Castello di Bran: è davvero il castello di dracula? La risposta non vi piacerà...
Pubblicato il 11/11/2020

CuriositàRomania

Twitter Facebook 6 condivisioni

Quale leggenda nasconde il famosissimo e particolare Castello di Bran? Vampiri? Lupi mannari? Niente di di tutto questo, purtroppo.

Brasov, Transilvania, Romania

Brasov, Transilvania, Romania
©sorincolac/123RF

Il famoso Castello di Bran, meglio conosciuto come castello di Dracula, si trova vicino a Brasov in Transilvania. Si tratta di un monumento nazionale risalente al XIII secolo, ed è una delle principali attrazioni turistiche del paese in virtù della sua età, della sua splendida architettura e della sua storia.

La costruzione medievale e la posizione in alto nelle montagne boscose creano l'ambiente ideale per una favola spettrale. In questo periodo dell'anno, i dintorni del castello sono pieni di persone che fanno escursioni di giorno e di notte (la seconda raccomandata solo per i più coraggiosi!). Un cartello avverte del pericolo a cui si va incontro se si decide di proseguire verso il forte.

No, non ci sono creature strane o vampiri, ma gli orsi bruni frequentano la zona. Il 60% degli orsi bruni europei si trova in Transilvania vicino a Brasov, circa il 3% della popolazione mondiale con un totale di 6.000 esemplari.

Il protagonista

Il protagonista
© ysbrandcosijn/123RF

Il conte Dracula è il protagonista del famoso romanzo di Bram Stoker, "Dracula". Questo personaggio si ispira alla figura reale di Vlad Tepes, il principe di Valacchia, che divenne famoso per il modo in cui uccise i suoi nemici. Ha torturato le sue vittime impalandole su un chiodo e le ha guardate mentre si attorcigliavano dal dolore, dandogli il soprannome di Vlad l'Impalatore.

Ma non è finità qui...

Il castello di Bran attrae per la credenza popolare che lo attribuisce come l'antica residenza di Vlad l'Impalatore. Tuttavia, il sovrano aveva molte residenze in tutta l'attuale Romania, e indovinate? Non ha mai vissuto a Bran. Il suo luogo di residenza principale era il Castello di Poenari in Valacchia.

Voir cette publication sur Instagram

Welcome to Dracula Fortress... #TheTrekker #VisitRomania

Une publication partagée par johnny (@visitarges) le

Vlad l'Impalatore visitò il castello solo per due giorni, quando i suoi nemici lo catturarono e lo rinchiusero in una prigione. L'unico collegamento tra il castello di Bran e il romanzo, può essere ricercata nell'architettura e negli interni. L'autore del romanzo avrebbe potuto ispirarsi alle storie e ai libri che ha letto sulla Romania, ma non vi ha mai viaggiato. Nonostante questo, il Castello di Bran rimane ancora una delle maggiori attrazioni turistiche della Romania e, all'interno, è possibile visionare la sala dedicata all'autore del Best seller che ha reso famoso il sito.

Da sapere: la maggior parte dell'interno del castello è dedicato alla vita della famiglia reale rumena. La regina Maria in particolare, era molto affezionata al castello medievale; fu donato alla famiglia reale nel 1920 dopo l'unione della Transilvania con il Regno di Romania. Alla tanto amata regina viene spesso attribuito il merito di aver riportato il castello al suo antico splendore, commissionando ad un architetto ceco la trasformazione dello stesso nella residenza estiva di famiglia. Dracula, rimane quindi confinato nelle pagine che lo hanno reso celebre.