Pubblicato il 21/05/2021

#Ambiente #Australia

Continuano a morire i koala australiani

Nel silenzio generale continuano a bruciare, in Australia, ettari di foreste. Ma quando si parla di incendi non si pensa mai a quegli esseri viventi che in questi spazi verdi ci vivono. E' il caso dei koala australiani che continuano a morire bruciati vivi o nelle cliniche veterinarie che si stanno prendendo cura di loro.

Le notizie più recenti riguardavano la morte di un koala, Lewis, salvato dagli incendi che stanno mettendo in ginocchio l'Australia: portato in un centro veterinario per cercare di porre rimedio alle gravi ustioni che affliggevano il corpo del marsupiale, il piccolo è stato sottoposto a una sedazione profonda per interrompere il calvario che stava attraversando.

© federherz/123RF

Ciò che ci si augura è che un episodio singolo, saltato alle cronache per lo strazio che la foto del koala completamente ustionato, ci rimanga addosso, impresso come un marchio indelebile, e non entri a far parte di quella schiera di notizie che poi vengono rapidamente dimenticate a favore di news più succulente.

Perché i koala, in Australia, continuano a morire lasciando, con le loro scomparse, un inspiegabile silenzio che nutre un immobilismo non solo fisico ma anche mentale.
L'habitat naturale di questi marsupiali è a rischio, come ormai gran parte delle superfici verdi del nostro panieta: il disboscamento delle foreste australiane per favorire l'agricoltura sta infatti causando l'annientamento di questa specie animale che il WWF prevede estinta nel 2050.

© Preecha Siriburanakit/123rf

Ma le colpe dell'essere umano non si limitano al desiderio sconsiderato di possesso e ricchezza ai danni di madre natura, le responsabilità sono più lontane e i cambiamenti climatici che osserviamo con sguardo spiazzato altro non sono che il risultato di una politica che dell'altro, fosse esso uomo o albero o animale, poco voleva saperne e oggi, di questa indifferenza, si raccolgono i frutti.

Gli ultimi dati del 2019 raccontano che nelle foreste di eucalipti che ricoprono il territorio australiano vivono tra i 50mila e i 100 mila koala.
Gli incendi che ultimamente hanno colpito il Paese hanno ridotto dell'80 % le foreste di eucalipti esistenti costringendo questi marsupiali, che di eucalipti si nutrono e sui quali vivono, a una morte certa.
Quegli esemplari abbastanza "fortunati" da salvarsi durante gli incendi sono dunque destinati a soccombere per l'assenza di cibo.

Molti koala, poi, perdono la vita nel tentativo di ripararsi dalle fiamme: guidati da un istinto di sopravvivenza cercano il più delle volte di scappare dalle foreste che vanno a fuoco senza purtroppo riuscirsi e così si arrampicano sulle cime degli alberi dove si appallottolano su loro stessi e muoiono bruciati vivi.

Il nostro Pianeta, la nostra stessa umanità si incrinano non appena viene a mancare anche un solo elemento della biodiversità: le morti di questi marsupiali, quindi, ci riguardano più di quanto immaginiamo.

Altri articoli proposti dall'autore