• Connettiti
Print your city: a Salonicco la svolta ambientale
Pubblicato il 07/02/2019 1 condivisione

AmbienteGrecia

Twitter Facebook 1 condivisione

Un progetto davvero ambizioso quello di Salonicco, dove i rifiuti in plastica vengono trasformati in arredo urbano grazie alla stampa 3D.

L'inquinamento da plastica è una delle emergenze ambientali globali più gravi dei nostri tempi. Con una produzione di plastica in vertiginosa crescita su scala mondiale, che raddoppierà i volumi attuali entro il 2025, lo stato d'inquinamento da plastica dei mari del Pianeta è destinato solo a peggiorare. Complice della situazione attuale è senza dubbio il fallimento del sistema di riciclo, più volte invocato come soluzione del problema sia dalle grandi multinazionali che dai decisori politici, ma che risulta inefficace ad arginare questa grave emergenza ambientale. (Fonte: GREENPEACE)

<strong></strong>
© Iurii Kovalenko:123rf

L'idea della trasformazione dei rifiuti in pezzi di arredo urbano parte in realtà da Rotterdam; qui infatti, lo studio di design olandese The New Raw ha avviato il suo primo Zero Waste Lab.
L'obbiettivo dei due architetti (Panos Sakkas e Foteini Setaki) fondatori dello studio di design, è quella di "chiudere i cicli di vita dei materiali rafforzando la produzione locale". Ed è proprio quello che stà accadendo a Salonicco, dove i cittadini sono invitati a raccogliere i loro rifiuti plastici e portarli nel laboratorio, dove verranno realizzati pezzi di arredamento urbano.

Il laboratorio, chiamato "Waste Lab Zero", dotato di braccio robotico per la stampa 3D e relativi impianti di riciclaggio, ha il compito di sensibilizzare i cittadini sull'importanza di un buon riciclo. Il Lab è aperto a tutti coloro che sono interessati ad apprendere le tecniche di riciclaggio della plastica, cosa significa economia circolare e diventare progettisti attraverso il riciclo. Anche Coca-Cola ha deciso di appoggiare l'iniziativa.

Sul lungomare di Salonicco, sono stati istallati i primi arredi urbani creati la scorsa estate con l'aiuto della stampa 3D. L'iniziativa ha avuto enorme successo, tanto che i cittadini hanno presentato oltre 3000 progetti sul sito dedicato all'iniziativa!

Voir cette publication sur Instagram

Today is the last day of our 3D printed installations at Thessaloniki's harbourside. They will pop up at another spot of the city soon, so stay tuned ?? #zerowaste #zerowastecities #cocacolagreece #3dprinting #thessaloniki #skg #plastic #recycle #upcycle

Une publication partagée par PrintYourCity (@printyourcity) le

The New Raw dimostra come abbellire le nostre città partendo dal gesto oramai irrinunciabile del riciclo della plastica.
Sappiate che, in Italia, solo poco più di 4 su 10 vengono effettivamente riciclati, 4 invece vengono bruciati negli inceneritori- una pratica tutt'altro che priva di conseguenze negative per l'ambiente e considerata come extrema ratio nella gestione dei rifiuti nell'ambito dell'economia circolare ? e i restanti immessi in discarica o dispersi nell'ambiente. (Fonte: GREENPEACE)