Pubblicato il 29/06/2019

#Da non perdere #Italia

Il fascino del Summer Jamboree, l'evento più rock and roll e retrò d'Europa

Immaginate una spiaggia rovente, strade assolate percorse da vecchie Cadillac, una rotonda anni Trenta, vestiti anni Cinquanta, gonne ampie che si muovono a ritmo di rock and roll e swing. Piedi nudi che ballano fino a notte fonda il meglio della musica americana degli anni Quaranta e Cinquanta: benvenuti al Summer Jamboree, "The hottest Rockin'Holiday On Earth". Un'atmosfera unica e suggestiva che, giunta ormai alla sua ventesima edizione, colorerà Senigallia dal 31 luglio all'11 agosto.

<strong> </strong>

© Nestor Rizhniak /123RF

Lungo la costa marchigiana, nella provincia di Ancona - ai piedi di colline verdeggianti e a ridosso dell'Adriatico - esiste un luogo che tra la fine di luglio e gli inizi di agosto compie un vero e proprio magico salto nel passato, abbandonando la sua identità più contemporanea. Si tratta della "spiaggia di Velluto", la vivacissima Senigallia.

Da venti anni - nel cuore dell'estate - la cittadina cambia il suo aspetto, divenendo scenario perfetto e peculiare del Summer Jamboree: il Festival Internazionale di Musica e Cultura dell'America anni Quaranta e Cinquanta più rock and roll d'Europa che anche quest'anno colorerà Senigallia dal 31 luglio all'11 agosto.

Strade invase da affascinanti e colorate Cadillac, da reboanti Harley-Davidson, da auto d'epoca che ricordano qualche pellicola anni Cinquanta. Piazze che divengono sale da ballo all'aperto - dipinte da camice hawaiane, rossetti e gonne ampissime, svolazzanti, dal punto vita strizzato che volteggiano a passo di swing e rock and roll. E poi ancora musica ovunque, le raggianti e allegre melodie che hanno reso celebri gli american negli anni Quaranta e Cinquanta suonate rigorosamente dal vivo o emesse da preziosi vinili. Un mercatino vintage in cui poter trovare un jukebox d'epoca e vestiti variopinti. Per non parlare poi dei costumi in stile pin-up in spiaggia e della festosa - nonché simbolica - Rotonda a Mare, un esempio di architettura balneare che ha avuto negli anni Cinquanta e Sessanta il suo momento di gloria.

Voir cette publication sur Instagram

#SummerJamboree2018 #SummerJamboree #Senigallia #marche #ShareTheLight Ph. @marcomatteucciphotography

Une publication partagée par Summer Jamboree (@summerjamboree_official) le

Quella del Jamboree è l'atmosfera più rétro e roccheggiante dell'estate europea! Nasce nel cortile di una scuola, dalla passione di Angelo Di Liberto, direttore artistico del Festival, e di Alessandro Piccinini, responsabile della comunicazione.

Un passato rock and roll tutto da scoprire

A dare il via a questi magici giorni dal sapore tutto americano di swing e rock and roll fu l'amore innato di Angelo Di Liberto per il mito americano degli anni Cinquanta. Ciò che si voleva realizzare ben diciannove anni fa era provare a trasmettere questo peculiare lifestyle all'intera comunità di Senigallia - scegliendo di non rinchiudere lo spirito rétro nelle mura nell'originalissimo showroom vintage di Di Liberto.

Come racconta quest'ultimo in un'intervista, ideare il Festival è stato per lui "naturale": "vivo in questo lifestyle", dichiara l'ideatore, "da circa 35 anni". E prosegue affermando che "il periodo dalla fine degli Anni Trenta all'inizio dei Sessanta mi appartiene e mi rispecchia, e poi si riflette sul festival. Sono anni nei quali ho scoperto esserci un crocevia fondamentale per design, moda e musica". Un'allegria edificante e contagiosa che emergeva dal bisogno di positività, dalla necesità di risollevarsi dal dramma della guerra: "si veniva fuori dal dopoguerra, c'era voglia di cose belle".

La sfida di trasformare il forte interesse in un grande evento collettivo venne lanciata nel 2000, precisamente il 20 agosto. Il primo Summer Jamboree durò un giorno e, come ammesso dal suo stesso ideatore, "fu realizzato con pochi fondi nel giardino di una scuola". A suonare dal vivo furono tre band - una country, una rock and roll e una swing: "uno spaccato di quel ventennio musicalmente ben raccontato. Poi c'erano le prime bancarelle che hanno continuato a seguirci da quella prima edizione e poche macchine d'epoca. Oggi sono quasi cento".

Sebbene il suo ideatore avesse spiegato quale fosse l'idea alla base del Festival, agli albori - in quel faticoso ma eccitante primo anno - l'amministrazione locale sembrò non essere molto fiduciosa. Ma il numero di persone accorsa sin dalla primissima edizione eliminò ogni dubbio. D'altronde ogni anno la proposta artistica di Di Liberto ha puntato sulla qualità musicale e su di un realismo scenografico spontaneo ma impeccabile. Il Summer Jamboree ha accolto negli anni artisti iconici, degni rappresentati dello swing, del rock and roll, del rockabilly, del country, del doo-wop, del rhythm'n'blues.

Voir cette publication sur Instagram

pics from the history of the #summerjamboree????????? ????????? Summer Jamboree 20th Anniversary????????? #Senigallia 31 july / 11 August 2019????????? The Hottest Rockin' Holiday on Earth!????????? ????????? ROCK'N'ROLL IS A STATE OF THE SOUL????????? #Senigallia 14 june / 29 September 2019????????? Immersive Exhibition????????? more info coming soon... ????????? ????????? You will be amazed ?????????? #RocknRoll #sharethelight????????? ????????? ??photo @d.feltrin @raycollinshotclub @docpukymusic

Une publication partagée par Summer Jamboree (@summerjamboree_official) le

A rendere vivi i palchi di Senigallia sono stati grandi nomi del panorama internazionale quali Chuck Berry, Ben E. King, Gaynel Hodge, Fluke Holland, Jerry Lee Lewis e molti altri. E, sin dagli albori, a ritmo di musica si muovono sulla spiaggia, nelle piazze, nello storico stabilimento Il Mascalzone, esordienti, curiosi e ballerini professionisti di boogie woogie, swing, lindy hop che da tutto il mondo raggiungono Senigallia. Accanto alla musica, al ballo e al mercato vintage di modernariato, il Summer Jamboree propone sin dal 2006 nelle sale del Teatro Fenice un affascinante e irriverente Burlesque Show, durante il quale si è esibita per la prima volta in Italia anche la celebre Dita Von Teese.

Senza dubbio un evento di tale portata non solo ha permesso la riqualificazione locale, ma ha anche ha favorito la notorietà dell'intera regione Marche. "Ormai il Summer Jamboree" , spiega Di Liberto, "è un festival delle Marche e non più della città". Al suo fondatore, infatti, è andato il premio speciale "Orgoglio Marchigiano nel Mondo".

Voir cette publication sur Instagram

#SummerJamboree #2018 - Prefestival - Day 3 www.summerjamboree.com #ShareTheLight #SummerJamboree2018 Full video on Facebook and Youtube

Une publication partagée par Summer Jamboree (@summerjamboree_official) le

Edizione 2019, il Jamboree Festival celebra i suoi primi venti anni

Un'atmosfera gioiosa, vivace e autentica - quella del Summer Jamboree - che ogni anno travolge la città e accompagna i partecipanti in un clima magico, davvero unico. Anche quest'anno, durante la ventesima edizione del Festival, a precedere il vero e proprio evento saranno tre giorni di Pre Festival. Dal 31 luglio al 2 agosto l'atmosfera inizierà a scaldarsi e si accenderanno i motori: ma a dare il via alla settimana più rock and roll d'Europa sarà il 3 agosto. Un programma intenso e accattivante che ha come protagonisti i tre palchi sui quali si esibiranno musicisti provieniente da tutto il mondo: il Main Stage - Foro Annonario, Stage Giardini della Rocca e Stage Piazza Garibaldi.

A celebrare il ventesimo compleanno di questo imperdibile evento sarà Rock'n'Roll is a state of the soul, una mostra immersiva curata dal Summer Jamboree e dal Comune di Senigallia in collaborazione con la regione Marche. Venti sale divise tra Palazzo del Duca e Palazzetto Baviera che ospiteranno fotografie e stampe originali di street style e moda vintage, nonché video appartenenti alla cultura americana degli anni Cinquanta e Quaranta. Ad essere esposti saranno anche gli scatti di fotografi che hanno immortalato le mirabilie del Summer Jamboree, descrivendone la bellezza: tra i tanti nomi, si annoverano opere di Giovanni Cocco, Luca Locatelli, Pippo Onorati, Amedeo M.Turelli.

Voir cette publication sur Instagram

ROCK'N'ROLL IS A STATE OF THE SOUL ?????????? SUMMER JAMBOREE 20th Anniversary ????????? IMMERSIVE EXHIBITION????????? A Senigallia (Ancona), dal 14 giugno al 29 settembre 2019????????? Palazzo del Duca e Palazzetto Baviera????????? IL ROCK'N'ROLL RACCONTATO nelle esclusive FOTOGRAFIE D'AUTORE del Festival Summer Jamboree a Senigallia, ?città della Fotografia? ????????? ALL'INTERNO DELLA MOSTRA PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA La maxi installazione Wall of Wonder alta 2,50 mt e larga 2,20 per la visione di un intero Burlesque Show olografico virtuale a grandezza naturale in anteprima mondiale messo in scena da Eve La Plume, la regina del burlesque in Italia.????????? ????????? #astateofthesoul #summerjamboree ????????? ????????? ROCK'N'ROLL IS A STATE OF THE SOUL ?????????? SUMMER JAMBOREE 20th Anniversary????????? IMMERSIVE EXHIBITION????????? In Senigallia - "City of Photography" from 14 June to 29 September 2019????????? Palazzo del Duca and Palazzetto Baviera????????? Admission Adults ?12.00 / Under 18s ?10.00 ????????? Opening hours: Tuesday to Sunday (including holidays) from 5pm to 11pm ????????? (closed Mondays) last admission 10.45pm.????????? During the Summer Jamboree the Exhibition will be open every day from 5pm to 1am????????? ????????? As part of the exhibition: The Wall of Wonder installation featuring a Hologram Burlesque Show: the world's first full and life-size burlesque show brought to you by virtual holographic technology You will be amazed ? #sharethelight #RocknRoll #Senigallia #marche #italy #Exhibition #Immersive #mostrafotografica #mostra #fotografie

Une publication partagée par Summer Jamboree (@summerjamboree_official) le

Per placare la curiosità e conoscere i nomi di tutti coloro che scalderanno la scena di questo agosto 2019 vi riveliamo qualche indizio, ma per saperne di più non dimenticate di consultare il sito www.summerjamboree.com: Aaron Dunmore, Miss Betsy Rose, Jimmy Clanton, Jimmy Gallagher, Alex Mendham and his Orchestra, Big Boy Bloater Blues Trio, Don Diego Trio. Quanto agli altri artisti, lasciamo a voi la scoperta.

D'altronde basta lasciare emergere qualche numero, qualche dato, per mostrare la fama mondiale di cui ormai il Summer Jamboree gode: la scorsa edizione, la diciannovesima, ha registrato una media di 35/40 mila presenze giornaliere. Numeri che ci auguriamo aumentino ancora di più: un evento, quello del Jamboree, unico al mondo nel suo genere e che merita di essere vissuto almeno una volta nella vita! Siete pronti a scaldare i motori, a tirare fuori il vostro animo vintage e a ballare senza sosta?

Voir cette publication sur Instagram

Here's wishing all you Fujiyama mamas and far-out sisters a rockin' International Women's Day! #WomensDay #everyday #AllSheWantsToDoIsRock #march8 #8marzo #festadelladonna Ph @guidocalamosca @gianlucarossetti.it

Une publication partagée par Summer Jamboree (@summerjamboree_official) le

Altri articoli proposti dall'autore