• Connettiti
Siberia: alla scoperta della "terra che dorme"
Pubblicato il 30/01/2018

CulturaRussia

Twitter Facebook 3 condivisioni

Dalla natura maestosa e incontaminata alle tradizioni e leggende degli abitanti, dalle fredde temperature invernali alla scoperta della flora e fauna estiva: per voi la Siberia raccontata in dieci foto.

  • Twitter
  • Facebook
  • Siberia:
    Siberia: "La terra che dorme"

    È un territorio dell'Asia settentrionale e si estende in longitudine dal piede orientale dei monti Urali fino alle rive dell'Oceano Pacifico, in latitudine dalle catene dei monti Altaj e dei monti Saiani fino alle rive del mare Artico. 13,1 milioni sono i km quadrati del territorio siberiano tutto compreso nella Russia. La Siberia non è solo una regione della Russia, ma ne ricopre il 75% della superficie. È un'area vastissima caratterizzata peró daisoli 3 abitanti per km quadrato, è un luogo formato da diverse regioni tra le quali Yakutia e Krasnoyarks (maggiori per estensione territoriale).

  • Fino a che punto può spingersi la temperatura?
    Fino a che punto può spingersi la temperatura?

    Il clima della Siberia è di tipo continentale, caratterizzato da inverni lunghi e freddi e da estati brevi e abbastanza calde. Nella Siberia occidentale le temperature oscillano tra i -20 °C ai 20 °C. Nella Siberia orientale gli inverni si fanno freddi e estremi, le temperature arrivano anche a -60 °C. In pieno inverno la durata del giorno varia dalle 21 ore di metà luglio, alle 3 ore di dicembre nella zona più a nord della regione.

  • La città vecchia e fredda: Yakutsk in Russia
    La città vecchia e fredda: Yakutsk in Russia

    Capoluogo della Sacha-Jacuzia, a 50 km dalla Russia, venne fondata nel 1632 sulla riva destra del fiume Lena dalle truppe cosacche comandate dall'esploratore Pëtr Ivanovi Beketov. È la città più fredda della terra, in gennaio con 3 ore di luce solare le temperature toccano i -42 °C, mentre in alcuni villaggi si arriva anche ai -47 °C. Nel 1861 a Yakutsk venne registrato il valore della temperatura minima assoluta ovvero di -64,4 °C.

  • La ferrovia Transiberiana
    La ferrovia Transiberiana

    La ferrovia percorre la bellezza di 9.198 km da Mosca a Vladivostok, è la ferrovia che attraversa l'Europa orientale e l'Asia settentrionale, che collega le regioni industriali e la capitale russa, alle regioni centrali della Siberia arrivando fino a quelle orientali. Ci vuole un'intera settimana per poter percorrere tutto il tragitto della celebre ferrovia. L'intero percorso attraversa sette fusi orari, 87 paesi e città e 16 grandi fiumi. In tutto il viaggio si compone di 1000 fermate!

  • La ricostruzione di un gulag sovietico
    La ricostruzione di un gulag sovietico

    La Siberia descritta come la "terra di confine", durante la seconda guerra mondiale divenne il luogo dei Gulag sovietici, i campi di concentramento. In foto abbiamo la ricostruzione di uno di questi, qui si commemora il tragico destino del popolo polacco deportato in Siberia con "treni diretti a nessuna parte". Alcuni di questi sono ancora funzionanti.

  • Il vulcano della penisola della Kamcatka
    Il vulcano della penisola della Kamcatka

    È uno stratovulcano ed è il monte più alto della Siberia situato nella penisola della Kamcatka con i suoi 4.750 metri di altezza (alto poco meno del Monte Bianco). Il nome del vulcano é Klyuchevskaya Sopka ed é considerato un luogo sacro. Il vulcano è al centro di molte leggende una di queste afferma che sia il posto dove la Terra ha avuto inizio.

  • Datsan, il palazzo della Dea bianca Tara a Buriazia
    Datsan, il palazzo della Dea bianca Tara a Buriazia

    Ci sono varie credenze in Siberia, principalmente il Cristianesimo ortodosso, il Buddismo tibetano e l'Islam. Una delle aree buddiste più famose della Siberia è la Repubblica di Buriazia, luogo mistico con un complesso di templi nei pressi della capitale Buryat. È situata nella regione centro meridionale della Siberia, sulla costa orientale del lago Bajkal. Si dice che nel 2013 il presidente Putin arrivó in Buriazia per "sostenere una conversazione" con Itigilov, un vecchio lama che avrebbe 163 anni.

  • Lago Bajkal
    Lago Bajkal

    Il Lago Bajkal, posto sotto la protezione del patrimonio dell'Unesco nel 1996, è un lago della Siberia meridionale. Entrato a far parte della lista delle sette meraviglie della Russia e con una superficie di 31 722 km², é uno dei laghi più grandi della terra e il più profondo del mondo (1.642 metri). Si trova a 1 200 m sotto il livello del mare, ed é ricco di biodiversità: 1.340 specie di animali (745 endemiche) e 570 specie di piante (150 endemiche). Nel mese di gennaio il lago è percorribile con ogni mezzo, anche pesante come camion, grazie allo spessissimo strato di ghiaccio.

  • La città di Novosibirsk
    La città di Novosibirsk

    Novosibirsk è un'importante snodo per i trasporti (ferrovie e autostrade), vi passa la ferrovia Transiberiana. Venne fondata nel 1893 con il nome di Aleksandrovskij, in onore dello zar Alessandro III. È la prima città della Siberia in cui è stata costruita la metropolitana con un ponte lungo 2120 metri. Attualmente la città offre ben 12 stazioni metro.

  • Flora e fauna
    Flora e fauna

    In Siberia la natura si erge maestosa e incontaminata davanti al viaggiatore. Le acque azzurre dei laghi ghiacciati e le silenziose foreste bianche di abeti, conifere e betulle ricoperti di muschi e licheni accolgono insetti, roditori, uccelli, orsi, lupi e palmipedi. La renna è l'animale più comune. La particolarità di questo luogo è la varietà paesaggistica: steppa, foreste, taiga, tundra, grandi catene montuose, dune sabbiose, laghi, fiumi, paludi, cascate, ghiacciai, altopiani e vallate completamente ricoperte di ghiaccio e neve.

1