• Menu Esci
  • Easyviaggio, offerte viaggi
    • Voli
    • Hotel
    • Vacanze
    • Destinazioni
    • Per saperne di Più
      • Idee di viaggio
      • Campeggio
      • Itinerari di viaggio
      • Autonoleggio
      • Community
      • ComparatoreGreen
  • Connettiti
Si trova in Messico la città che visse due volte
Pubblicato il 02/08/2020

CuriositàMessico

Twitter Facebook 7 condivisioni

Nel cuore di un semi-deserto, in un paesaggio coperto di zanzare, sorge Pozos, una città accogliente la cui storia mineraria è diventata il suo emblema. Le sue rovine sorprendono costantemente i suoi visitatori. Come la leggendaria fenice, questa città è tornata in vita dopo essere stata abbandonata dai suoi abitanti in due occasioni della sua storia.

Nel cuore del Messico, nel Nord- Ovest nello stato di Guanajato, si trova un'affascinante città fantasma da scoprire: Mineral de Pozos, nota anche come San Pedro de Los Pozos, città mineraria ormai disabitata che cerca però di ritrovare la luce dalle sue macerie. Mineral de Pozos era un importante villaggio minerario durante il periodo di Porfiriat (quel periodo della storia messicana corrispondente alla dittatura di Porfirio Díaz). Tuttavia, si dice che gli abitanti abbandonarono il villaggio due volte, conferendogli il misterioso aspetto di villaggio fantasma.

Mineral de Pozos, Messico

Mineral de Pozos, Messico
©Ivan Kokoulin/123RF

Costruita dai Gesuiti intorno al seicento, divenne subito un importante centro minerario per l'estrazione dell'argento, e tale rimase fino alla metà dell'Ottocento, quando fu abbandonata per l'esaurimento della materia prima. Ebbe una breve ripresa durante la dittatura di Diaz dove vennero create accademie delle arti e dei mestieri, ma durò poco, dopo la Grande Depressione del 1929 la situazione peggiorò al punto che negli anni cinquanta la popolazione contava a meno di 200 anime.

Andare nel centro storico è come tornare indietro nel tempo: ci sono veri e propri monumenti e chiese bizantine che devono essere assolutamente viste (tra queste vi è la Parroquia de San Miguel Arcangel). Non dovete assolutamente perdervi una visita alla casa natale di Diego Rivera, uno dei più famosi muralisti messicani, nonchè marito della pittrice Frida Kahlo.

Mineral de Pozos, Messico

Mineral de Pozos, Messico
©Ivan Kokoulin/123RF

Ora, un progetto culturale a opera di Pablo Rico, un curatore spagnolo, con la collaborazione del segretario del turismo messicano, sta attuando delle restaurazioni della città. La restaurazione della Escuela Modelo è costata circa 4 milioni di euro, e ospiterà un museo, sale mostre, una sala conferenza, ma anche un cinema e un negozio con prodotti d'arte. Sarà un luogo concentrato sulla creazione artistica, una parte dedicata anche a stampa, fotografia, litografia,e arti multimediali.
Una città che torna a vivere!

Cosa vedere e fare nel villaggio

Esplorate i dintorni del villaggio e scoprite i resti di antiche miniere e proprietà. Fate un viaggio a ritroso nel tempo e lasciate che i sentieri e i paesaggi vi raccontino storie e leggende. Parlate con i discendenti degli ex minatori che hanno riportato in vita questo magico villaggio e hanno salvato vecchi edifici, piazze e vicoli.

Mineral de Pozos, Messico

Mineral de Pozos, Messico
© Ivan Kokoulin/123RF

Visitate Rancho de la Lavanda e scoprite le specie e i processi di questo fiore. Soggiornate in una delle meravigliose proprietà e godetevi qualche giorno di tranquillità e relax. Partecipate al Festival del Mariachi a maggio, una delle feste più importanti del paese.
Da provare anche le specialità gastronomiche, anche se bizzarre: bevete la Colonche, che si ricava dal frutto fermentato di un fico d'India rosso; mangiate (anche controvoglia perchè è un'esperienza) le escamoles, deliziose larve di formica e, quando è stagione, provate i gustosi vermi maguey.

Mineral de Pozos, Messico

Mineral de Pozos, Messico
© Ivan Kokoulin/123RF

Se non per la cucina, vale la pena fermarsi a visitare il villaggio di Pozos se siete diretti a Guanajuato, siamo sicuri che ne rimarrete colpiti!