• Connettiti
Ecco le 9 più comuni "trappole per turisti"
Pubblicato il 15/07/2019 13 condivisioni

SicurezzaBelgio

Twitter Facebook 13 condivisioni

I viaggiatori sono spesso vittime di numerose truffe prima e dopo l'inizio della vacanza. Ma non preoccupatevi! Potrete sventare questi imbrogli finché sarete attenti e prenderete le dovute precauzioni nel corso del viaggio. Eccovi 9 esempi delle più comuni "trappole per viaggiatori" a cui seguiranno alcuni consigli utili su come evitarle e godersi la vacanza senza pensieri...

  • Twitter
  • Facebook
  • Truffe sul taxi
    Truffe sul taxi

    Le truffe sul taxi sono probabilmente la trappola per turisti più comune. I tassisti disonesti usano diverse tecniche per spillare denaro extra ai passeggeri. Le più frequenti frodi in cui potrete incorrere includono il trucco del tassametro rotto per farvi pagare più del dovuto, oppure la strategia di allungare il percorso per farvi pagare il doppio della cifra dovuta. Ricordatevi di negoziare la vostra tratta prima di salire sul veicolo e, se nutrite sospetti, seguite l'itinerario con il GPS o Google Maps in modo da essere certi di non venire imbrogliati.

  • Macchine fotografiche rubate
    Macchine fotografiche rubate

    Sfortunatamente il furto della macchina fotografica è una delle più classiche fatalità in cui può incorrere un viaggiatore. In alcuni casi i borseggiatori si camuffano da passanti offrendosi di scattare una foto a voi o ai vostri compagni di viaggio. Ma non appena vi mettete in posa per lo scatto, questi "fotografi volontari" finiscono per fuggire con il bottino. Fate attenzione ai vostri oggetti personali più costosi, come le macchine fotografiche e i cellulari, perché sono prede facili per i borseggiatori, specialmente nei mercati o nei luoghi affollati. Assicuratevi di tenerli sempre vicini a voi e sotto la vostra stretta sorveglianza.

  • Finti receptionist
    Finti receptionist

    Se ricevete una chiamata dal receptionist dell'hotel dove alloggiate prestate molta attenzione a ciò che questa persona vi dice. Una truffa molto comune consiste nel falso receptionist che chiede il numero della carta di credito, affermando che ci sia stato un errore con il pagamento. Non credete a questo genere di chiamata e, se avete dei dubbi, presentatevi direttamente al bancone per assicurarvi che la telefonata provenga effettivamente da uno degli addetti dell'hotel.

  • Finti operatori ATM
    Finti operatori ATM

    A volte può sembrare un'esperienza straordinaria incontare uno straniero gentile pronto a darvi il suo supporto, ma fate attenzione alle persone troppo disponibili. Il trucco più comune avviene quando qualcuno si avvicina allo sportello del bancomat e si offre di aiutarvi ad evitare le spese bancarie dall'estero. Sembra già un atteggiamento sospettoso, non è vero? Alcuni non si accorgono che in realtà questi truffatori cercano di scansionare direttamente la carta di credito con l'aiuto di un dispositivo nascosto. Se vi capita un'occasione del genere declinate immediatamente l'offerta e dirigetevi verso un altro distributore automatico ATM. Un altro consiglio utile: ricordatevi di coprire sempre il vostro codice PIN con le mani mentre inserite il codice.

  • Truffe online
    Truffe online

    Purtroppo le «trappole per turisti» possono essere tese ancora prima che la vacanza abbia inizio. Nel 2018 i turisti britannici hanno perso più di 7 milioni di sterline prenotando hotel su siti web falsi o agenzie viaggio online. Dovete sempre accertarvi dell'autenticità del motore di ricerca che state usando e della sicurezza del sito in cui state navigando. Fate attenzione a indicatori quali il nome del dominio, il lucchetto verde di sicurezza, e la dicitura hptts:// come prefisso del collegamento. Qualsiasi elemento insolito o richiesta avanzata da parte del sito in modalità di pagamento, l'uso di immagini di bassa qualità rappresenta un campanello d'allarme.

1