• Connettiti
L'incanto blu di Hallerbos: una magia tutta primaverile
Pubblicato il 06/05/2019 14 condivisioni

AmbienteBelgio

Twitter Facebook 14 condivisioni

Camminare in un bosco genera sempre particolari emozioni. Un fascino raro, immersivo e meditativo avvolge chiunque decida di addentrarsi tra gli alti fusti e il sottobosco umido. Quando poi si ha la fortuna di esplorare una foresta che si anima di colori e di un'atmosfera rara l'incanto diventa realtà: è ciò che accade ad Hallerbos, in Belgio. Un tesoro naturale che merita di essere scoperto!

<strong> </strong>
© DTImaging/123RF

In Belgio c'è un bosco unico al mondo che in primavera si tinge di viola e incanta ogni visitatore. Si tratta della foresta di Hallerbos, un luogo magico ricco di fascino e poesia. La preziosa macchia colorata si trova a sud della frenetica ed europea Bruxelles, non lontano da Halle: insomma, una zona boschiva situata nel pieno delle Fiandre al confine con la Vallonia.

La fitta foresta di Hallerbos è composta principalmente da alti faggi, aceri, tigli, querce e da altre specie, sebbene queste ultime siano una minoranza. Camminare sotto queste imponenti piante è un'esperienza unica, ma è in primavera che questo bosco si arricchisce di un fascino unico, proprio quando tra aprile e i primi giorni di maggio sbocciano bellissimi e selvatici fiori. A fiorire sono infatti gli Hyacinthoides non-scripta - in inglese Common Bluebell - una specie floreale alta circa 20-30 cm dalle tonalità di colore blu e viola che necessita di una parziale ombra per sopravvivere. Per questo i piccoli fiori, bellissime campanelle che crescono fitte solo su un lato dello stelo, ricoprono l'intero terreno della foresta dando vita ad un meraviglioso tappeto violaceo. Un pavimento di fiori di 552 ettari che non può non rimanere impresso nella mente di ogni spettatore.

Per visitare l'incanto sono necessari occhi pronti ad emozionarsi, una testa desiderosa di immaginare e...buone gambe! Si può infatti scegliere di percorrere la foresta seguendo diversi itinerari a piedi, in bicicletta o in compagnia di una guida. Tenete pronte anche le vostre macchinette fotografiche: non è infatti raro incontrare caprioli o imbattersi in maestose sequoie giganti. Sebbene la foresta dia l'idea di essere molto antica, è interessante precisare che - dopo aver subito un disboscamento per mano dell'occupazione tedesca durante la Seconda Guerra Mondiale - furono piantati nuovi alberi alla fine degli anni ?50 . A rimanere estasiato davanti a questa atmosfera unica al mondo è stato anche il geografo e fotografo tedesco Kilian Schoenberger. il quale ha immortalato in significativi scatti la Foresta blu, mettendo in evidenza la luce del sole che attraversa i rami e illumina di oro il blu dei fiori.

Voir cette publication sur Instagram

Blue bells forests are still the most beautiful spring woods imho. Or not? #awesomedreamplaces #fantastic_earth #earthofficial #gameofthrones #got #pclimd #modernoutdoors #theweekoninstagram #neuehorizonte #weroamgermany #theoutbound #discoverearth #allaboutadventures #earthfocus #rsa_fog #tv_foggy #winteriscoming #roamtheplanet #folkscenery #greatnorthcollective #tree_magic #tree_brilliance #divine_forest #diewocheaufinstagram #nikondeutschland #fogpants

Une publication partagée par Kilian Schönberger (@kilianschoenberger) le

Qualora Hallerbos avesse stuzzicato il vostro interesse, non dimenticate di consultare il sito web della foresta: qui troverete continui aggiornamenti sullo stato della fioritura. E ricordate anche che è ovviamente proibito raccogliere bulbi: in gioco c'è, infatti, una multa di 5000 sterline. La foresta è facilmente raggiungibile sia in macchina che con i mezzi pubblici, soprattutto partendo da Bruxelles.