Pubblicato il 21/12/2020

#Da non perdere #Italia

Le più celebri piste da sci nel centro e sud Italia

Se volete trascorrere una settimana circondati dalla neve, impegnati con racchette e snowboard, rifocillandovi con piatti deliziosi, dovete provare la settimana bianca nel centro e sud Italia. Ma quali sono le piste da sci più interessanti, regione per regione? Scopriamolo insieme!

Rivisondoli (Abruzzo)

L'Abruzzo è una meta nota. Nessuna malga, nessuna baita dove mangiare strudel con la crema. La bellezza di questa regione sta nella sua ruvidezza, nei mancati tentativi di omologazione alle aspetattive del turista.
Chi viene in Abruzzo d'inverno trova piste sciistiche stupefacenti, per pendenza e curve, come quella di Rivisondoli.
La pista è il comprensorio più esteso del sud Italia, inizia a circa 2000 metri di altitudine sul Monte Pratello di Roccaraso-Rivisondoli ed è lunga più di due chilometri.
A Rivisondoli le piste sono soprattutto nere, adatte a sciatori audaci e intrepidi, amanti della natura selvaggia. - © Stefano Valeri/123RF

Abetone (Toscana)

Abetone, in Toscana, è la località sciistica più celebre della regione, con 50 chilometri di piste.
Sebbene la Toscana non sia celebre per i suoi paeasaggi innevati, piuttosto per le curve sinuose delle colline senesi, anche qui si trovano piste memorabili.
Quando i toscani (e non solo) vogliono sciare si recano ad Abetone, precisamente sul Monte Gomito.
La pista più spettacolare è quella disegnata dallo sciatore Zeno Colò nel 1974 e che da lui ha ripreso il nome.
L'inaspettata bellezza della zona, ammirabile mentre si scivola lungo le pendici del Gomito con una visuale mozzafiato sul paesaggio circostante, si mescola a un altro pregio che non può passare innoservato: l'accessibilità delle piste. Tutti infatti, anche i meno esperti, possono divertirsi sulla neve del monte Gomito senza preoccuparsi eccessivamente dei percorsi. - © giufucile/123RF

Campitello Matese (Molise)

Molise, molise dei nostri cuori... ha poca fama ma tanto da regalare a qualsiasi categoria di viaggiatore questa regione del sud Italia.
La neve, qui, d'inverno cade copiosa senza clamore, i molisani conoscono i fiocchi e i tappeti bianco latte e vi fanno amicizia sin da bambini.
Se desiderate concedervi una settimana tra sci e buon cibo a prezzi contenuti, il Molise è cio che fa per voi.
Il tracciato sciistico più famoso è quello di Campitello Matese che inizia dal monte Miletto, a 1890 metri di altitudine, e da li scende per due chilometri estendosi per 40.
La Pista del Caprio e il tracciato Castello hanno persino ricevuto l'omologazione della Federazione Internazionale di sci per disputare le gare per la coppa del mondo. - © mrkornflakes/123RF

Civitella Alfedena (Abruzzo)

Conta meno di 400 abitanti il paesino di Civitella Alfedena, in Abruzzo.
Incastonato nel verde del Parco Nazionale, Civitella Alfedena vi consente di fare un tuffo nel passato portandovi in una dimensione lenta sospesa in un tempo che è tutto suo.
Già esistente in età romana, la cittadina è stata rasa al suolo durante il periodo delle invasioni barbariche che, purtroppo, non hanno lasciato traccia del suo passato da ex colonia dell'impero.
Da Civitella Alfedena nel raggio di 30 chilometri sono raggiungibili ben sei illustri comprensori sciistici: Pescasseroli (14 km), Roccaraso (15 km), Scanno-Monterotondo e Scanno-Passo Godi (16 km) e i comprensori di Pescocostanzo (17 km) e Campo di Giove-Maiella (28 km). - © Stefano Valeri/123RF

Terminillo (Lazio)

Per i romani è la montagna dove si va a sciare se non si ha la possibilità di uscire dalla regione ma si è appassionati di neve, scarponi e racchette.
Il Terminillo si trova in provincia di Rieti e conta 4 impianti di risalita, 40 chilometri di piste dedicati allo sci alpino e 20 chilometri di tracciati per lo sci nordico.
Inoltre, le piste di fondo del monte Terminillo sono le uniche illuminate di tutto il centro e sud Italia percorribili, quindi, anche dopo il calar del sole. - © Valerio Mei/123RF

Camigliatello Silano (Calabria)

L'avreste mai detto che anche la Calabria possiede delle piste da sci (e, tra l'altro, neanche poche)?
Camigliatello Silano, località montana nel comune di Spezzano della Sila, sulla Sila Grande, si trova a 1272 metri di altitudine ed è una delle zone più richieste dai calabresi per sciare durante i mesi più freddi.
Il tracciato di 2 chilometri sulla Sila centrale è il più esteso altopiano d'Europa nel cuore della Calabria ed è percorribile non soltanto con i classici sci ma anche grazie a delle slitte trainate dai cani...un'esperienza imperdibile. - © Marco Fine/123RF

Etna Nord (Sicilia)

Chi vuole sciare senza rinunciare a una vista stupefacente sul mare non può che scegliere il comprensorio sciistico dell'Etna Nord.
Comune siciliano in provincia di Catania, Linguaglossa è situato sulle pendici dell'Etna a 550 metri di altitudine ed è compreso nei confini del Parco dell'Etna.
Località unica per la fusione di due elementi idealmente antitetici, il mare e la montagna, l'Etna Nord offre la possibilità di sciare su piste rosse, tra i 1800 e i 2400 metri di altitudine, con lo sguardo perso nello Ionio. - © Marco Ossino/123RF

Pollino (Calabria)

Le piste sciistiche del Pollino, in Calabria, si estendono lungo il monte omonimo.
Il Monte Pollino fa parte del Parco Nazionale del Pollino, il più grande d'Italia, situato a cavallo di Basilicata e Calabria, ed è il massiccio montuoso con le cime più alte dell'Appennino Meridionale.
Le piste arrivano a quota 2000 metri e la più celebre è quella di Viaggianello, 22 chilomteri tra Piano Ruggio e Belvedere del Malvento, dove si praticano sci ed escursionismo. - © Daniele RUSSO/123RF

Ci si spinge il più delle volte nel profondo nord Italia, al confine con Austria, Svizzera e Francia per poter trascorrere qualche giorno in relax sulle piste da sci. I turisti del Trentino Alto Adige, della Valle d'Aosta e Lombardia non sono soltanto abitanti delle zone limitrofe ma anche persone che arrivano da lontano: Sicilia, Lazio, Toscana.
Eppure anche queste regioni regalano panorami mozzafiato dove potersi divertire con sci e racchette.
I prezzi sarebbero più contenuti, data la vicinanza delle località, gli spostamenti meno importanti e, in questo modo, anche i viaggiatori con minori possibilità potrebbero approfittare della neve e vivere una settimana immersi in un'atmosfera magica.
Ma quali sono le piste da sci più celebri del centro e sud Italia?
Ecco una lista delle imperdibili!

Altri articoli proposti dall'autore