Viaggi Bielorussia - Guida Bielorussia con Easyviaggio
  • Connettiti
  • Bielorussia
    ©Nelly Sabitova / 123RF
  • Bielorussia
    © Volha Kavalenkava / 123RF
   
  • Trova i tuoi :
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Case vacanza
  • Auto
  • Vacanze
  • Guida di viaggio

Bielorussia

Da Paola Kim Simonelli Paola Kim Simonelli Capo rubrica
Benvenuti nel Paese meno visitato d'Europa! La politica autoritaria di Aleksandr Lukashenko, la catastrofe di Chernobyl e la mancanza di appoggio a livello internazionale fa si che la Bielorussia non attiri visitatori. Un vero peccato, perché il Paese è dotato di una grande ricchezza culturale, di bei paesaggi, e risulta essere un paradiso per gli amanti degli sport outdoor.

Guida di viaggio

La Bielorussia subisce il cliché di essere "l'ultimo Paese europeo sotto dittatura", ma anche il fatto di essere stato toccato direttamente dalla catastrofe di Chernobyl. Due segni distintivi che la pongono al primo posto tra gli stati meno visitati d'Europa. Circondata da Russia, Lettonia, Lituania, Ucraina, e Polonia, la Bielorussia è un Paese senza accesso diretto al mare, ma è al contempo dotato di molte attrazioni che andrebbero condivise con i turisti, a cominciare dalla capitale, Minsk. Visitate il Memoriale di Katyn, la Cattedrale della Santa Trinità, la Linea Stalin, e il Museo Folcloristico di Dudutki. Approfittatene per recarvi nel centro città, Troitskoïé Prédméstié, l'ultima parte vecchia di Minsk ancora integra, nella quale si possono visitare i magnifici edifici barocchi, come la Cattedrale dei Santi Pietro e Polo e la Cattedrale Maryinski. É possibile vedere tutto questo costeggiando tranquillamente il fiume, poiché Minsk è una città situata in piena campagna, circondata da molti parchi e foreste, sicuramente l'ideale per fare delle passeggiate.

Per le scoperte in campo artistico, se ne possono trovare durante tutto l'arco dell'anno! A gennaio c'è il Congresso nazionale dei Compositori bielorussi, durante il quale si organizzano numerosi concerti nella capitale bielorussa. Non dovete assolutamente perdere una di queste esibizioni, se ne avete la possibilità, poiché la musica in Bielorussia è un'attività molto importante, nonché uno spettacolo sorprendente. I russofoni apprezzano anche il Festival della Poesia, a giugno, sulle sponde del lago Svityaz. Alla fine di novembre, si celebra l'Autunno musicale bielorusso, dove non possono mancare musica folk, classica e balli tradizionali. Quando si parte bisogna sicuramente ricordarsi di prendere almeno un souvenir. Visti i prezzi davvero competitivi, questa risulta essere una vera e propria occasione per fare un regalo a tutti i familiari, soprattutto gli oggetti tipici sono molto belli e facili da mettere in valigia. Infatti, l'artigianato è costituito per la maggior parte da oggetti decorativi in legno, dipinti con colori vivi, quali piatti, cucchiai, tovaglie e camicie ricamate.

Per gli sportivi, la Bielorussia è un terreno di gioco perfetto per gli sport outdoor. Passeggiate, canottaggio, bici... Il Paese, essendo una sterminata pianura, disseminato di laghi e foreste, che compongono un terzo del territorio, è il uogo ideale per sfogare le proprie energie, indipendentemente da quale sia il vostro hobby. Il Paese inoltre pullula di parchi nazionali e riserve protette, che fanno parte del Patrimonio mondiale dell'UNESCO. Ci si perde con piacere tra una flora composta maggioritariamente da pini e aceri e da una fauna molto diversificata: si possono tranquillamente vedere, durante le vostre peregrinazioni, i bisonti, i cervi, i cinghiali, i lupi, e persino gli orsi. Se preferite fare un viaggio in barca, vi dovrete dirigere a nord, al confine con la Lettonia e la Lituania, nella regione dei laghi. Questi ultimi sono spesso situati nel cuore delle foreste, ma comunque legati tra di loro da dei canali. Per approfittare al massimo della visita si potrebbe affittare un cottage tipico della zona, sulle rive di uno di questi mervigliosi laghi.
Una cosa sicuramente da sapere è che i Bielorussi non parlano mai il bielorusso in pubblico. Ed è ugualmente sorprendente sapere che il presidente stesso non parla mai in bielorusso!

I consigli della redazione

Il disastro di Chernobyl è stata una vera ed immane tragedia, nonché un trauma per l'intera nazione. Bisogna, pertanto, cercare di evitare di parlare di questo argomento delicato, ed aspettare che i locali siano i primi a parlarne. In generale è consigliabile cercare di non parlare di temi riguardanti la politica, soprattutto quando il vostro interlocutore è una persona anziana. Possono anche verificarsi dei casi di "conflitto generazionale", in quanto le persone anziane sono nostalgiche del periodo sovietico. Questo accade perché i giovani non hanno sperimentato questo passato e, criticando il sistema di governo attuale, possono definirlo una "dittatura".

Si consiglia di evitare di visitare la parte sud-est della Bielorussia, in quanto è ancora alto il livello di radiazioni presenti qui, e comunque, se vi recate fin qui, sicuramente sono da evitare i prodotti coltivati direttamente in questa parte del Paese. Si consiglia anche di non bere l'acqua dal rubinetto, al suo posto è meglio bere l'acqua imbottigliata, che risulta essere poco costosa.

Bisogna tenere a mente che, qui, la bevanda nazionale è la vodka. Se ne possono trovare di tutte le varietà ed i tipi, ed è sicuramente meno costosa che le birre straniere.

Sebbene i Bielorussi abbiano la reputazione di essere un popolo gentile e cortese, non è difficile inciampare su uno o più funzionari, piuttosto che impiegati, particolarmente sgarbati. Se per caso siete finiti in una di queste spiacevoli situazioni, non dimenticate di mantenere assolutamente la calma e spiegare ripetutaemnte e tranquillamente la vostra versione dei fatti alla persona in questione. Si ricorda che per andare in Bielorussia, come per la Russia, è necessario avere il visto.

I più

  • +Una natura ancora vergine e ricca.
  • +Una buona destinazione per i pescatori (4.000 laghi e fiumi).

I meno

  • -La contaminazione dopo la catastrofe di Tchernobyl. È presente ancora nel sud-est del paese.
  • -Lo stato delle strade è deplorevole.

Tradizioni

In Bielorussia il ballo è molto importante, e più in generale ai Bielorussi piace partecipare alle feste. Pertanto si organizzano molte feste e festival collettivi, in modo da radunare il più grande numero di persone possibile, sicuramente sono delle occasioni da non perdere. Anche le discoteche sono numerose, e l'entrata per le ragazze è gratuita.

In Bielorussia si possono scorgere le "dacie" degli abitanti. Esse sono delle piccole case di campagna, dei cottage, dotate di giardino e di orto. In effetti, partendo dal presupposto che gli appartamenti in città sono, per la maggior parte dei casi, piccoli e vi ci abitano più membri di una stessa famiglia, le dacie permettono di ritrovare la serenità e la pace del nucleo familiare. Inoltre, con un piccolo giardino ed un orto a disposizione, è possibile coltivare la frutta e la verdura preferite. Anche se la dacia è situata in campagna, questo non vuol dire che sia completamente isolata e la vita in questo luogo priva di interazioni sociali. In effetti, le dacie sono raggruppate in modo da creare un piccolo villaggio, permettendo così, di instaurare relazioni con i propri vicini.

Gastronomia

La cucina bielorussa è composta da prodotti semplici: patate, funghi, frutta. Si comincia con una colazione a base di vareniki, dei ravioli accompagnati da panna acida e da formaggio fresco o da frutta. A pranzo, si può assaggiare il piatto tradizionale bielorusso, i draniki, orgoglio dei locali. Essi sono dei pamcake di patate contornati da fette di salumi, o da funghi. Sul tutto viene versata l'immancabile panna acida.
I Bielorussi, inoltre, adorano i gribi, i funghi, dunque dovrete apprezzarli anche voi! Preparati con la salsa, con la panna o al naturale, sono alla base di molti piatti. Il gribnoy sup è una minestra d'orzo e funghi, il gribi v smetane è composto da funghi con la panna e la kotleta po krestiansky è una polpetta di maiale con salsa ai funghi. Molti pesci d'acqua dolce vengono proposti nel menu dei ristoranti poiché il Paese è ricco di fiumi e di laghi. Non dimenticate di provare il kvass, bevanda ottenuta dalla fermentazione di malto, zucchero, menta e frutta.
Un altro piatto tipico è la babka uno sformato di patate, burro e lardo che dopo essere cotto viene cosparso di panna acida, prima di essere gustato. A proposito di lardo, viene prodotto un tipico di lardo che si chiama salo, di derivazione ucraina, si tratta di un tipo di lardo crudo, salato, al quale viene aggiunto dell'aglio. Viene servito tagliato a pezzi fini, posto su pane nero di segale e, va rigorosamente accompagnato con la vodka!

Souvenirs e artigianato

L'artigianato è composto da oggetti decorativi in legno, con colori molto accesi : piatti, cucchiai, bicchieri, tovaglie, e camicie ricamate. Inoltre, vengono vendute numerose riproduzioni di icone nei negozietti. Nel Paese, in generale, le attività commerciali sono aperte dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 19. Nelle grandi città, i negozi sono aperti tutti i giorni e alcuni anche fanno orario continuato.