L'Oasi Zegna diventa una meta gourmet
Pubblicato il 12/01/2018

Da non perdereItalia

Twitter Facebook

A partire dal 26 gennaio all'albergo ristorante Bucaneve inizeranno una serie di Cooking Experiences, in cui sarà possibile vedere uno chef di fama internazionale all'opera. Il tutto nella cornice dell'Oasi Zegna, meritoria opera di valorizzazione ambientale pensata dal grande imprenditore tessile.

L'Oasi Zegna è un'area naturalistica protetta e a libero accesso

L'Oasi Zegna è un'area naturalistica protetta e a libero accesso
© Oasi Zegna

L'Oasi Zegna è un'area naturalistica protetta e a libero accesso, che sulle Alpi Biellesi si etende per 100 km2, tra Milano e Torino. È il luogo ideale per attività come lo sci, l'escursionismo, il nordic walking, il mountain biking ed ora è anche una destinazione gourmet. Ma andiamo con ordine.

L'opera di valorizzazione ambientale

L'opera di valorizzazione ambientale
© Oasi Zegna

L'Oasi nasce dal "pensiero verde" di Ermenegildo Zegna, il grande imprenditore tessile. Fin dagli anni Trenta questi mette in atto una grande e meritoria opera di valorizzazione ambientale a Trivero, dove sorge ancora il Lanificio Ermenegildo Zegna. Il progetto ha provveduto alla riforestazione delle pendici della montagna e alla costruzione della strada Panoramica Zegna.
Nel 1993 nasce il parco naturale, che si estende tra Trivero e la Valle Cervo, in Piemonte. Grazie all'impegno che la Fondazione Zegna ha profuso in vari progetti al fianco del Fai - Fondo Ambientale Italiano, l'Oasi Zegna ha ottenuto nel 2014 il patrocinio del Fai. Oasi Zegna ha ottenuto anche il Marchio di Qualità della Federazione Svizzera del Turismo, a seguito di un programma di "miglioramento della qualità" intrapreso dal 2013.

In linea con questa attenzione verso il potenziale della natura, Anna Zegna, nipote di Ermenegildo, ha capito che la foresta ha una sorta di potere curativo dell'anima e del corpo. Insieme a Marco Nieri, autore del libro La terapia segreta degli alberi (Sperling & Kupfer, 2017), ha trovato gli arbusti che, disposti in un un modo ben preciso, sono in grado di creare una particolare energia.

L'albergo Il Bucaneve

L'albergo Il Bucaneve
© Oasi Zegna

A Bielmonte - il comprensorio sciistico cuore dell'Oasi Zegna - a 1500 metri, si trova l'albergo ristorante Il Bucaneve. Si tratta di un piccolo albergo ecologico, di sole 20 camere, tutte diverse l'una dall'altra. Un edificio progettato nel 1963 dal noto architetto Luigi Vietti - l'inventore dello stile "cortinese". Pensato per famiglie e amanti delle attività outdoor. E dopo una giornata di fatica rigeneratrice, cosa ci può essere di meglio di uno sguardo dalla terrazza panoramica, che spazia dalla Pianura Padana fino al Monviso e al Monte Rosa?

Cooking Experience con un grande chef

Cooking Experience con un grande chef
© Oasi Zegna

Il ristorante dell'albergo Bucaneve ha adesso una nuova freccia al suo arco. Per tutta la stagione invernale 2017/2018 lo chef di fama internazionale Giacomo Gallina trasformerà Bielmonte in una meta gourmet. Formaggi d'alpeggio, funghi, gorgonzola, ma anche pesce e tutti i prodotti che si possono trovare fino alla costa ligure. Menu per bambini, sportivi, vegetariani e vegani delizieranno i palati di tutti i tipi di ospiti. Inoltre a partire dal 26 gennaio si darà il via a cinque serate con diversi temi, in cui sarà possibile vedere lo chef all'opera durante una Cooking Experience.