• Connettiti
In Trentino a piedi nudi nel bosco: arriva la park therapy
Pubblicato il 19/09/2019

NovitàItalia

Twitter Facebook 3 condivisioni

In Val di Rabbi nasce un percorso dedicato alla ricongiunzione tra uomo e natura. La particolarità?
Si cammina rigorosamente a piedi nudi! Togliamoci quindi le scarpe e scopriamo l'itinerario multisensoriale nel Parco dello Stelvio.

<strong></strong>
© antikainen/123RF

È il primo percorso nel bosco da fare a piedi nudi quello nato nel Trentino Alto Adige.
Sembra strano, oggi, pensare di muoversi senza scarpe nel bel mezzo della natura. Eppure i benefici del camminare scalzi sono molti e conosciuti a livello medico.
La letteratura scientifica sostiene da sempre la sua utilità, in quanto migliora la postura, perfeziona l'equilibrio, stimola la circolazione.
Lo sanno bene in Cina, dove il "forest bathing" - letteralmente "bagno nella foresta" - è una tecnica famosa che viene consigliata dai dottori ai propri pazienti.

Voir cette publication sur Instagram

Si inaugura domani, sabato 31 agosto! ?il Percorso A PIEDI NUDI? ??nel bosco in Val di Rabbi, località Coler. Si tratta di una porzione di bosco di circa 500 metri in cui è stato realizzato un percorso dove si alternano sul terreno pietre di fiume levigate, muschio ed erba, pigne secche di abete, ma anche tronchi di abete e larice, per finire con l'acqua di sorgente che scorre limpida (e gelata!). Si tratta del pezzo finale della passeggiata che dalla segheria veneziana di Begoi porta in località Coler, dove si trova il parcheggio in fondo alla valle e dove partono bellissime escursioni (Cascate di Saent, Malga Stablasolo, Rifugio Dorigoni?) e anche il Gioco del Parco (dello Stelvio). Quali sono gli effetti di una camminata a piedi nudi di questo tipo? miglioramento della circolazione sanguigna dell'equilibrio della postura dei dolori alla schiena rafforzamento dei piedi e delle dita dei piedi riduzione dello stress aumento delle energie stimolazione dei sensi aumento del senso di libertà fisica e mentale . . . #valdirabbi #trentino #valdisole #nature #mountains #visittrentino #trentinodavivere #trentinoaltoadige #igerstrentino #mountain #montagna #pontetibetano #italy #trentinodascoprire #rabbivacanze #natura #trekking #landscape #findyourvaldisole #bestmountainsartist #rabbi #mountainsview #photooftheday #valdisolewow #trentinowow #instatrentino #naturephotography #pontesospeso #instanature #cascate

Une publication partagée par ??CÀ DEI DIMARI - VAL DI SOLE?? (@_val.di.sole_) le

In Trentino l'itinerario è lungo 500 metri ed è provvisto di varie superfici calpestabili: erba, terra, muschio, pigne secche, tronchi, pietre levigate e ruscelli. "L'abitudine di immergersi periodicamente in acqua fredda, soprattutto dopo una fase di attività sportiva, è molto importante perché riduce la vasodilatazione e contrasta l'infiammazione dei tessuti sottocutanei." spiega Luca Santoro, angiologo della Fondazione IRCSS Policlinico Gemelli di Roma.
Durante la mezz'ora di percorso entrerete in contatto con la natura attraverso i vostri sensi. Lasciatevi trasportare dal rumore del silenzio.

<strong></strong>
© Jacob Ammentorp Lund/123RF

Al di là del benessere fisico, ridurrete il vostro livello di stress, stimolando una piacevole sensazione di libertà mentale.
Il sentiero è accessibile gratuitamente in ogni periodo dell'anno e si trova in Val di Rabbi, immerso nel panorama del Parco dello Stelvio.
Il percorso di Coler ha però un obiettivo più ampio. Il sogno dei suoi ideatori è infatti fare della Val di Rabbi la "Valle naturale del benessere diffuso"; si aggiungeranno quindi altri sentieri analoghi a questo che consentiranno all'uomo di riscoprire il suo antico legame con la Terra.