• Connettiti
Overboarding su un volo TUIfly: una famiglia viaggia...per terra!
Pubblicato il 24/01/2019 5 condivisioni

CuriositàRegno Unito

Twitter Facebook 5 condivisioni

Altro che Ryanair! La compagnia aerea TUIfly ha fatto viaggiare una famiglia per terra per tutto il volo tra Maiorca e Birmingham, a causa della mancanza di spazio, nonostante avessero pagato un biglietto di 1.450 euro in tre. L'azienda si è scusata, e in un impeto di generosità, ha offerto ai suoi passeggeri di terza classe un risarcimento di ben 33 euro a persona...

A bordo di un aereo TUIfly una famiglia si è trovata per terra...

A bordo di un aereo TUIfly una famiglia si è trovata per terra...
© Christian Heinz/123RF

Ci sarebbe un cambiamento d'aereo dell'ultimo minuto, con una configurazione diversa da quella prevista inizialmente, all'origine di quest'incredibile storia vissuta da una famiglia inglese su un volo tra Maiorca e Birmingham, operato dalla compagnia TUIfly. Un volo del quale si ricorderà sicuramente per parecchio tempo. Il padre, la madre, e la loro figlia di dieci anni, avevano acquistato il biglietto per un totale di 1.450 euro in tre. Ed erano naturalmente in possesso della loro carta d'imbarco, con i sedili già indicati: 41D, 41E e 41F. Se non che una volta arrivati nei pressi della fila 41 loro assegnata, si rendono conto che al posto dei sedili non c'è altro che uno spazio vuoto.

Perché proprio a causa della nuova configurazione dell'areo che è stato mandato in sostituzione di quello previsto, mancano due posti all'appello. Non troppo sconvolto dalla situazione, l'equipaggio segnala alla famiglia che la figlia può sedersi in un posto libero, mentre i due genitori possono utilizzare i due strapuntini per il decollo e l'atterraggio, che dovranno poi lasciare per non disturbare le hostess e gli steward duranti le due fasi. E durante decollo e atterraggio? Non possono che stare seduti nel corridoio! La figlia, non volendo restare da sola, ha deciso di unirsi ai suoi genitori.

Paula Taylor, la madre, ha fatto sapere che TUIfly ha prima tentato di offrire loro un risarcimento di 33 euro a persona, contestato con l'aiuto di un'associazione di consumatori, per poi rimborsare totalmente la famiglia per lo scomodissimo viaggio.