Pubblicato il 16/02/2021

#Ecoturismo #Kenya

Sette esperienze etiche per non disturbare gli animali nel loro habitat

Amate la fauna selvatica ma non volete danneggiare questo prezioso habitat? In realtà esistono modi etici per vedere da vicino i vostri animali preferiti. Ecco 7 esperienze che mettono al primo posto il benessere dell'animale e, secondariamente, la vostra curiosità!

Giraffe Manor Hotel, Kenya

Giraffe Manor Hotel, Kenya ©© Nico Adriaan Kelder/123RF

Il Giraffe Manor Hotel, in Kenya, offre ai propri avventori la possibilità di vivere un'esperienza unica e perfettamente in linea con le aspettative di "vacanza" occidentali: ammirare gli animali della Savana comodamente seduti al tavolo della prima colazione, come se ci si trovasse nel proprio salotto di casa. I raffinati mammiferi sono i principali abitanti della residenza: saranno loro quindi ad augurarvi buon appetito durante la vostra cena a lume di candela nella terrazza dell'Hotel, a fare capolino dalle finestre del Resort per darvi il buongiorno non appena aprirete le imposte, e a scoccarvi un bacio quando le accarezzerete durante una passeggiata nel giardino. Furono i coniugi Melville i primi a preoccuparsi per la sorte delle Giraffe Rothschild, una specie in via d'estinzione. Leslie Melville addirittura adottò una piccola giraffa aiutandola a crescere; il cucciolo fu chiamato Daisy, e su questa esperienza Leslie scrisse persino un libro "Raising Daisy Rothschild", poi divenuto il film "L'ultima giraffa".

Avvistamento di delfini e whale watching, Australia

Avvistamento di delfini e whale watching, Australia © Christian Borkowski/123rf

Numerosi Centri acquatici che ospitano delfini e balene in cattività sono estremamente immorali, talvolta persino crudeli quando affamano i pesci per costringerli a interagire con i turisti. Eppure, è ancora possibile partecipare a incontri etici con i delfini osservandoli nel loro ambiente naturale. Recatevi nella soleggiata costa australiana a luglio e avrete la garanzia di avvistare i delfini comuni e le megattere in migrazione. Assicuratevi di fare la vostra ricerca e prenotate il vostro viaggio con un piccolo tour operator etico che ha meno probabilità di disturbare i comportamenti naturali di alimentazione, riposo e migrazione dell'animale, utilizzando imbarcazioni più piccole per navigare nei territori di questa spettacolare fauna marina.

Incontro con gli Huskies, Finlandia

Incontro con gli Huskies, Finlandia © © Natalya Rozhkova/123RF

Hetta Huskies, l'etico tour operator finlandese, si impegna aoperare e a viaggiare in modo culturalmente, economicamente ed ecologicamente responsabile, con un'attenzione alla sostenibilità a lungo termine. Operando in una delle più grandi e incontaminate Regioni Artiche, Hetta Huskies, si assume la responsabilità non solo di minimizzare il più possibile l'impronta ambientale delle loro azioni, ma anche di svolgere un ruolo nel garantire un futuro sostenibile per l'ambiente artico. Ecco perchè, se volete vivere un'esperienza unica sugli altipiani della tundra e negli spettacolari paesaggi della taiga, accompagnati dagli Huskies, dovete scegliere loro!

Santuario Lionsrock Big Cat, Sudafrica

Santuario Lionsrock Big Cat, Sudafrica © Dmitry Chulov/123RF

Istituito dall'organizzazione per il benessere degli animali FOUR PAWS, il Lionsrock Big Cat Sanctuary nel cuore del Sudafrica è un rifugio per leoni e altri grossi felini oggetto di salvataggio. Più di un centinaio di grossi felini vivono attualmente nel santuario dopo essere stati salvati da zoo, circhi e prigioni di tutto il mondo. Situato all'interno del santuario, il Lionsrock Lodge è un lodge a tre stelle dove i visitatori possono trascorrere la notte. Potrete fare una passeggiata o un'escursione informativa osservando i grandi felini in lontananza, oppure prendere parte ad un game-drive nella flora selvaggia africana. La cosa più incredibile di questa scelta è che tutti i proventi saranno devoluti alla cura di questi gattoni giganti.

Orfanotrofio degli elefanti, Kenya

Orfanotrofio degli elefanti, Kenya © industryandtravel/123RF

Tra i molteplici progetti di protezione e salvaguardia della fauna keniota, l'Elephant Orphanage é uno di quelli che colpisce di più per l'attenzione data ai baby elefanti che si ritrovano orfani. La loro colpa? Essere l'obiettivo principale dei bracconieri. I cuccioli rimasti orfani e spesso destinati a morte certa per la mancanza del latte materno o anche semplicemente della protezione del branco, furono una delle priorità che spinse nel 1977 Daphne Sheldrick a fondare il David Sheldrick Wildlife Trust. La missione di questa fondazione è recuperare i cuccioli di elefanti e rinoceronti rimasti orfani o feriti nei vari parchi del Kenya e, una volta condotti al centro, avviare un processo di riabilitazione con lo scopo di reinserirli nel loro ambiente naturale nel Parco Nazionale dello Tsavo. Nell'ora in cui é possibile visitare il centro ( dalle 11 alle 12 della tarda mattinata), oltre a rimanere incantati dalla bellezza dei baby elefanti, scoprirete che molti di loro sono rimasti traumatizzati dalla perdita dei loro genitori ed hanno problemi di sonno, di conseguenza vedrete che in ogni cuccia è presente anche un letto per i ragazzi dello staff che dormono con loro durante la notte: un'atto di dolcezza infinita.

Nuotare con le tartarughe nelle Filippine

Nuotare con le tartarughe nelle Filippine ©© mihtiander/123rf

L'isola di Apo, un'isola vulcanica situata a 30 km al largo della costa orientale dell'isola di Negros, nelle Filippine, è un santuario marino comunitario impegnato a proteggere la vita marina. Con un piccolo contributo, i visitatori possono nuotare con le tartarughe residenti sull'isola. Poiché non ci sono più bracconieri o predatori naturali nella zona, la maggior parte delle tartarughe si trova a proprio agio in presenza dell'uomo, permettendo sia agli amanti dello snorkeling che ai subacquei di ammirarle in tutta la loro maestosità. Inoltre, sarete ancora più contenti di sapere che il denaro speso per lo snorkeling e le immersioni nelle acque dell'isola è devoluto interamente alla protezione delle tartarughe e del loro ambiente naturale.

Bird watching, Cile

Bird watching, Cile ©© Ondrej Prosicky/123RF

Prendete un binocolo e andate a fare bird watching in Cile. Dai fenicotteri rosa salmone agli enormi condor andini e ai graziosi pinguini, il Cile ospita un'enorme e diversificata gamma di specie. Nell'estremo nord del Cile, vicino al confine con la Bolivia, si trova il Parco Nazionale Lauca, un'area protetta nell'altopiano, circondata da vulcani innevati. Oltre a rea, lama e alpaca, il parco ospita 140 specie di uccelli.

Fortunatamente c'è una consapevolezza sempre maggiore riguardo lo sfruttamento degli animali per turismo. Non è ancora abbastanza, ma è già qualcosa.
Non parliamo poi dell'ultimo arrivato, il selfie turistico, di cui avevamo parlato ampiamente in un altro articolo a cui vi rimandiamo. Diversi paesi europei , tra cui la Svezia, hanno già deciso di bandire gli animali esotici dai circhi e anche alcune città francesi come Strasburgo hanno seguito questa strada rifiutando di ospitare circhi con gli animali.

Come si rispetta un animale, portandogli una carezza, senza arrecargli danno?
Adoperandosi per sostenere le tante associazioni e organizzazioni che si preoccupano della conservazione dell'ambiente in cui vivono determinati animali, soprattutto le specie a rischio. Per voi, 7 luoghi per una vacanza etica e possibile, dove contribuire attivamente alla sopravvivenza di queste meraviglie.

Altri articoli proposti dall'autore