  • +Spiagge caraibiche, trekking ai piedi delle Ande, spedizioni in Amazzonia... La Colombia offre una grande diversità di paesaggi.
  • +Gli amanti del windsurf potranno sbizzarrirsi sul litorale di Cartagena.
  • +Il fascino della popolazione

I meno

  • -La guerriglia dei narcotrafficanti in certe zone può rendere la destinazione pericolosa.
  • -L'arrivo a Bogotà è spesso stancante a causa dell'altitudine

Tradizioni

C'è almeno una festa al giorno in Colombia, e anche per i turisti è facilissimo prendervi parte: basti pensare alle processioni, alla settimana santa o agli innumerevoli carnevali come quello di Barranquilla. Ogni occasione è buona per cantare e ballare e magari scolarsi una bottiglia di aguardiente in compagnia al ritmo della salsa o del merengue.

Uno sport tradizionale che potrete scoprire nella regione di Boyaca è il Tejo, un gioco simile alle bocce.
La Colombia è anche una terra d'arte dove le influenze precolombiane si fondono con quelle coloniali, dando vita a una varietà di stili e generi: musica, danza, pittura e scultura.

Gastronomia

Difficile non mangiare il famoso 'arroz con pollo', riso al pollo, servito in tutte le 'salse'. Il 'locro de choclos' è una minestra molto ricca, composta da mais e patate. A Cartagena, il riso è spesso servito condito con noce di cocco. Le 'canastas de coco' sono dolci che contengono crema di cocco all'aroma di vino ricorperti da una meringa. In ogni momento della giornata, si può bere il 'tinto', un caffé ristretto, servito in una tazzina minuscola.

Souvenirs e artigianato

A Bogotà, si possono trovare gioielli in oro, vasellame indiano e tessuti ricamati. Il ruana (poncho colombiano) è ideale da indossare nelle notti fresche. La maggior parte dei negozi è aperta dalle ore 8:00 alle ore 12:00 e dalle ore 14:00 alle ore 17:00.