Vino e castelli: la favola della Stiria slovena
Pubblicato il 01/08/2018 6 condivisioni

Da non perdereSlovenia

Twitter Facebook 6 condivisioni

Lasciatevi incantare dalle bellezze poco conosciute della Slovenia!

  • Twitter
  • Facebook
  • Maribor e la città vecchia
    © Matic Stojs/123RF
    Maribor e la città vecchia

    La seconda città per estensione dopo Lubiana si trova proprio nella bassa Stiria, Maribor. Una deliziosa cittadina eletta nel 2012 capitale della cultura. A Maribor pare vi sia la vite più antica del mondo: ha ben 400 anni e un museo dedicato, la Casa della Vecchia Vigna. Da non perdere il quartiere di Lent nella città vecchia, dove è possibile visitare le torri difensive Vodni e Sodni Stolp e il ghetto ebraico con la sua sinagoga, tra le più antiche in Europa.

  • Le foreste di Pohorje
    © doncero/123RF
    Le foreste di Pohorje

    Per chi ama passeggiare tra i boschi immancabili le foreste di Pohorje, l'altopiano alle spalle di Maribor. Perfetto d'inverno per sciare, l'altopiano d'estate offre sentieri immersi nella foresta, ideali per un po' di sano hiking alla ricerca dei rifugi montani.

  • Ptuj e le sue terme
    © asafaric/123RF
    Ptuj e le sue terme

    Sovrastata dall'omonimo castello, Ptuj è una delle città più antiche della Slovenia. Qui ad Agosto si svolge il festival del Vino e della Poesia, uno dei più importanti d'europa. Non solo, la città è famosa per i suoi bagni termali: se cercate una meta dove rilassarvi qui potrete trovare diverse SPA che faranno al caso vostro!

  • Castello di Celje
    © tynrud/123RF
    Castello di Celje

    Una delle più grandi fortificazioni slovene si trova a Celje, nella valle di Lasko. D'estate questo si anima di performance ispirate al medioevo, tra danze, concerti e gare di poesia. Per via dello splendido panorama sulla città di Celje e per i numerosi eventi, il castello è visitato ogni anno da circa 60mila turisti!

  • La valle di Logarska dolina
    © andrej.safaric/123RF
    La valle di Logarska dolina

    Valle glaciale alpina, la valle di Logarska dolina offre bellissimi panorami tra cascate, sentieri e foreste a perdita d'occhio. Numerosi i sentieri da percorrere a piedi o in bici, alla ricerca dei granai in legno tradizionali sloveni. Qui inoltre è possibile degustare alcuni dei prodotti tipici montani sloveni, come la zuppa sirnica a base di ricotta, la polenta al grano saraceno e i ravioli alle pere.

1

Non solo Lubiana, la Slovenia nasconde parecchie sorprese, come la Stiria, in sloveno Stajerska, la regione più a sud della nazione, al confine con l'Austria.

Molto meno conosciuta dai turisti italiani dell'omonima regione austriaca, la Stiria slovena faceva parte dello stesso antico ducato, esistente già nel 1180, e diviso in tre nazioni, Stiria Alta, Stiria Centrale e la Stiria bassa. Le prime due regioni, di lingua tedesca, fanno oggi parte della Stiria Austriaca, mentre la Stiria bassa, incastrata tra il fiume Mur e le colline slovene, fin dalla seconda guerra mondiale fu annessa alla Slovenia.

Ecco cosa potrete visitare nella Stiria slovena, in un paesaggio da fiaba che si snoda tra vigneti e castelli e che vi farà scoprire una regione meno turistica ma non per questo meno affascinante.