Pubblicato il 09/11/2017

#Curiosità #Stati Uniti

"Les Oliviers", Van Gogh - cavalletta morta su tela

Il Museo d'arte Nelson-Atkins di Kansas City, durante alcuni studi, ha scoperto una cavalletta morta su un quadro di Van Gogh... 126 anni dopo!

Il pittore non è sicuramente responsabile della morte della cavalletta. Nessun segno di movimento dell'animale è stato trovato sulla tela, questo vuol dire che era già morta quando è "entrata nel quadro". Magari durante il trasporto.

Le sorprese di Van Gogh

© wjarek/123RF

La direttrice del museo Mary Schafer, intenta nello studio al microscopio della tela del famoso pittore olandese, ha fatto una scoperta sensazionale. Il quadro in questione,"Les Oliviers", dopo 126 anni svela un piccolo cadavere sulla sua superficie. Tra le pennellate colorate, la piccola cavalletta è stata incorporata nel celebre dipinto; questa scoperta potrebbe portare a nuove informazioni sulla realizzazione dell'opera.

" Ho dovuto raccogliere un centinaio di mosche sui quattro canovacci che riceverai, senza parlare della polvere e la sabbia", scriveva Van Gogh al fratello Theo nel 1885.
Il pittore olandese non era probabilmente consapevole di aver incluso nell'opera un organismo vivente e la piccola cavalletta è la testimonianza della realizzazione dell'opera in esterno.
" La cosa che mi diverte, è che possiamo immaginare l'artista nell'atto della sua realizzazione; lo possiamo immaginare che dipinge in un campo e che lotta contro vento e insetti e che poi, una volta finito, trasporta la tela tra i campi prima di arrivare a casa" commenta la direttrice del Museo.