• Connettiti
Babbo Natale? No, grazie. In Spagna i doni li portano i Reyes Magos
Pubblicato il 04/01/2019

CulturaSpagna

Twitter Facebook 1 condivisione

Sapevate che in Spagna, i bambini indirizzano la loro letterina di Natale ai Re Magi? Infatti, sono proprio Melchiorre, Gaspare e Baldassarre, gli incaricati ufficiali al trasporto dei regali, quando il nostro caro e vecchio Babbo Natale è probabilmente già partito per la settimana bianca!

Viva Viva... i Re Magi!

Viva Viva... i Re Magi!
© Iakov Filimonov/123RF

Secondo il Vangelo, i Re Magi arrivarono a Gerusalemme per vedere il "nuovo Re dei Giudei". Furono loro, incosciamente, ad innescare "la strage degli innocenti" (Día de los Inocentes, in spagnolo, che ricorre il 28 dicembre) ovvero l'uccisione, per ordine del Re Erode, di tutti i neonati di quel periodo, nella certezza che Gesù fosse uno di loro. Arrivati a Betlemme, los Reyes Magos, regalarono a Gesù oro (oro), incenso (incienso) e mirra (mirra) e, avvisati delle brutte intenzioni di Re Erode che aveva chiesto loro di informarlo nel caso avessero trovato il bimbo, fecero ritorno al loro paese senza dare notizie su Gesù.

In provincia di Alicante, precisamente ad Alcoy, si tiene la più antica sfilata dei Re Magi, il momento clou di tutte le vacanze natalizie. I giorni che precedono il 6 gennaio sono giorni di preparazione, dove l'arrivo di Melchiorre, Gaspare e Baldassarre sono vissuti in un clima di attesa generale, soprattutto dai bambini, che proprio ai tre personaggi, iniviano le loro letterine con i doni richiesti.

L'arrivo dei tre Re è annunciato tramite un bando già il 4 gennaio, quando les Burretes (piccoli asini), accompagnano il banditore che raccoglie le letterine. Una sfilata magica che prende piede in tutta la Spagna, oltre che ad Alcoy. Saranno proprio i tre personaggi tanto attesi che nella notte tra il 5 e il 6 gennaio, entreranno nelle case e lasceranno i regali ai bambini, dopo aver fatto il loro ingresso trionfale con la spettacolare "Cabalgada de los Reyes Magos", cioè la Cavalcata dei Re Magi.

Voir cette publication sur Instagram

This is Spain's oldest parade, held since 1885. In Alcoy, in the province of Alicante, old folk and youngsters alike live Christmas and the arrival of the three wise men with special excitement. On the Sunday prior to 6 January, the feast of the epiphany, children dressed up as shepherds parade with their flocks to give gifts to the newborn baby Jesus. From then on, the excitement builds steadily until 4 January, when royal envoy announces the imminent arrival of Melchor, Caspar and Balthazar. Finally when night falls the following day , 5 January, the three wise men make their spectacular entry into Alcoy, riding camels and loaded with presents. The atmosphere fills with Christmas cariols, and the royal pages who hand over their presents to the children. #thethreewisemen, #alcoy #nochedereyes #threekingsparade

Une publication partagée par across spain dmc & leisure (@acrossspain) le

Se in Italia si attende il 6 gennaio per l'arrivo della befana e le sue golose calze, in Spagna esiste un dolce tipico con cui si fa colazione in questo importante periodo dell'anno: il roscón de Reyes, una ciambella ripiena di panna o cioccolato, guarnita con frutta secca e canditi, dove viene nascosto un fagiolo o una statuina ( chi la trova deve pagare il dolce). Questa tradizione, ricorda molto la Gallette des Rois francese, dolce tipico dell'epifania, il cui interno nasconde una fava ( chi la trova, è incoronato re o regina per un giorno).