• Connettiti
Viaggi autunnali: torna il Treno del Foliage
Pubblicato il 23/09/2019

TransportiItalia

Twitter Facebook 21 condivisioni

Di anno in anno è diventato una delle esperienze turistiche autunnali più attese: torna il Treno del Foliage, proposto dalla Ferrovia Vigezzina-Centovalli, la storica linea che collega Italia e Svizzera dal 1923.

<strong></strong>
© Konrad Bak/123RF

Il trenino bianco e blu del foliage tornerà a correre sulle rotaie della Valle di Vigezzo a partire dal 14 ottobre 2019, lungo un percorso di 52 chilometri immerso in un'incantevole policronia di colori.
Nella suggestiva cornice della Valle di Vigezzo, un territorio tipicamente alpino di origine glaciale, i treni della Ferrovia Vigenzina-Centovalli percorreranno un itinerario panoramico senza uguali nella stagione più pittoresca dell'anno.

È chiamata la "Valle dei Pittori" non a caso: questo vasto altopiano che collega l'Ossola al Canton Ticino regala una visione quasi surreale che sembra fuoriuscire dalla tavolozza di un artista. Tinte calde, un tripudio di marrone-arancione-bordeaux, declivi naturali a perdita d'occhio avvolti dalla classica colorazione autunnale, casolari di montagna all'orizzonte e sterminate vallate di pascoli tutt'attorno.
I vagoni del trenino proseguiranno sferragliando tra le montagne, insinuandosi sotto ponti e gallerie, con un ritmo lento - tipico dei viaggi di una volta - permettendo ai passeggeri di ammirare tutte le meraviglie del paesaggio circostante, i piccoli borghi montani, le valli ammantate dai boschi, e lo spettacolo, effimero ed avvolgente, delle foglie autunnali.

Voir cette publication sur Instagram

#foliage e #trenino bianco e blu della Ferrovia Vigezzina-Centovalli: L'#autunno a #santamariamaggiore è pura #magia! #soloasanta #vallevigezzo #travel #viaggi #igverbania #igerspiemonte Seguiteci sui nostri canali ufficiali: www.santamariamaggiore.info - www.facebook.com/santamariamaggiorepiemonte. Hashtag ufficiali: #santamariamaggiore #soloasanta

Une publication partagée par Santa Maria Maggiore Vigezzo (@santamariamaggiorevallevigezzo) le

Tutte le tappe del viaggio

Il viaggio potrà iniziare a vostro piacimento da uno dei due capolinea: Domodossola - per il versante italiano ? oppure l'elegante cittadina svizzera di Locarno. Il biglietto è valido due giorni e include la tratta andata e ritorno con in aggiunta la possibilità di effettuare una sosta all'andata e una al ritorno.
I costi si aggiranno attorno ai 43 euro per la prima classe e i 33 euro per la seconda; sono previste ulteriori riduzioni per i ragazzi e i bambini al di sotto dei sei anni viaggiano gratis. Esibendo il vostro titolo di viaggio avrete la possibilità di ottenere altri sconti in strutture alberghiere e ristoranti. Inoltre, chi sceglierà di viaggiare a bordo di un Centovalli Express potrà disporre della nuova audioguida gratuita.
I biglietti sono già prenotabili sul sito: https://www.vigezzinacentovalli.com/

Visitare i borghi

Le soste fruibili durante il viaggio sono poche e devono quindi di essere valutate nel dettaglio. Merita sicuramente una visita il poetico borgo di Santa Maria Maggiore, uno tra i più caratteristici della Valle di Vigezzo. Nel 2015 ha ricevuto il riconoscimento bandiera arancione dal Touring Club in omaggio alla sua accoglienza di qualità.
È il tipico villaggio di montagna da cartolina, con le case dai tetti bassi e spioventi, i camini accesi, i tipici negozietti artigianali.
Qui potrete visitare il caratteristico Museo degli Spazzacamini - unico in Italia - che conserva le divise di varie epoche, indossate da generazioni, gli strumenti del mestiere, e le testimonianze illustrate attraverso un innovativo percorso multimediale. I vigezzini sono famosi per essere stati un popolo di spazzacamini e migratori, questa esposizione quindi custodisce intatto lo spirito degli abitanti del luogo.

La Valle dei Pittori

Da non perdere inoltre la Pinacoteca Rossetti Valentini, che ospita un'esposizione permanente dei pittori del luogo: proprio a causa dell'intensa attività artistica cittadina, Santa Maria Maggiore era considerata la Montmartre della Val di Vigezzo.
Girando per i vicoli della cittadina piemontese di certo capirete cosa spingeva giovani pittori provenienti da ogni parte della Penisola a eleggere questa località musa ispiratrice dei loro quadri.

Voir cette publication sur Instagram

??Alpe Blitz ?? Craveggia ?? @dostybear ??selezionata da: @maxboggian ????seguici anche su Facebook www.facebook.com/santamariamaggiorepiemonte ??#santamariamaggiore #soloasanta #valvigezzo ?? visita i nostri amici: @ferroviavigezzinacentovalli @vallevigezzo @igverbania @igersnovara @igworldclub_mountains . . #craveggia #vallevigezzo #landscapehunter #earthfocus #loves_mountains #earthpics #mountainview #worldplaces #naturelove #wildernessculture #splendid_mountains #earthpix #bestmountainartists #natureshot #landscapestylesgf #mountainlove #naturepics #landscapestyles_gf #best_shots #landscape_captures #mountaineering #landscapestyles #mountainlovers #natureshots #loves_landscape #landscapes

Une publication partagée par Santa Maria Maggiore Vigezzo (@santamariamaggiorevallevigezzo) le

Castagne e vin brulé

Ovviamente, tra una tappa e l'altra del vostro viaggio, non può mancare il tradizionale appuntamento con le specialità della cucina locale.
La Valle di Vigezzo è nota per la sua tradizione enogastronomica: molto rinomato il Crudo di Vigezzo, e altri deliziosi salumi e formaggi di provenienza alpina, ma altrettanto squisiti sono i prodotti dolciari: cioccolato, miele e confetture, saranno la delizia del vostro palato.
Considerato il freddo pungente che caratterizza questi paesini montani è d'obbligo anche un sorso di vin brulé, magari accompagnato da un fragrante cartoccio di castagne, per calarvi nella perfetta atmosfera autunnale.