Pubblicato il 05/11/2019

#Cultura #Regno Unito

Guy Fawkes Night: l'Inghilterra celebra il 5 novembre

"Remember, remember the 5th of November," la frase ormai è diventata un ritornello, ma sapete da dove è tratta? Il 5 novembre è una festa popolare in Inghilterra, viene ricordato un evento storico significativo per il Paese: la cosiddetta "Congiura delle Polveri", che minacciò di far saltare in aria il Parlamento la notte del 5 novembre 1605...

<strong></strong>

© Jaromir Urbanek/123RF

"Ricorda per sempre il 5 novembre", una storica filastrocca per bambini si è trasformata in un mantra grazie al successo cinematografico della pellicola "V per Vendetta" (2005), tratta dalla graphic novel di Alan Moore.
Quella del 5 novembre è diventata la data simbolo della ribellione al potere, l'emblema di una giornata rivoluzionaria che rappresenta il tentativo di creare un nuovo ordine sovvertendo la tirannia delle autorità. Nella scena finale del film vediamo milioni di persone invadere le strade di Londra con il volto coperto dalla celebre maschera del loro eroe-liberatore.

La Bonfire Night

La realtà non è poi tanto diversa: ogni anno la notte del 5 novembre le strade del Regno Unito pullulano di una folla di gente travestita con l'iconica maschera di Guy Fawkes; ma per una ragione totalmente differente.
L'Inghilterra intera, il 5 novembre, celebra la Bonfire Night - la cosiddetta Notte dei Falò - festeggiando la sventata "Congiura delle Polveri", storico complotto che minacciò di assassinare Re Giacomo I.
La tradizione è anche conosciuta con il nome di "Guy Fawkes Night" in ricordo del temibile attentatore: colui che nella celebre pellicola viene osannato come un supereroe, nella realtà era un nemico pubblico che l'Inghilterra rievoca ancora con terrore.
In occasione del 5 novembre il fantoccio di Guy Fawkes viene bruciato tra le fiamme dei falò e dei fuochi artificiali.

<strong></strong>

© SUNG KUK KIM/123RF

È una notte straordinariamente pittoresca per Londra, che si illumina di un suggestivo spettacolo pirotecnico. Le strade si animano di gente in una specie di moderna rievocazione storica volta a celebrare il fallimento dell'attentato.
Ci sono bancherelle, street food, luci e musica. I bambini portano in giro il pupazzo chiedendo "a penny for the guy" e con il denaro ricavato fanno esplodere micce, petardi e fuochi d'artificio in ricordo della "Congiura delle Polveri."
Gli eventi e le celebrazioni solitamente durano una settimana intera nel Regno Unito, dal 1 al 10 novembre, creando un'atmosfera di folcklore carnevalesco che a molti ricorda Capodanno, soprattutto per la solenne abbondanza di fuochi e falò che illuminano il cielo autunnale.

<strong></strong>

© Andrew Norris/123RF

La Congiura delle Polveri

Ma cosa accadde davvero la notte del 5 novembre?
Nel 1605 un gruppo di cospiratori cattolici riempì trentasei barili di 2500 Kg di esplosivo con l'intento di accendere la miccia non appena il Re Giacomo I avesse varcato la soglia del Parlamento.
L'esplosione avrebbe ucciso all'istante tutti i membri della Camera dei Lord e il Re stesso, ma non solo, avrebbe anche causato ingenti danni agli edifici circostanti, provocando addirittura il crollo dell'Abbazia di Westminister.
Tuttavia uno dei congiurati, Mark Tresham, ebbe un ripensamento all'idea che l'esplosione avrebbe assassinato anche i membri cattolici del Parlamento; e tradì.

Voir cette publication sur Instagram

Remember, Remember, the Fifth of November! ?? ?? ?? The annual #NovemberFifth #LewesBonfire procession in Lewes, England moves through the streets as the Bonfire societies' members #parade with 17 burning crosses to commemorate the memory of the seventeen Protestant martyrs during the traditional #BonfireNight events that commemorate #GuyFawkes, who planned the failed 1605 #GunpowderPlot attempt to blow up The Houses of Parliament by a group of English Catholics. Bonfire night celebrations often end with the burning of an effigy of a popular hate figure or a 'guy' representing Guy Fawkes. | November 05, 2018 | ??: @jackwyntaylor | #GettyNews

Une publication partagée par Getty Images (@gettyimages) le

Tresham inviò una lettera a Lord Monteagle per avvisarlo del pericolo imminente.
Le guardie fecero improvvisamente irruzione nelle cantine sottostanti l'edificio e vi trovarono il capo della congiura, Guy Fawkes, nascosto tra i barili di polvere da sparo.
Fawkes venne arrestato e imprigionato nella Torre di Londra, solo dopo settimane di tortura si decise a confessare il nome dei suoi complici. Il 31 gennaio del 1606 Fawkes e gli altri membri di quella che sarebbe poi passata alla storia con il nome di "The Gunpowder Plot" furono giustiziati nella pubblica piazza, in seguito i loro corpi furono squartati e sottoposti a ogni genere di vilipendio per mostrare al popolo cosa sarebbe accaduto ai traditori della monarchia inglese.

Il Re decise inoltre di istituire una festa nazionale nella giornata del 5 novembre per celebrare lo scampato pericolo. Prima della pubblicazione del fumetto e del successo planetario del film, erano in pochi a conoscere il nome di Guy Fawkes: perlopiù cittadini britannici, oppure bambini che venivano pedissequamente istruiti dai libri di scuola sull'importanza storica della "Congiura delle Polveri" e costretti ad imparare a memoria la filastrocca nazionale dedicata al 5 novembre.

Gli eventi in Inghilterra

Dopo Halloween, la "Guy Fawkes Night" è senz'altro una delle feste più popolari in Inghilterra.
Spettacoli e fuochi d'artificio si tengono come da tradizione in tutti i parchi e i quartieri di Londra: alcuni sono completamente aperti al pubblico, altri a pagamento.
È usanza tipica anche mangiare fuori casa, consumando cibi e leccornie per le strade o camminando all'aria aperta: per l'occasione si preparano le jack potatoes (le patate al cartoccio) oppure le bonfee apples (le mele caramellate).
L'evento più spettacolare è il Lewes Bonfire Celebrations, una serie di festeggiamenti che si celebrano nella cittadina di Lewes, nei pressi di Brighton, dove sette compagnie amatoriali si sfidano nella costruzione del falò più grande sul quale verrà bruciato il fantoccio di Guy Fawkes. La festa è arricchita da sfilate in costume, fuochi d'artificio, e spettacoli teatrali.

<strong></strong>

© Marcin Mierzejewski/123RF

Un altro evento da perdere è nella cittadina di Ottery St Mary, nel Devonshire, dove si tiene la celebre tradizione chiamata The Tar Barrels (letteralmente "i barili di catrame") durante la quale dei coraggiosi figuranti portano sulle spalle botti piene di catrame infuocato.
La manifestazione si tiene puntualmente ogni anno il 5 novembre, ed è senz'altro la più adrenalica e caratteristica rappresentazione della Congiura delle Polveri.

La maschera di Guy Fawkes

Il volto bianco dalle folte sopracciglia arcuate e i baffi arricciati all'insù è la famosa effigie caricaturale di Guy Fawkes, una maschera sotto certi aspetti spaventosa - dall'espressione arcigna e cattiva - che tuttavia è diventata l'emblema planetario della rivoluzione.
La tradizionale maschera viene indossata in occasione dei festeggiamenti del 5 novembre e non solo, molte organizzazioni politiche e anarchiche - tra cui la celebre Anonymus - ne hanno fatto il loro simbolo identitario.
Nel corso del 1800 lo stesso Guy Fawkes ha subìto una rivalutazione storica, in quanto figura rivoluzionaria e quasi profetica.
La sua identità rimane tuttora ambigua, in bilico su una sottile linea di confine: da un lato il pericoloso attentatore che stava per sovvertire il governo britannico; dall'altro l'uomo disposto a lottare e ad essere torturato fino alla morte pur di difendere i propri ideali.

Il successo della riproduzione cinematografica "V per Vendetta" ne ha fatto un eroe: il protagonista V si ispira infatti alle gesta del cospiratore britannico per liberare il Paese dalla dittatura del partito nazionalista.
Il nome di Guy Fawkes è quindi diventato rappresentativo della lotta di milioni di persone in tutto il mondo contro il dominio incontrastato dell'economia, il controllo mediatico, l'abuso di potere.
Il 5 novembre era originariamente una congiura religiosa che avrebbe messo a repentaglio le sorti di un intero Paese; oggi è diventata una data metaforica, simbolo della resistenza a ogni forma di tirannia o controllo delle masse.

Altri articoli proposti dall'autore