• Connettiti
Stop agli allevamenti di animali da pelliccia in Norvegia
Pubblicato il 15/04/2019

AmbienteNorvegia

Twitter Facebook

Il governo norvegese ha presentato, lo scorso mercoledì, un testo che mira a vietare gli allevamenti di animali da pelliccia entro il 2025. Una misura che soddisfa i difensori degli animali ma non i professionisti del settore.

<strong></strong>
© 12qwerty/123RF

L'associazione norvegese NOAH ha accolto con favore la proposta del governo. Ci sono attualmente 300 allevamenti di pellicce nel paese scandinavo che uccidono ogni anno 700.000 visoni e 110.000 volpi. Questo rappresenta circa l'1% della produzione mondiale di pelle di visone e tra il 2% e il 3% della produzione di pelle di volpe. Nel 2016, l'associzione ha anche organizzato la più grande manifestazione anti-pelliccia in Europa, con più di 13.000 partecipanti per le strade di Oslo.

"Una grande vittoria per gli animali"

In particolare, il disegno di legge inviato al Parlamento vieta il possesso, dopo il febbraio 2025, di animali destinati ad essere uccisi "per vendere o comunque utilizzare la loro pelliccia". Questo divieto è il risultato di un accordo politico raggiunto nel gennaio 2018, quando il governo di destra si è integrato con il piccolo partito liberale, che ha chiesto tale misura.

"Tradimento storico"

Anche se il settore incriminato ha accettato l'idea di uno smantellamento graduale, denuncia il livello della compensazione finanziaria agli agricoltori come un "tradimento storico".
"Ci vengono offerti dei soldi sono ben lungi dal riparare il previsto smantellamento degli allevamenti", ha denunciato Guri Wormdahl, portavoce dell'organizzazione Norges Pelsdyralslag, che rappresenta i professionisti. "Il modo in cui ci hanno vincolato, porterà gli allevatori direttamente in bancarotta", ha detto.

Il governo stima che circa 500 milioni di corone norvegesi (52 milioni di euro) saranno versati agli agricoltori per lo smantellamento o la riconversione delle loro attività. Tuttavia, secondo Norges Pelsdyralslag, l'allevamento di animali da pelliccia impiega, all'anno, circa 500 persone con un fatturato annuo di 300 milioni di corone norvegesi.