Pubblicato il 07/11/2017

#Ambiente #Stati Uniti

Gli effetti del cambiamento climatico su New York

Ecco il peggiore dei casi: a causa del cambiamento climatico, New York potrebbe essere vittima di inondazioni ogni cinque anni. Scopriamo il perchè insieme.

Immaginate una Manhattan sommersa...

© Elnur/123RF

La Grande Mela potrebbe essere una delle vittime del riscaldamento climatico prima del previsto. Un recente studio ha infatti indicato che New York potrebbe ritrovarsi sommersa da 15 metri di acqua nel 2300. E che ne direste se, l'Oceano Atlantico fosse trasformasse in spiaggia i quartieri di Brooklyn o Manhattan?

New York non puó scappare da queste previsioni, ma potrebbe ridurre le emissioni dei gas effetto-serra, se solo chi è al governo ci credesse. Il climatologo del centro di ricerca, Michael E. Mann, precisa che " se continuiamo a provocare l'aumento del livello del mare, queste previsioni saranno sempre più reali; ma se riuscissimo a scongiurare questa minaccia adottando delle leggi sul clima potremmo migliorare la situazione. Attualmente, i pronostici dimostrano dei cambiamenti insignificanti ad oggi."
Chi se la sente di sedersi davanti a Donald Trump nello Studio Ovale per spiegargli queste cose?

Sapevate che prima della Rivoluzione Industriale, New York subiva delle inondazioni ogni 500 anni? Questo lasso temporale si è ridotto sempre di più; l'ultima inondazione risale infatti al 2005, quella prima al 1970 (25 anni tra le ultime due grandi inondazioni). Secondo alcune ipotesi, la frequenza arriverà a ridursi ancora fino ad arrivare ad un'inondazione ogni 5 anni. Questo fenomeno catastrofico corrisponde ad un innalzamento del livello del mare pari a 2,25 metri.