• Menu Esci
  • Easyviaggio, offerte viaggi
    • Voli
    • Hotel
    • Vacanze
    • Destinazioni
    • Per saperne di Più
      • Idee di viaggio
      • Campeggio
      • Itinerari di viaggio
      • Autonoleggio
      • Community
      • ComparatoreGreen
  • Connettiti
Presepi Viventi: le rappresentazioni più famose in Italia
Pubblicato il 27/11/2018

Da non perdereItalia

Twitter Facebook 7 condivisioni

L'Italia ha una ricchissima tradizione quando si tratta di presepi e celebrazioni natalizie; ma sapete quali sono i presepi viventi più belli del nostro paese? Easyviaggio vi porta alla scoperta di 10 rievocazioni particolarmente affascinanti per la loro storia, messa in scena, grandezza e per darvi anche uno spunto su quali visitare nelle prossime vacanze natalizie!

La rievocazione vivente della Natività

La rievocazione vivente della Natività
© anyka/123RF

Genga (Abbruzzo)

È a Genga, in provincia di Ancona, che va in scena quello che è considerato il presepe vivente più grande d'Italia, e forse al mondo (sicuramente per estensione, con una superficie coperta di circa 30.000 metri quadri), e che ha come sfondo le spettacolari Grotte di Frasassi. Nato nel 1981, il presepe conta oggi circa 300 figuranti che si impegnano a far rivivere non soltanto le scene che hanno fatto da cornice alla storia della nascita di Gesù, ma anche le tradizioni che hanno costituito la storia del territorio: risalendo il sentiero che porta al Santuario di Frasassi si vedranno pastori e contadini, e poi calzolai, fabbri, falegnami, scultori e ricamatrici con i loro strumenti. Una rievocazione al tempo stesso storica e spirituale vista da più di 380mila persone,e che quest'anno avrà luogo il 26 e il 30 dicembre.

Voir cette publication sur Instagram

Grotta, Natività

Une publication partagée par Alessandra Pagani (@alessandra.pag) le

Greccio (Lazio)

Il presepe di Greccio è considerato il più antico al mondo. Fu qui che San Francesco d'Assisi fece allestire, durante la notte di Natale del 1223, la prima rievocazione della Natività in Italia, dopo aver visto quella di Betlemme. Per questo motivo, il Presepe Vivente di Greccio celebra giustamente anche la sua storia: la messa in scena con i figuranti è volta a celebrare infatti, una eccezione unica in Italia, proprio la storia del presepe stesso, nonché quella del suo ideatore, San Francesco. Vengono formati sei quadri viventi accompagnati da musica e luci, per uno spettacolo davvero suggestivo. Quest'anno, il presepe vivente sarà visitabile il 24 dicembre alle 22.30; il 26, 30 dicembre, 1, 5, 6, 7 gennaio alle 17.30.

Voir cette publication sur Instagram

Greccio.Il Santuario di San Francesco.nel 1223. #photography#naturephotography#shots_of_italia#bellitalia#photoshop#macrophotography#flowers#architettura#rome#roma#animals#fruit#garden#archeology#medioevo#borghitalia#borghidellazio#fotografia#travel#greccio

Une publication partagée par @ farshifathi le

Custonaci (Sicilia)

Quello di Custonaci, in provincia di Trapani, è un appuntamento molto importante nelle tradizioni natalizie e non natalizie della Sicilia. Sono oltre 160 gli interpreti che prendono parte alla rappresentazione nella grotta Mangiapane, tra artigiani, artisti, e figuranti locali, in una messa in scena che prevede l'utilizzo di fiaccole, padelle romane e lanterne a petrolio. Con questa grandiosa opera, la città di Custonaci diventa la Città Mediterranea del Natale: a scaldare l'atmosfera anche concerti, mostre ed eventi culturali, ludici e gastronomici. Il Presepe Vivente di Custonaci sarà visitabile nelle giornate del 25, 26,29,30 dicembre 2018 e in quelle del 4, 5, 6 gennaio 2019.

Voir cette publication sur Instagram

#grotte #travel #cave #nature #italy #custonaci #photography #sicilia #picoftheday #sea #italia #landscape #mer #photooftheday #grotta #instagood #photo #mare #fotografia #pic #follow #like #underground #trapani #viaggiare #instapic #europe #paysage #bhfyp

Une publication partagée par Presepe Vivente di Custonaci (@presepe_vivente) le

Morcone (Campania)

A Morcone, in provincia di Benevento, va in scena un presepe vivente molto particolare: non si tratta infatti di una rappresentazione delimitata a una certa area della città, ma è piuttosto la città intera che si mette in scena: le strade e le case sono addobbate in modo tale da diventare parte integrante della scenografia della narrazione natalizia, mentre l'antica vita del borgo viene ricreata attraverso l'operato di artisti di strada e artigiani e integrata in quella di tutti i giorni. Poco fuori dal borgo, invece, nella cornice di un bellissimo scenario naturale, viene rievocata la Natività, con il suggestivo arrivo dei pastori illuminato da centinaia di fiaccole. Il presepe va in scena il 3 e 4 gennaio 2018, con due fasce di visita (15:30 e 17:30).

Voir cette publication sur Instagram

Foto by Andriana Gallinella © #ilpresepenelpresepe #3/4gennaio #Morcone #sannio #campania #benevento #presepevivente

Une publication partagée par Il Presepe Nel Presepe Morcone (@il_presepe_nel_presepe) le

Matera (Basilicata)

A testimoniare che i Sassi di Matera sono uno scenario perfetto per la rievocazione della Galilea di due millenni fa, ci hanno pensato numerose produzioni cinematografiche come "Il Vangelo secondo Matteo" di Pier Paolo Pasolini o "La passione di Cristo" di Mel Gibson. Nella splendida cornice dei Sassi, vengono rappresentate otto scene lungo i "vicinati" del Sasso Caveoso. Tra le ambientazioni ricreate, anche la Corte di Erode e la Domus Romana, che vi sorprenderanno per il loro realismo grazie alla supervisione di Cinecittà Studios e dall'Accademia di Belle Arti di Bari. A rendere speciale il presepe vivente di Matera anche spettacoli e manifestazione che vanno avanti tutta per tutta la stagione invernale. Nelle sue ultime edizioni il presepe vivente ha avuto anche dei temi sacri: quest'anno sarà "La Perdonanza". Il presepe può essere visto in diversi momenti dal 7 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019.

Voir cette publication sur Instagram

#materapresepevivente #sassidimatera #tradizioneitaliana #like4like #instagram #cool #traveling #travelingram

Une publication partagée par ??Peater?? (@peater81) le

Tricase (Puglia)

A Tricase, in provincia di Lecce, un'intera collina - il monte Orco - viene trasformata nella Betlemme di 2000 anni fa, per uno dei presepi più grandi d'Italia: 200 figuranti, 50 scene ricreate e 35mila lampadine utilizzate per illuminare lo scenario rendono il Presepe Vivente di Tricase, giunto alla sua 39esima edizione, una grande festa e testimoniano la sua spettacolarità e il suo successo. Anche a Tricase, la rievocazione storica si coniuga con quella folkloristica, con la gente del posto pronta a fare un salto indietro nel tempo e a far rivivere i tipici mestieri salentini, in uno sfondo ameno che difficilmente potrà lasciare indifferenti. Il 6 gennaio, poi, si svolge la tradizionale sfilata dei personaggi del presepe, nel loro costume d'epoca. Le serate di apertura saranno dal 25 al 30 dicembre, il 1 e dal 4 al 6 genanio, dalle 17 alle 20:30.

Voir cette publication sur Instagram

Presepe Vivente di Tricase // #presepe #vivente #tricase #presepevivente #presepevivente2017 #presepeviventetricase #artigiani #natale #christmas #wood #salento #salentoview #salentogram #igerspuglia #pugliagram #puglialife #igersitalia #igerspuglia #firstpost #photography #photooftheday #picturepeople #amazingshot #winter #2018

Une publication partagée par Perfect Is Boring (@valeriano_pellegrini) le

Dogliani (Piemonte)

Nel centro storico di Dogliani, in provincia di Cuneo e nel mezzo della regione delle Langhe, viene messo in scena uno dei presepi più grandi del nord Italia: 350 personaggi, tutti attori non professionisti, animano botteghe, locande e case tradizionali, in una rievocazione particolarmente sentita e partecipata. Già a ottobre cominciano i preparativi di questo presepe, tagliando la legna e le stoppe di granoturco per preparare le torce e gli arredi delle botteghe, per un risultato davvero coinvolgente: quando l'illuminazione pubblica viene spenta e si accendono le fiaccole per tutte le vie, i visitatori entrano a far parte della rievocazione tra i vari mestieranti, mentre Maria e Giuseppe passano a dorso dell'asinello in mezzo alla gente, che si prepara poi a seguirli sotto la grande Stella Cometa che sormonta il presepe vivente. Il grande spettacolo del Presepe Vivente di Dogliani può essere visto solo nelle sere del 23 e del 24 dicembre.

Voir cette publication sur Instagram

Around the corner .. ???? #Langhe #weekendoff #autumn

Une publication partagée par Chiara Gozzelino (@clairegzz) le

Montefiore Conca (Emilia-Romagna)

Montefiore Conca, in provincia di Rimini, fa parte dei borghi più belli d'Italia e accoglie un presepe vivente davvero curato e originale, giunto alla sua 27esima edizione. Le sue strette stradine sono infatti il set dove viene ricreata idealmente la Betlemme del passato, in un viaggio suggestivo che vede il cammino dei Re Magi, gli artigiani che si affaccendano nelle botteghe, i fornai che cuociono il pane il cui odore si diffonde nelle vie, accompagnato da quello dell'incenso e delle spezie. A ricreare questo scenario i volontari di questo paesino di 2000 abitanti, che cercano di renderlo il più accurato possibile: e ce ne si accorge quando si entra nella sala di Erode, dove il re spietato è intento a degustare vino sdraiato sul suo triclivio, mentre la semplice stalla accoglie la nascita del Bambinello. Il Prespepe Vivente di Montefiore Conca va in scena dal 26 al 30 dicembre 2018.

Voir cette publication sur Instagram

Around the corner .. ???? #Langhe #weekendoff #autumn

Une publication partagée par Chiara Gozzelino (@clairegzz) le

Equi Terme (Toscana)

Per la 30esima edizione del il Presepe Vivente di Equi Terme, in provincia di Massa Carrara, è previsto un evento davvero speciale: un treno a vapore partirà dalla stazione di Viareggio per raggiungere la cittadina toscana; per chi lo desidera, è prevista anche una visita guidata della locomotiva. Tra i suoni delle zampogne, i mestieri più vari sono presenti nel presepe: dal ciabattino al pittore, dall'arrotino alla cartomante, con un occhio di riguardo alla lavorazione della lana e delle altre fibre tessili: le filatrici, la tessitrice e la cardatrice (che si occupa della pressatura della lana e della sua trasformazione in feltro) sono le rappresentanti di quest'antica arte che trova il suo posto in una rappresentazione dettagliata e verosimile. Il presepe di Equi Terme sarà aperto il 23 e 24 dalle 20:30 alle 23:30 e il 25 e 26 dalle 18:00 alle 21:00.

Voir cette publication sur Instagram

Percorrendo le vie del borgo arriverete sulla sommità del paese dove vi troverete di fronte il campanile della chiesa di S.Francesco... un punto panoramico sulla vallata di Equi Terme. ??????Venite a trovarci per la XXX Edizione del #PresepeVivente ?????? ??23-24-25-26 Dicembre 2018?? #presepeviventeequiterme #presepevivente2018 #natività #natale #natale2018 #christmas #christmasmagic #christmaseve #campanile #borgo #borghitalia #borghiditalia #beniculturali30 #lunigiana #alpiapuane #toscana #tuscany #magicnight #night #nightpics

Une publication partagée par Presepe Vivente Equi Terme (@presepevivente.equiterme) le

San Biagio (Lombardia)

Anche a San Biagio, in provincia di Mantova, va in scena una rappresentazione particolarmente votata al realismo, e giunta ormai alla sua 26esima edizione: sotto l'organizzazione dall'Associazione Notte di Luce e della Parrocchia di S.Biagio, oltre 150 attori si impegnano al massimo nel tentativo di trasformare il il campo sportivo vicino alla chiesa parrocchiale nello scenario della Natività. In un'atmosfera calda e partecipata, in un silenzio carico di trepidazione, le musiche sacre, i canti e le letture di brani tratti dal vangelo scandiscono dapprima la vita quotidina di Betlemme e poi gli eventi dell'Annunciazione, la Visitazione di Maria Elisabetta e l'annuncio dell'Angelo a Giuseppe, fino alla nascita di Gesù e all'adorazione di pastori, Magi e di tutti i figuranti. Il Presepe Vivente di San Biagio è visitabile il 25, 26, 30 dicembre 2018 e il 6 e il 13 gennaio 2019 dalle 16 alle 18:30.

Voir cette publication sur Instagram

#natività #presepevivente #sanbiagio #natale2017 Il popolo che camminava nelle tenebre vide una grande luce....

Une publication partagée par Marco Truzzi (@truzzim72) le