• Menu Esci
  • Easyviaggio, offerte viaggi
    • Voli
    • Hotel
    • Vacanze
    • Destinazioni
    • Per saperne di Più
      • Idee di viaggio
      • Campeggio
      • Itinerari di viaggio
      • Autonoleggio
      • Community
      • ComparatoreGreen
  • Connettiti
Città del Messico: 10 scheletri pre-aztechi formano una spirale
Pubblicato il 10/02/2018

CulturaMessico

Twitter Facebook 1 condivisione

A Città del Messico, nei pressi di Tlalpan, gli archeologi dell'INAH nel 2006 hanno rinvenuto una tomba contenente 10 scheletri pre-aztechi di diverse età. Cosa rappresentano?

Il Palazzo delle Belle Arti a Città del Messico

Il Palazzo delle Belle Arti a Città del Messico
© vincentstthomas/123rf

Il sacrificio umano e i rituali funebri erano un'aspetto molto importante per la cultura e la religione azteca. Ma possiamo dire lo stesso per la popolazione che abitó secoli prima il Messico? Il ritrovamento di scheletri o di strumenti per rituali di epoca precolombiana, nei luoghi che un tempo costituivano la Mesoamerica, non é certo una novità per gli archeologi o per gli storici. Le domande sorgono quando ci si trova davanti a fatti o reperti di cui sappiamo ben poco. Dal 2006 il ritrovamento, avvenuto nei pressi della città coloniale di Tlalpan a Città del Messico, sembra essere riuscito a smuovere l'equipe di archeologici per la sensazionale scoperta. In una tomba antica di 2400 anni, gli archeologi del National Institute of Anthropology and History (INAH), hanno rinvenuto gli scheletri di 10 persone di età differente al di sotto dell'Università Pontificia.

"I corpi prendono la forma di una spirale, posizione che fa parte di un preciso rituale" spiega Mauricio Marat del Mexico's National Institute Of Anthropology And History.
La spirale é formata con gli arti degli scheletri intrecciati e rappresenta un'inedita caratteristica mai vista prima nei passati rinvenimenti funerari o rituali. Gli archeologi dell' INAH, che lavorano al caso dal 2006 hanno ricosciuto, tra i dieci corpi, quello di due donne, di un uomo, di un bambino e un neonato di circa un mese. Seguono tutti lo stesso andamento: la testa del primo poggiata sul petto dell'altro con gli arti intrecciati l'uno alla schiena dell'altro a formare una spirale votiva. È palese che non si tratta di una posizione naturale ma decisa da altri. La spirale è stata interpretata come il "cerchio della vita" vista la differenza di età dei soggetti.
Le diverse fasi della vita è il tema principale, mentre il cranio leggermente deformato potrebbe accostare i defunti ad un preciso ceto sociale o esprimere il loro desiderio di accostarsi all'immagine delle divinità. L'importanza e i perchè dei rituali sacrificali è indubbia, ma i metodi di pratica sono tutt'ora quasi del tutto sconosciuti. Sorgono delle domande: sono veramente tutti morti per il rito funebre? Le cause della morte non sono ancora chiare, né si può stabilire se effettivamente morirono tutti insieme.

Dal National Institute Of Anthropology And History arriva una grandiosa notizia. Quasi certamente gli scheletri appartengono a una popolazione pre - azteca che abito' per circa cinque secoli questa zona. Il lasso di tempo cade a cavallo tra due epoche cruciali: quella Zacatenco tra il 700 e il 400 a.C. e quella Ticoman, tra il 400 e il 200 a.C. Nel periodo Zacatenco si svilupparono le principali civiltà messicane.
La scoperta avvenuta nel 2006 e ancora studiata, potrebbe portare maggiori informazioni per aggiungere altri tasselli alla storia precolombiana.

La cittadina coloniale di Tlalpan

La cittadina coloniale di Tlalpan
© larujr/123RF

Tlalpan è una delle 16 delegazioni del Distrito Federal ; venne inglobata nell'agglomerato urbanistico di Città del Messico diventando parte della città. Ancora oggi mantiene peró le sue caratteristiche perché si presenta come un delizioso quartiere coloniale con un particolare stile architettonico. La piccola cittadina offre molte attrazioni turistiche per trascorrere un pomeriggio lontani dalla confusione della città.

La piazza principale nominata "Plaza de la Constitución" è incantevole e offre la vista sul centro "storico" di Tlalpan con alcuni piccoli ristoranti, caffetterie e i venditori di strada e negozi che circondano la piazza stessa. Mentre si ascolta musica dal vivo si possono assaggiare le varie pietanze tradizionali messicane o bere dell'ottimo caffé. Da non perdere è la visita al mercato della città dove vedrete oggetti e tessuti realizzati a mano. Di notte l'edificio del vecchio municipio viene illuminato, il centro di Tlalpan è un vero gioiello. Se anche in mezzo alla città avete voglia di trovare un po' tranquillità in natura, potete visitare il Bosco di Tlalpan o Bosque de Tlalpan. Il luogo ideale per passeggiare o per fare trekking, ci sono anche giochi per bambini come scivoli e altalene ed è possibile vedere molti uccelli e scoiattoli in libertà.