Hoi An: la scintillante Città delle Lanterne
Pubblicato il 23/09/2020

SocietàVietnam

Twitter Facebook 26 condivisioni

È la città più romantica del Vietnam, ricca di negozietti tipici, ristoranti affacciati lungo il fiume e caratteristici ponti in stile giapponese; ma la sua atmosfera diventa ancora più intima e suggestiva sul calar della sera. Il simbolo per eccellenza di Hoi An sono le lanterne di seta che decorano ogni angolo regalando uno scenario mozzafiato...

<strong></strong>
© Nirut Saelim/123RF

Persino la guerra americana ha risparmiato la città di Hoi An, piccolo gioiello vietnamita, lasciandola risplendere intatta come una collana di diamanti sugli argini del fiume Thun Bon.
Dal 1999 la cittadina è entrata nel Patrimonio Unesco, in quanto esemplare meglio conservato di porto commerciale sud-orientale, le facciate delle case di Hoi An rappresentano una suggestiva fusione tra la tradizione locale e l'influenza straniera, le sue vie strette e caratteristiche ospitano i tipici mercati vietnamiti e i negozi artigianali di stoffe e ceramiche, mentre i suoi templi emanano un sentore irresistibile d'incenso e fiori appena sbocciati.
I colori pastello degli edifici colpiscono a prima vista, accompagnandosi alle originali architetture separate tra loro dal celebre Ponte Coperto Giapponese che divide i due lati della città, quello cinese a est e quello giapponese a ovest.

<strong></strong>
© 1tomm/123rf

La bellezza di Hoi An è racchiusa soprattutto nella sua quotidianità atipica, che sembra fluire lenta e inarrestabile come il corso del fiume: passeggiando tra le strade ci si immerge nella vita vietnamita fatta di mercati di pesce, di urla, schiamazzi e biciclette sfreccianti; si cammina ammirando l'eleganza degli abiti tradizionali, respirando il profumo della classica zuppa che fuoriesce dalle cucine, ascoltando le melodie folkloristiche del luogo.
È una città intima e confortevole, a misura di turista. Per preservare il suo patrimonio storico, l'ingresso nella città di Hoi An è possibile solo dietro il pagamento di un biglietto di 120.000 dong (corrispondenti a circa 5 euro).

<strong></strong>
© Islander/123RF

Una sorta di pedaggio dovuto per visitare la Città Vecchia -che di suo rappresenta un piccolo centro archeologico di grande valore - e i vari siti aperti ai visitatori, come il tempio di Chua Cao.
Ma la città in sé vale il biglietto, perché Hoi An non assomiglia a nient'altro che a se stessa: è una specie di villaggio-metropoli, caotico e tradizionale al contempo, dalle strade sempre animate e ridenti. I ristoranti situati agli argini del fiume vi regaleranno un pranzo squisito con le specialità locali a base di carne, spaghetti di riso e verdure, accompagnate da una romantica vista che si fa ancora più suggestiva e affascinante al calar della sera.

<strong></strong>
© jeayesy/123RF

Le lanterne illuminate

Ma la vera anima di Hoi An si rivela al tramonto, quando si mostra a poco a poco lo spettacolo delle lanterne illuminate.
Al calar del sole la città scintilla di luci colorate grazie alle delicate fiamme che brillano all'interno dei sottili involucri di seta. Ce ne sono di ogni forma e dimensione, risplendono dappertutto: nei negozi, nei ristoranti, per le vie, ammantando ogni cosa di un'atmosfera unica, rilassante, arricchita da una forte intensità emotiva.

<strong></strong>
© Anthony Shaw/123RF

L'ideale è assistere allo spettacolo cenando in uno dei ristorantini sul lungo fiume, da dove sarà possibile ammirare le barche vietnamite adornate di lanterne che transitano sulle acque riflettendo il loro scintillio sulla superficie cristallina.
In breve tempo Hoi An diventa un caleidoscopio di luci e colori, come una giostra destinata a non spegnersi mai. In contemporanea si accendono i palcoscenici dei night club e dei locali in cui si ballano anche le danze tradizionali.
Di notte Hoi An è viva come durante il giorno, ma la sua atmosfera acquisisce un ritmo particolare, non più dettato dalle incombenze diurne, determinato soltanto dal bagliore soffuso e ipnotico delle sue luci.

Il periodo migliore per visitare Hoi An è durante le notti di luna piena, il 14esimo giorno del ciclo lunare, quando la luce tenue sprigionata dalle lanterne sembra rispecchiare i raggi riflessi dall'astro notturno conferendo alla notte un incanto tangibile ed evanescente.