Passaggio a Tokyo: come distribuire la visita in due giorni

CulturaGiappone

Twitter Facebook Google+ 3 condivisioni

Non basterebbero 365 giorni per scoprire tutta Tokyo ma, se il tempo del volstro viaggio è limitato, ecco un itinerario per scoprire il meglio della città in 48 ore.

  • Twitter
  • Facebook
  • Parco Ueno, Tokyo (Giorno uno)
    © bluehand/123RF
    Parco Ueno, Tokyo (Giorno uno)

    Il quartiere Ueno, a nord del centro urbano, è il punto di partenza ideale per scoprire la città. Conosciuto anche per essere uno dei principali snodi ferroviari di Tokyo, appare ad una prima occhiata caotico e variopinto ma per ritrovare la tranquillità è sufficiente entrare nel più antico giardino pubblico del Giappone: il Parco Ueno (Ueno-koen). Già nel XVII secolo questa piana soprelevata catturò l'attenzione e divenne sede di templi e pagode, mentre oggi è uno dei luoghi di svago e passeggio più popolari della città, da non perdere durante l'hanami lo Yozakura.

  • Tempio Tosho-Gu, Parco Ueno
    © Luciano Mortula/123RF
    Tempio Tosho-Gu, Parco Ueno

    Spicca nel cuore del parco Tosho-gu, un santuario shinto costruito nel 1627 dallo shogun Iemitsu Tokugawa in memoria del nonno, che, sopravvissuto nei secoli, è oggi tesoro nazionale e vanta, oltre alla magnifica porta in stile cinese rivestita di foglie d'oro, splendidi soffitti scolpiti, muri dipinti e bassorilievi dalle forme animali.

  • Porta del Tuono, Asakusa
    Mirko Vitali/123rf
    Porta del Tuono, Asakusa

    Dal quartiere Ueno, proseguendo in direzione est, si raggiunge la zona di Asakusa dove si può ritrovare tutto il fascino della vecchia Edo e l'atmosfera dell'antica città bassa (Shitamachi), popolata da gente umile, artigiani e piena di teatri popolari. Da non perdere Kaminari-mon, l'imponente "Porta del tuono", caratterizzata dall'enorme lanterna di carta che reca i due ideogrammi e dalle statue di Raijin e Fujin - rispettivamente divinità del fulmine e del vento - che spaventano i demoni.

  • Senso-ji, il tempio più antico
    Songquan Deng/123RF
    Senso-ji, il tempio più antico

    Varcata la porta si arriva a Senso-ji, il tempio più antico, grande e popolare di tutta Tokyo. La leggenda dice sia stato costruito nel VII secolo da due pescatori che avevano recuperato dal fiume una statuina d'oro della dea Kannon. In occasione del Sanja Matsuri, il terzo weekend di maggio, milioni di persone assistono alla sfilata di un centinaio di mikoshi (templi portatili), mentre nella quotidianità è frequentato da chi prega per avere il coraggio di affrontare una prova importante, da chi consulta le scatole degli oracoli o da chi si sofferma a respirare i benefici vapori dell'incenso.

  • Palazzo Imperiale di Tokyo
    Natthapon Ngamnithiporn/123rf
    Palazzo Imperiale di Tokyo

    Dalla Tokyo Station, attraversando il quartiere della finanza, si arriva al Palazzo Imperiale di Tokyo che dal 1868, anno in cui l'imperatore Meiji trasferì la capitale da Kyoto, è residenza ufficiale principale dell'Imperatore del Giappone. Da non perdere Higashi-Gyoen (Giardino Orientale) a cui si accede attraverso la porta Ote-mon. Qui alberi maestosi, prati verdi e una incredibile quantità di fiori costeggiano le enormi mura scure, eredità del vecchio castello di Edo, che circondano il palazzo. Foto d'obbligo dal celebre ponte Nijubashi.

1

Questo itinerario di due giorni, suggerito da Tokyo Tourism, è un aiuto prezioso per vivere la città in poco tempo ma al massimo dell'efficenza. Una città come Tokyo è ricca di luoghi iconici da visitare; dai templi più antichi, dove si respira incenso e misticismo, ai grandi angoli cittadini pixellati dai maxi schermi. Per chi ha poco tempo, ma vuole vivere al meglio l'esperienza di Tokyo, questo itinerario è da aggiungere alla lista. Sfoglia la gallery!

0 Mi piace 0 Non mi piace
Pubblicato il 16/04/2018 3 condivisioni
Twitter Facebook Google+