Pubblicato il 09/06/2020

#Ecoturismo #Svizzera

Monte Verità in Svizzera: un santuario di natura e arte

Natura, cura, arte e cultura sono le radici del Monte Verità, che proprio quest'anno tutti possiamo riscoprire. Un tuffo nella storia e nella natura più autentica del Locarnese.

La Svizzera riaprirà le frontiere con tutti gli Stati UE/AELS e con il Regno Unito il 15 giugno. Ciò vale dunque anche per l'Italia, che ha già soppresso unilateralmente le restrizioni all'ingresso nel proprio territorio dal 3 giugno. Questo è un ottimo motivo per scoprire la storia del Monte Verità, ad Ascona. - ©Boris Stroujko/123RF

Storia

Centoventi anni fa un gruppo di giovani riformisti battezzava la collina Monescia di Ascona, in Svizzera,, Monte Verità, un luogo perfetto per vivere in armonia con la natura, trovare nuovi equilibri, realizzare progetti, coltivare sogni e utopie. Dal 1900 in poi il monte Monescia sopra Ascona diventò un polo di attrazione per chi cercava una vita "alternativa". Questi riformatori, i quali cercavano una terza via tra il blocco capitalista e quello comunista, finirono col trovare casa nella regione dei laghi del nord Italia.

Visualizza questo post su Instagram

#ascona #ticino #travel #amazing #istagram #europe_vacations #eurotrip #istangramphoto #photographyislife #lagomaggiore #lago #lake #tessin #monteverità #montagna #montaña #bosco #bosque #natura #naturaleza

Un post condiviso da Todo tiene un significado (@aalma_libera) in data:

La colonia alternativa e vegetariana d'inizio Novecento segnò la nascita del mito del Monte Verità, con la presenza di artisti, anarchici, filosofi e pensatori, come pure di ospiti illustri tra i quali Hermann Hesse. Dopo un breve periodo nei primi anni venti, nel quale alcuni artisti espressionisti crearono un piccolo centro d'arte, la collina asconese fu acquistata dal banchiere e collezionista d'arte tedesco barone Eduard von der Heydt. Il Monte Verità divenne allora un moderno centro alberghiero che accolse grandi personalità del mondo artistico, politico e culturale.

Il complesso alberghiero quest'anno narra la propria storia più che mai. Le camere sono tutte dedicate ai personaggi che hanno fatto di questo luogo una meta, riportando biografie che raccontano aneddoti di ieri e di oggi. Nel parco, intorno all'edificio principale costruito nel '27 in stile Bauhaus, sono distribuite altre strutture del complesso alberghiero. Affacciata sulla piantagione di tè, svetta Villa Semiramis, in stile Art Nouveau, costruita nel 1909, mentre completamente immerse nel bosco si trovano Casa Marta e Casa Monescia, spesso luoghi di residenze d'artista, che consentono agli ospiti di vivere l'esperienza del Monte in totale indipendenza e autonomia.

Percorso

Innumerevoli sono i modi per vivere il parco: percorrere il percorso museale e culturale, visitare la casa del te, passeggiare nei sentieri ammirando le diverse varietà di piante esotiche, seguire il percorso magnetico "Arcobaleno di Chiara", godere il panorama sulle valli ticinesi ed il Lago Maggiore dai quattro punti panoramici, giocare a tennis, o semplicemente rilassarsi sulla terrazza del ristorante Monte Verità. Tutto l'essenziale per staccare la spina!

Visualizza questo post su Instagram

Exhibition Design?? Museo di Casa Anatta, Fondazione Monte Verità.?? ?? Monte Verità is a site of extraordinary cultural significance. There are very few places that have hosted so many different artistic, utopian, and cultural communities in the early twentieth century.?? ?? CCRZ contributed on various levels to the project of refurbishing and reopening of the Museo Casa Anatta in Monte Verità's cultural complex. The heart of the project was the meticulous reconstruction of the exhibition ?Monte Verità ? Le mammelle della verità?, created by Harald Szeemann in 1978. Treated as a single work of art, every element was reconstructed with the utmost respect for the original intentions of the curator, analyzing and reproducing materials and techniques used. Treated as a single work of art, every element was reconstructed with utmost respect for the original intentions of the curator, analyzing and reproducing materials and techniques used. For Museo Casa Anatta we developed also the design of the new permanent exhibition ?Le verità di una montagna?, we designed the reception area and the visual communication of the Museo Casa Anatta. ?Finally, we designed a new signage system for the whole park of the museum complex.?? ?-????? #studioCCRZ #CCRZexhibition #exhibitiondesign #monteverita #museocasaanatta #haraldszeemann #fondazionemonteverita #signage #signagedesign #bauhaus #bauhausdesign

Un post condiviso da studio CCRZ (@studioccrz) in data:

Le proposte sono tante, così come i motivi per trascorrere una giornata al Monte Verità. Info: https://www.monteverita.org/it
Fonte: Comunicato Stampa