• Connettiti
Le città più visitate al mondo nel 2018: nella top 20 c'è anche un'italiana
Pubblicato il 10/12/2018 5 condivisioni

CuriositàHong Kong

Twitter Facebook 5 condivisioni

Euromonitor International ha rilasciato la previsione di classifica delle città più visitate nel 2018. Grossa presenza dell'estremo oriente e basse posizioni per gli Stati Uniti. E l'Italia? Solo una città è riuscita ad entrare in top 20... Ecco le prime venti classificate!

  • Twitter
  • Facebook
  • 20. Praga (Repubblica Ceca)
    20. Praga (Repubblica Ceca)

    Apre la classifica Praga, in Repubblica Ceca, con 8,806,700 arrivi nel 2017 e 9,038,900 arrivi previsti entro la fine del 2018.

  • 19. Mumbai (India)
    19. Mumbai (India)

    Al diciannovesimo posto troviamo Mumbai, in India, con 8,984,900 arrivi nel 2017 e 10,670,100 arrivi previsti nel 2018. Vista la forte crescita ci si aspetta l'ingresso in top10 per il prossimo anno.

  • 18. Guangzhou (Cina)
    18. Guangzhou (Cina)

    Al diciottesimo posto Guangzhou, nella provincia di Guangdong, in Cina. 9,004,800 gli arrivi del 2017 e 9,392,000 gli arrivi previsti per la fine del 2018.

  • 17. Taipei (Taiwan)
    17. Taipei (Taiwan)

    Al diciasettesimo posto troviamo la capitale dell'isola di Formosa, Taipei, con 9,273,300 arrivo nel 2017, e una previsione di 9,783,300 arrivi per il 2018.

  • 16. Antalaya (Turchia)
    16. Antalaya (Turchia)

    Sedicesima posizione per Antalya, in Turchia. 9,482,400 gli arrivi del 2017 contro i 10,729,300 arrivi del 2018.

1

Torna l'annuale appuntamento con Euromonitor International, società di ricerche di mercato con sede nel Regno Unito, che ha appena pubblicato il suo rapporto Top 100 City Destinations 2018, una classifica annuale delle città più popolari al mondo sulla base degli arrivi turistici internazionali. Anche quest'anno si conferma potente il richiamo dei centri urbani, con l'ingombrante presenza dell'Asia, che domina la classifica con 41 città in top 100. Se la top 10 è rimasta pressocché identica all'anno precedente, diverse sono le novità della classifica nelle posizioni più basse.

«Giappone e India si sono distinte per la forte crescita degli arrivi in entrata» ha commentato Euromonitor International «Città come Osaka è Chiba hanno riportato una crescita media annua rispettivamente del 43% e del 35% tra il 2012 e il 2017». Altre città da tenere d'occhio Mumbai, Porto e Gerusalemme. Se la prima entrerà in top 10 entro il 2019, la città santa per eccellenza fa sperare in un aumento del 38% del turismo in entrata, grazie alla relativa stabilità e una forte spinta dell'ufficio marketing.

A tenere alta la bandiera europea ci pensano Londra, con il suo terzo posto confermato, Parigi al sesto posto e Roma, che con 9,7 milioni di turisti conquista "appena" il 15° posto della classifica, perdendo tre posizioni rispetto all'anno precedente. Fuori top 20 Milano, Venezia e Firenze, rispettivamente al 32°, 41° e 47° posto.

Basse in classifica le regioni del Medio Oriente e dell'Africa, con luoghi come Jerba e Sousse in Tunisia e Sharm el Sheik in Egitto che escono di classifica per via della diminuzione del flusso turistico a seguiro degli attacchi terroristici. Unica a riprendersi Il Cairo, che si posiziona a metà classifica al 50° posto, con 4,9 milioni di visitatori internazionali attesi.
Deludente la posizione degli Stati Uniti, di cui solo New York riesce ad entrare in TOP 20. Subito fuori Miami, Los Angeles e Las Vegas, rispettivamente al 22°, 27° e 28° posto. Per l'Ufficio nazionale Viaggi e Turismo degli USA (NTTO), il calo del 5% del turismo globale su base annua è stato dovuto ad un "effetto Trump". Nel 2018 una lieve crescita del 2% ha dimostrato una ritrovata fiducia negli USA.

Adesso vediamo insieme quali sono le prime venti posizioni della classifica, per scoprire chi si trova sul podio!