Pubblicato il 27/09/2018

#Ambiente #Ungheria

Pop-up park: un'ondata arcobaleno per riqualificare la Budapest abbandonata

Un parco temporaneo con colorate panchine di design, aree per il work out e alimentato ad energia solare. Verrà smontato a fine ottobre in attesa della riqualificazione di una delle piazze centrali di Budapest: è il parco Pop-Up di Városháza Park.

Budapest è una città dove le aree verdi non mancano

Budapest è una città dove le aree verdi non mancano © Kittikhun Prakrajang/123RF

Un bellissimo parco temporaneo colora il centro di Budapest: gratuito ed eco-friendly è una bella iniziativa, esempio virtuoso di riqualificazione dei luoghi abbandonati. Si chiama Pop-Up Park ed è opera dell'ungherese Hello Wood, che ne ha ideato le caratteristiche panchine in legno dal design ad onda, istallato piante mediterranee e aree ben studiate per rendere la zona un ottimo punto di ritrovo estivo e autunnale.

Si trova nel centro di Pest, vicino il City Hall Park, in uno spazio pubblico dimenticato che è stato riqualificato per l'estate come era già successo, con grande successo, l'anno scorso. E quest'anno il parco è ancora più grande e soprattutto colorato: una vera oasi che resterà aperta fino alla fine di ottobre, perfetta per passare le belle giornate ungheresi.

Le strutture create da Hello Wood sono nate per riempire il vuoto lasciato nel Városháza Park, con opere d'arte funzionali che abbelliscono la piazza centrale di Budapest altrimenti vuota. Il primo obiettivo di Hello Wood è stato quello di creare delle panchine sinuose come onde che potessero accogliere i cittadini e i turisti. E lo sforzo dell'organizzazione è stato ripagato nell'estate 2017 con parecchi visitatori che hanno affollato il sito. Visto il successo Hello Wood ha deciso di replicare quest'anno, con una nuova versione del parco Pop-Up che strizza l'occhio allo sport e all'ambiente.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Kitty McKinsey (@kittymckinsey) in data:

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Azura Love ???????? (@azuralove) in data:

"Dopo il successo dello scorso anno, abbiamo ancora una volta l'opportunità di tornare con una nuova versione del parco Pop-Up" ha dichiatao a We Love Budapest Dávid Ráday, co-founder e architetto di Hello Wood. "Con questo progetto abbiamo costruito anche una comunità. Amiamo utilizzare opere di design per dare una nuova funzione a luoghi pubblici abbandonati".

Per la realizzazione del parco Pop-Up Hello Wood ha collaborato con il Budapest City Council, per riproporre l'opera di riqualificazione in un'area più estesa e con più funzioni. Il parco è difatti stato stato ampliato con una zona per workout da strada, tavoli con scacchiere e illuminazione d'atmosfera che permette di rimanere all'aperto anche al calar del sole. Ma senza perdere la sua impronta caratteristica

"Il design curvo è rimasto, ma le onde adesso sono ancora più ripide e il tutto più colorato" ha spiegato Ráday. E il parco ha visto l'aumento delle sue panchine e delle piante che lo circondano, tra palme e ulivi per un tocco mediterraneo, perfette per un pic-nic in mezzo al verde. Occhio anche ai visitatori più teconologici quest'anno, con dieci stazioni di ricarica ad energia solare installate da Patio, giovane startup ungherese, che permettono di trasformare il parco in un piccolo ufficio all'aperto.
E, come anticipato, uno spazio è dedicato anche agli amanti dello sport, con tavoli da ping-pong e da Teqball, sport ungherese che combina il tennis da tavolo al calcio.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da krisztian.horvath (@krisztian.horvath) in data:

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Grégory Dassié (@gregdassie) in data:

"Il parco è aperto a tutte le 24 ore del giorno, accessibile a tutti i ceti sociali: il turista in viaggio che arriva in città dall'aeroporto, l'uomo d'affari che pranza, gli anziani locali che si incontrano per rilassarsi e chiacchierare o i senzatetto" spiega Hello Wood. "Volevamo che questo senso di democrazia fosse sintetizzato dal POP-UP Park, uno spazio unico e gratuito messo insieme in collaborazione con il Comune di Budapest, che ha riconosciuto il potere di utilizzare lo spazio temporaneamente fino al suo sviluppo".

Il parco verrà smontato a fine ottobre, ma visto il successo riscontrato speriamo di rivederlo tornare anche l'anno prossimo, ancora più grande, funzionale e colorato!

Altri articoli proposti dall'autore