Pubblicato il 10/10/2021

#Ambiente #Italia

La magia dei borghi italiani in autunno

Paesaggi da favola, avvolti in una cornice naturale dalle mille sfumature. Sagre gastronomiche, tradizioni locali, cantine che aprono le porte al pubblico in occasione della vendemmia: l'autunno è un invito a riscoprire le tradizioni del nostro entroterra. Vi suggeriamo un itinerario tra i borghi italiani che in questa stagione si animano di una magia inattesa...

Il borgo di Isola Santa, Lucca

Nel cuore della Garfagnana si cela un paesaggio d'incanto. Il borgo di Sant'Isola è un sottile lembo di terra affacciato su un lago artificiale, originato da una diga. Nelle acque chiarissime del lago di Vagli si specchia tutto il verde della campagna toscana in un tripudio di colori suggestivi. E' la meta perfetta per una passeggiata domenicale, la vista di questo luogo, permeato da un aura di mistero, non mancherà di affascinarvi. - © stevanzz/123RF

Piazza Bovio, Piombino

Un'immensa terrazza artificiale protesa sullo specchio del mar Tirreno. Piazza Bovio è considerata la piazza più grande d'Europa: le sue dimensioni superano perfino quelle di Piazza dell'Unità d'Italia di Trieste. Alla sua estremità si trova il Faro della Rocchetta, una torre in stile neomedievale. L'ideale per una passeggiata panoramica, da qui potrete ammirare - in una giornata limpida le isole Capraia e del Giglio, persino le coste della Corsica. - © Paolo Querci/123RF

La statua del Gigante di Monterosso

Tra i pittoreschi borghi delle Cinque Terre si nascondono attrazioni insolite. Da non perdere l'enorme statua di Nettuno, alta 14 metri, situata nella spiaggia di Fegina. Il potente Dio del mare sembra emergere dalle acque e adagiarsi sul promontorio roccioso, per sorreggere l'intero borgo sulle sue spalle. - © Roman Rodionov/123RF

Il borgo dipinto di Ogliastro

Nell'entroterra sardo si nasconde un borgo che è un autentico museo a cielo aperto. 150 murales adornano case, palazzi e negozi del centro storico, tra i più colorati e particolari d'Italia. I primi dipinti furono realizzati negli anni della Seconda guerra mondiale in ossequio alla ribellione al nazifascismo; oggi invece la tradizione prosegue grazie all'impegno di artisti e artigiani locali. - © Chris Willemsen/123RF

San Vito Romano, Lazio

Immerso in un'oasi verde, questo antico borgo laziale fu eretto nel 1649 spianando la roccia del luogo. Oggi una parte del territorio si trova ancora arroccata ai piedi del castello. Si possono ancora esplorare il suo centro medievale e le varie chiese, oltre a degustare le specialità tipiche della zona. Ravioli ricotta e spinaci e polenta a fette, una vera delizia! - © freeartist/123RF

Cattolica di Stilo

Ai piedi del Monte Consolino, in Calabria, si trova la chiesetta bizantina di Cattolica. E' un edificio dall'architettura particolare, di forma cubica, dal grande impatto scenico. All'interno si possono ammirare suggestivi giochi di luce tra le volte e le colonne delle navate. La chiesa è immersa nel paesaggio del territorio calabro, tra boschi di betulle, faggi e un folto sottobosco erboso ricco di agrifogli. La meta ideale per una camminata nella natura. - © Yuriy Brykaylo/123RF

Il centro storico di Perugia

Città dall'anima antica, Perugia vanta un bellissimo centro storico circondato da mura risalenti al periodo etrusco. La Fontana Maggiore rappresenta il fulcro della città, assieme a Palazzo dei Priori e Galleria Nazionale. E' la destinazione perfetta per una gita culturale, tra gli affreschi di Raffaello e del Perugino. Da non perdere inoltre il Festival Eurochocolate che dal 18 al 27 ottobre ogni anno raduna in città frotte di "cioccogolosi"! - © Konstantin Kalishko/123RF

Non vi è alcun dubbio, l'autunno è il tempo migliore: temperato, calmo, lento e un po' pigro. Ecco che le foglie ingialliscono tra i rami immergendo il paesaggio in un'atmosfera calda, ovattata, confortevole come i maglioni in lana che tiriamo fuori dall'armadio.
Si accendono i camini, c'è odore di legna bruciata nell'aria, la luce del sole si affievolisce mentre l'umidità della sera si fa più pungente e spinge a rintanarsi nelle case dopo il tramonto a cuocere sul fuoco le castagne raccolte nel pomeriggio.
I weekend autunnali sono un invito al viaggio: l'occasione perfetta per una gita fuori porta, magari non troppo distante, ma sufficientemente lontano da farci scoprire nuove località. I borghi italiani, con il loro deposito secolare di storia e tradizione, sono la destinazione perfetta dove recarsi durante la stagione autunnale.

Tempo di sagre, vendemmia, antiche usanze legate al ciclo della terra: l'Italia si rivela in tutto il suo pittoresco splendore con i boschi tinti di colori caldi, gli sterminati campi brulli, le valli dorate.
Le cantine aprono le porte al pubblico; è il momento giusto per degustare un calice di vino rosso, accompagnato da pietanze di stagione.
Riscoprire i borghi italiani, lontano dalla frenesia delle città, significa tornare indietro nel tempo ritrovando uno stile di vita arcaico, sposato ai ritmi costanti della natura che segue la ruota senza fine del tempo.

Ritroverete tutta l'intensità della stagione più effimera e precaria dell'anno in questi paesini dispersi tra montagne e valli, che paiono sfidare il processo di modernizzazione con il loro orgoglioso isolamento.
Dalla montagna al mare, tra cultura e tradizione, ecco tutte le destinazioni da non perdere per i vostri weekend autunnali.

Altri articoli proposti dall'autore