Lulu: licenziata dalla CIA perchè non riconosce gli esplosivi
Pubblicato il 25/10/2017

CuriositàStati Uniti

Twitter Facebook

In Italia si chiama Unità Cinofila, ed è un binomio costituito da una cane e il suo conduttore. In America o Gran Bretagna si chiama K9 e i cani addestrati si occupano di assistere la polizia in diverse situazioni, come trovare gli esplosivi. Lulu peró non era portata per questo lavoro...

Tutti siamo portati a fare qualcosa. Non sempre quello che si sceglie nella vita rispecchia le nostre capacità reali; per i fortunati si cambia, e ci si realizza in altri modi.
Gli istruttori dell'unità K9, sanno bene che i cani che addestrano devono anche innamorarsi del loro "lavoro", perchè per loro è un vero e proprio lavoro. Se peró ci si accorge che un cane non è portato a quel genere di cose, non si continua, ne vale la vita stessa dell'animale.
Per questo motivo, Lulu è stata estromessa dal programma in cui i cani venivano addestrati a "trovare gli esplosivi".

Lo stesso sito della CIA riporta la storia di Lulu: " Dopo alcune settimane in addestramento, Lulu ha iniziato a mostrare i primi segnali del suo "non interessamento" agli odori degli esplosivi. Tutti i cani (come normali studenti) hanno giorni si e giorni no nell'apprendere qualcosa di nuovo; questo per i cani avviene massimo per uno e due giorni nell'arco dell'addestramento."

Cane poliziotto vicino al suo conduttore

Cane poliziotto vicino al suo conduttore
© aijohn784/123RF

"Per cani come Lulu, è chiaro che il problema non è provvisorio, semplicemente la sua strada era un'altra. Nonostante le motivazioni con cibo e gli stimoli ricreativi, non riusciva ad essere felice durante l'addestramento. Al di sopra di tutto, per gli istruttori della K9, c'è la serenità e la stabilità mentale del cane, è per questo che Lulu è stata estromessa dal programma di addestramento."

"Possono esserci mille ragioni per cui un cane si rifiuta di fare qualcosa, e gli istruttori hanno anche il dovere di diventare doggy psychologists e dedurre cosa puó aiutare il cane a superare la sua paura. Qualche volta il cucciolo è annoiato, ed ha solo bisogno di stimoli ricreativi; altre volte bisogna cambiare metodo o addirittura cibo. Ma di solito gli istruttori riescono in poco tempo ad inquadrare il problema e a far tornare al cucciolo la voglia di ricominciare l'addestramento".

Leggi anche:

A Bali non si ferma il commercio delle carne di cane
Mumbai: cani blu e nessuna legge chiara sull'inquinamento ambientale
Vacanze con gli animali: ecco dove per legge non possono entrare

" Quando un cane va in "pensione", all'addestratore o alla sua famiglia viene data l'opportunità di adottare il cane che ha seguito. Questo è quello che è successo anche a Lulu; nonostante non faccia più parte del programma, ora vive a casa del suo addestratore e si occupa di ritrovare gli oggetti smarriti dei suoi bambini."
Infondo, chi dice che anche questo non sia un lavoro?