Una passeggiata in Sassonia; tra vino, porcellana e argento
Pubblicato il 19/09/2018 4 condivisioni

Da non perdereGermania

Twitter Facebook 4 condivisioni

Villaggi dall'atmosfera bucolica che si perdono nei dolci pendii su cui si arrampicano le vigne della Sassonia. Pronti a scoprire la Germania di Bacco?

Vista sul Fiume Elba, vicino Meissen

Vista sul Fiume Elba, vicino Meissen
©scimmery/123rf

La regione vinicola più piccola della Germania e la più settentrionale d'Europa è lunga circa 60 chilometri e si snoda lungo la valle dell'Elba, un tratto di circa 20 km del fiume omonimo che scorre costeggiando Dresda (dal 2004 è stata inserita tra i Patrimoni dell'Umanità Unesco). Parliamo della Stada del Vino (Sächsische Weinstraße), patria del Riesling ed il Traminer.

Per più di ottocento anni un'unica dinastia, i membri della casa Wettin, ha governato la Sassonia. Hanno fatto costruire, soprattutto in epoca barocca, numerosi castelli che oggi costituiscono delle mete turistiche da non perdere.Tre furono le attività che resero la Sassionia una dei Bundesländer (Stati Federati) più ricchi e famosi della Germania; innanzitutto il vino, che ha una tradizione lunga 800 anni, seguito dalla porcellana e per ultimo (non che siano da sottovalutare) i giacimenti di argento.

La stada del vino

In appena 13 ettari, in questa piccola regione del vino in Sassonia, si producono vini bianchi di grande qualità, come ad esempio il Müller Thurgau, Riesling, Weißburgunder. Questa lunga e centenaria tradizione, ha rischiato di tirare le somme nella seconda guerra mondiale, a causa della distruzione della zona per i bombardamenti. Fortunatamente, nel 1980 furono ripiantati i vigneti nella valle dell'Elba e nel 1982, con la caduta del muro si è aperta una nuova storica chance per i viticultori.
Lungo il percorso si scoprono le prime viti vicino a Pirna, poi a Pillnitz nei pressi della grandiosa fortezza e infine ai piedi dei castelli di Dresda. Le successive vigne terrazzate si trovano proprio alle porte di Dresda, in direzione di Meissen sui pendii di Radebeul e Coswig e terminano con le romantiche località vinicole sull'Elba, nella zona circostante Diesbar-Seusslitz.

Le vigne terrazzate alle porte di Dresda

Le vigne terrazzate alle porte di Dresda
©mijeshots/123rf

Un interessante modo per conoscere la tradizione vinicola della Sassonia è fare un giro sui battelli a vapore oppure in bicicletta lungo la strada ciclabile dell'Elba costeggiando i sentieri dei vigneti. Oppure, non perdetevi la festa del vino a Radebeul!

Nel cuore vinicolo della regione, tra i paesi di Radebeul, Diesbar Seußlitz e Meissen, si celebra il vino sassone ogni anno! 28 produttori di oltre 200 qualità diverse di vini accolgono i visitatori nelle loro fresche cantine, nei ristoranti o nei giardini soleggiati dei castelli e delle aziende agricole, per celebrare il loro lavoro, offrire degustazioni agli ospiti e mangiare specialità tipiche. La manifestazione avrà luogo il 29 e 30 Settembre 2018.
Un'ottima idea per un weekend autunnale!

Voir cette publication sur Instagram

Nicht mehr lange, dann begrüßen wir zum 28. Herbst- und Weinfest wieder zahlreiche Winzer, Gaukler, Schauspieler, Musiker, Künstler und Besucher aus Nah und Fern in Radebeul! Vom 28. bis 30. September feiern wir den Wein, das Theater und die Fantasie! Seid ihr dabei? #weinfestradebeul #wandertheaterfestival #internationaleswandertheaterfestival #weinfest #radebeul #altkötzschenbroda #festival #fest #theater #wein #winzer #sachsenwein #sogehtsaechsisch #dresden #feiern #traube #umzug #weingutaust #vorfreude #september #herbst #sachsen #germany

Une publication partagée par Herbst- und Weinfest Radebeul (@weinfest_radebeul) le