Pubblicato il 21/08/2018

#Curiosità #Belgio

Le dieci città capitali del turismo intelligente 2019

Il pemio lanciato dal Parlamento Europeo ha rivelato le dieci finaliste dell'edizione 2019 del premio Capitale Europea dello Smart Tourism. Ecco quali sono le città dove il turismo è più "intelligente".

Bruxelles - Belgio

Impegnata a portare avanti il suo slogan di "un mondo per tutti", Bruxelles offre informazioni in una vasta gamma di lingue, e persino in braille! Grandi sforzi sono stati fatti per garantire che la città sia accessibile a tutti, grazie a continui investimenti nel trasporto: è anche disponibile, su richiesta, un servizio Taxibus dedicato ai disabili. Situata lungo la pista ciclabile Brindisi-Londra EuroVello, e con oltre 350 stazioni di noleggio biciclette, Bruxelles è meta perfetta per gli appassionati di ciclismo. I turisti sono invitati a scoprire la diversità culturale dei quartieri della capitale attraverso otto percorsi tematici. Accanto a un'iniziativa di tour a piedi, questi percorsi aiutano a controllare il traffico cittadino. Per tutto il 2018, la città ha anche lanciato una campagna per promuovere Rifiuti Zero e ha varato nuove regole sullo smaltimento dei sacchetti di plastica e si è impegnata a ridurre l'uso di cannucce di plastica nei bar e nei ristoranti. Infine la città offre una "Bruxelles Card", un abbonamento mezzi turistico che consente anche l'accesso a 39 musei con sconti su attrazioni, visite guidate, negozi, ristoranti e bar. - © figurniysergey.com/123RF

Helsinki - Finlandia

Helsinki si è classificata seconda negli Accessible City Award del 2015, e prosegue sulla via dell'innovazione: ha recentemente testato gli autobus senza conducente su strade aperte. Da sempre aperta alla condivisione pubblica dei dati, gratuita fin dal 2009, Helsinki è diventata fucina di innovazioni software. E lo si capisce subito dal bellissimo sito web myhelsinki.com, piattaforma di servizi senza annunci pubblicitari con raccomandazioni dei locali su cosa vedere in città. Aiutanti multilingua sono inoltre posti vicino alle principali attrazioni per aiutare i turisti. Da seguire la Helsinki Road Map a caccia delle attività locali a sostegno della sostenibilità della città. Non solo, il 75% delle camere sono state certificate come eco-friendly. Meta molto ambita, le terme di Helsinki costituiscono parte fondamantale della cultura e dell'identità nazionale finlandese. Rispettose dell'ambiente e realizzate in legno sostenibile, le saune finlandesi sono alimentate da acqua naturale, riscaldamento solare e vento. Nulla di più naturale! - © Ryhor Bruyeu (Grisha Bruev)/123RF

Ljubljana - Slovenia

Per visitare Ljubljana basta fare la card URBANA, per un accesso al sistema di trasporto integrato della città, che include non solo i bus e i trani elettrici a emissioni zero, ma anche il noleggio di bici, ben 580 sparse per tutta la città, e il viaggio in funivia fino al castello di Ljubljana. Vietati i mezzi privati nel centro storico! Una delle capitali verdi d'Europa, il 20% della città consiste in aree naturali protette. In atto anche iniziative per riqualificare le aree degradate. Grande spinta è stata data dal turismo per la promozione di prodotti locali offrendo nelle strutture alberghiere cucina tradizionale, vino e birra sloveni. I turisti possono consultare cosa vedere nel sito web e nella app Visit Ljubljana, disponibili in sei lingue e aggiornati regolarmente con offerte e informazioni. Il WiFree Ljubljana d'altronde offre connessione gratuita nel centro cittadino con oltre 400 punti di accesso. L'11% del budget annuale viene speso per finanziare l'arte e la cultura: per apprezzarla al meglio è disponibile una carta di combinazione biglietti per entrare in 19 musei, gallerie e allo zoo cittadino, oltre che viaggi illimitati sui bus e un pass Wi-Fi di 24 ore. - © xbrchx/123RF

Lione - Francia

L'aeroporto di Lyon-Saint-Exupery è uno dei 25 aeroporti classificati come "carbon neutral". La sostebinilità è difatti una delle priorità della città francese, incentivata dal marchio "Lyon, ville Equitable et Durable" che spinge compagnie, negozi, e produttori a consumi responsabili. Il patrimonio culinario della città è celebrato da film TV, web series e un sito web dedicato a Chef Factory, scuola di cucina con allievi presgiosi come Paul Bocuse e Eugenie Brazier. Marchio di qualità è il "Bouchons Lyonnais", che ha distrubuito 10000 cucchiaini della Chef Factory in dieci città del mondo. Il marchio garantisce che il ristorante si rifà scrupolosamente alla tradizione locale. Da visitare gli storici passaggi segreti disseminati per la città chiamati "traboules" e i Murales iscritti nel patrimonio UNESCO. Entrambe le esperienze dispongono di un'app di realtà aumentata per apprezzarle a pieno! - © www.figurniy.com/123RF

Malaga - Spagna

Malaga testimonia ogni anno un incremento della qualità dell'offerta turistica, che è stata premiata con un continuo aumento dei visitatori che la scelgono come meta: sono stati ben quattro milioni i turisti del 2017! La città del sud della Spagna dispone di una rete di autobus adattata per i visitatori con mobilità ridotta o disabilità visive, e oltre il 50% dei taxi cittadini sono accessibili in sedia a rotelle. Per gli sportivi la città offre ben 43km di piste ciclabili e un servizio pubblico di noleggio biciclette che vanta oltre 26 000 utenti. In appena vent'anni il numero di musei di Malaga è salito da 4 a 37. Oggi ci sono oltre 80 visite al museo ogni 100 pernottamenti e iniziative come il progetto Soho e il White Night Festival offrono momenti unici di riscoperta dell'arte. Questi eventi permettono ai visitatori di provare uno spaccato della vita locale, e hanno reso Malalga una delle destinazioni più alla moda del turismo europeo. - © mfron/123RF

Nantes - Francia

Vincitrice di un'European City Award nel 2013 per l'accessibilità universale e inclusiva, Nantes continua a rendersi tourist friendly. Il 100% dei tram e degli autobus ad alta velocità e l'88% degli autbus regolari sono accessibili ai visitatori a mobilità ridotta. Ai quali, tra l'altro, è riservato l'ingresso gratuito nei musei, così come ai minori di diciott'anni. Nel 1985, Nantes è stata la prima città francese a reintrodurre un moderno sistema di tram, e ha continuato migliorare i trasporti con piste ciclabili, car sharing e bike sharing. Anche Nantes è tappa su due degli itinerari EuroVello, mentre il "Voyage a Nantes" ha creato itinerari per consentire ai visitatori di esplorare le riserve naturali, i vigneti, le cittadine e le spiagge oltre i confini della città. I visitatori di Nantes possono usufruire di utili app, come "Nantes dans ma poche", che consente a residenti e turisti di pianificare il proprio viaggio con i mezzi pubblici o verificare la disponibilità dei parcheggi in tempo reale. Nel 2019, inoltre, verrà lanciato un nuovo sito web dedicato al patrimonio locale allo scopo di creare un'enciclopedia viva realizzata con la collaborazione degli utenti. - © Leonid Andronov/123RF

Palma de Mallorca - Spagna

Palma è dotata di uno straordinario ambiente con risorse naturali. Il governo regionale delle Baleari si impegna a promuovere e guidare il turismo sostenibile per preservare e proteggere le sue isole. Gli sforzi per ridurre le emissioni di CO2 hanno portato a miglioramenti del trasporto pubblico, tra cui una nuova flotta di 95 autobus a gas naturale, mentre i visitatori possono usufruire di BiciPalma: una rete di 290 biciclette a noleggio e 82 km di piste ciclabili. Palma è sede della più grande rete WiFi gratuita in Europa. Ci sono ben 350 hot spot sparsi per la città per rimanere sempre connessi! La cattedrale della città, costruita nel tredicesimo secolo e sede delle opere di Miquel Barcelo e Antoni Gaudi, è il fiore all'occhiello di Palma. La città inoltre offre un ricco calendario di eventi culturali tra cicli lettarari, mostre, festival d'opera e teatro. - © romasph/123RF

Poznan - Polonia

Ingenti sono stati gli investimenti di Poznan nel trasporto alternativo con scooter elettrici, carpooling e city bike, che possono essere prenotati tramite un'app. Il coinvolgimento delle persone con disabilità e delle organizzazioni che li rappresentano nel miglioramento dell'infrastruttura della città è stato un fattore chiave del perché Poznan si è classificata terza agli Access City Awards della Commissione Europea nel 2014. Gli sforzi della città per reinventarsi possono essere visti sul fiume Warta, che attraversa Poznan. Le su rive sono state difatti riqualificate per creare punti ricreativi. La città ha inoltre aderito ad iniziative come CONNECTING NATURE e EnRoute. Per incentivare il turismo fuori stagione Poznan ha lanciato l'iniziativa "Half ?Price Poznan" che offre ai visitatori biglietti a metà prezzo per le principali attrazioni in alcuni fine settimana. E per la stagione estiva la serie di eventi "Summer at the Fair" assicura in tutta la città polacca intrattenimento gratuito dedicato a tutte le fasce di età. - © Maciej Bledowski/123rf

Tallin - Estonia

Classificatasi tra le prime dieci città al mondo in termini di copertura WiFi pubblico, Tallin è una delle città elette da Lonely Planet "Best Vaulue Destination" 2018. Con i suoi quaranta chilometri quadri di parchi e foreste e i 263km di pista ciclabile Tallin è un gioiello da esplorare con mezzi sostenibili. La Tallin card che offre l'ingresso gratuito a 40 tra i migliori musei e attrazioni della città, nonché viaggi gratuiti sui mezzi pubblici, un tour gratuito della città e oltre 30 offerte e sconti, è passata al digitale per azzerare gli sprechi! Un modello in 3D della Città Vecchia è consultabile dai turisti prima della visita effettiva, per scoprire la localizzazione delle principali attrazioni come la Chiesa di San Nicola e il porto di Tallin. Da vedere il Festival della canzone estone, patrimonio orale e immateriale dell'UNESCO e appuntamento culturale importantissimo per gli abitanti della città. - © Volha Kavalenkava/123rf

Valencia - Spagna

Fin dal 1997 Valencia si è dotata di un servizio speciale per assistere i visitatori con disabilità nel godere delle sue bellissime spiagge. La digitalizzazione del turismo procede attraverso applicazioni e siti web e con la piattaforma Valencia Smart City, realizzata nell'ambito del programma europeo SCITHOS per fornire accesso a open data che possano aiutare a gestire il turismo locale. Grande successo ha riscosso inoltre la Valencia Toursit Card, con informazioni geo-localizzate e sconti ai titolari su una miriade di servizi. La città inoltre sta lavorando ad un progetto suggestivo per promuovere la Strada del Santo Graal, custodito nella Cattedrale di Valencia. Un nuovo cammino che potrebbe diventare tappa fissa per parecchi viaggiatori! - © Lipskiy Pavel/123RF

Altri articoli proposti dall'autore