Pubblicato il 27/02/2021

#Cultura #Spagna

Las Fallas : l'appuntamento annuale per visitare Valencia

Paese che vai, festa della primavera che trovi. Ci sono molti modi di festeggiare l' inizio della bella stagione o la fine dell'inverno. Ogni città europea ha le proprie tradizioni e organizza eventi come fiere e spettacoli. In questo caso rimaniamo nei toni caldi e tradizionali di Valencia, che con le sue Fallas, torna ogni anno a far rivivere una delle feste più antiche della Spagna, iniziando dalla fine di febbraio e protraendo i festeggiamenti fino al giorno di San Giuseppe.

Las Fallas, Valencia

Las Fallas, Valencia © Tono Balaguer/123RF

Dal 15 al 19 marzo la città di Valencia si riempirà di colori, persone in maschera e carri allegorici in occasione del "Festival di Las Fallas" che culminerà in un grande falo'. In questi giorni di festa, ogni angolo della città verrà trasformato in uno spettacolo che unisce tradizione, arte e musica per celebrare l'imminente arrivo della primavera.

La Festa del Fuoco

Oggi Patrimonio Immateriale dell'Umanità, questo Festival vanta uan storia molto lunga. Le origini sembrano legate alla tradizione pagana dell'equinozio di primavera; anticamente gli artigiani in inverno, lavoravano nelle ultime ore della giornata, alla luce delle lucerne che appendevano ad un congegno chiamato Parot, simile ad un candelabro interamente in legno. All'arrivo della primavera, per festeggiare la nuova stagione e il fatto di non dover più utilizzare il congegno, quest'ultimi si bruciavano sulla soglia di casa alla vigilia del giorno di San Giuseppe.

<strong></strong>

© Tono Balaguer/123RF

Successivamente il Parot venne ricoperto di vecchi capi di abbigliamento come se fosse un pupazzo dalle sembianze umane, per rappresentare qualche personaggio popolare. Nacque così il Ninot (pupazzo), un elemento fondamentale delle Fallas che, con il passar del tempo, non apparve più come unica immagine isolata, bensì assieme ad altre figure che compaiono nella sfilata dei carri. Un altro importante cambio fu la comparsa del cosiddetto Asunto, l'argomento di solito satirico narrato in chiave umoristica.

<strong></strong>

©Lois Poppleton/123rf

La Cremà, è l'atto finale de Las Fallas, quando tutte le fallas vengono date alle fiamme. Durante la sera del 19 marzo, chiamata la "notte di fuoco", centinaia di "ninots" vengono fatti sfilare lungo le vie della città e poi bruciati in un falo', in modo da rappresentare l'inizio della nuova stagione. E' un momento particolarmente suggestivo e che rinnova l'appuntamento all'anno successivo.

Una festa anche religiosa

Una festa anche religiosa ©Carlos Dominique /123rf

La festa ha anche un aspetto religioso: ogni anno viene reso omaggio alla Virgen de los Desamparados ( Madonna dei senzatetto). Nella piazza ad essa dedicata, una sfilata di donne vestite con i costumi tipici, dà vita alla cosiddetta Ofrenda : offrono dei fiori alla Vergine che vengono posti su una enorme costruzione in legno fino a creare mantello di fiori per la Madonna. L'opera resta esposta nella Piazza per alcuni giorni fin quando i fiori non cominciano a perdere la loro bellezza. Questa festa è molto sentita dai valenziani e tra le più famose delle già famose feste della Spagna, tanto da richiamare migliaia di visitatori dalla penisola iberica e non solo.

Informazioni utili

Scegli tu come arrivare a Valencia: terra, aria o mare!
L'aeroporto dista soli 8 chilometri da Valencia, offre voli regolari giornalieri per le destinazioni nazionali e internazionali più importanti. La città possiede due stazioni ferroviarie, la stazione del Norte, dove opera soprattutto il servizio ferroviario metropolitano (Cercanías), e la stazione Joaquín Sorolla dell'alta velocità.
Inoltre, il porto collega Valencia via nave alle isole Baleari e all'Italia, ed è una meta sempre più richiesta dalle navi di crociera, che attraccano nel molo di Ponente per consentire ai passeggeri di visitare la città per qualche ora.
In macchina, una moderna rete stradale la collega alle principali città spagnole. In particolare, la AP-7, che percorre da nord a sud tutta la costa levantina, unendo Valencia a Barcellona e Alicante, e la A-3, che attraversa il centro della penisola per raggiungere Madrid.

Altri articoli proposti dall'autore