Pubblicato il 28/08/2022

#Ecoturismo #Italia

Isole Egadi in prima linea per il turismo green

Gli splendidi scenari delle Isole Egadi, arcipelago poche miglia al largo delle coste di Trapani, saranno nei prossimi giorni il teatro del turismo ecosostenibile. Fino al 2 giugno le isole di Favignana, Levanzo e Marettimo sosterranno l'iniziativa "Egadi a pedali, a remi, a piedi", promossa da Vivitalia per una sensibilizzazione il più possibile ampia verso il turismo green.

Le Isole Egadi offrono uno dei paesaggi più belli e suggestivi non solo della Sicilia, ma anche dell'intera Italia. Esse presentano una natura ancora aspra e incontaminata, lontana dai devastanti effetti dell'antropizzazione che hanno rovinato troppe coste e litorali italiani. Non deve dunque stupire che esse siano state scelte per la promozione del turismo all'aria aperta.

Lo spettacolare scenario di Favignana

© Bultro

Fino al 2 giugno le isole di Favignana, Levanzo e Marettimo saranno il teatro dell' iniziativa "Egadi a pedali, a remi, a piedi", promossa da Vivilitalia, la società di Legambiente che si occupa di turismo ambientale, il Comune di Favignana e l'area marina protetta delle Egadi. L'idea di Vivitalia riflette un cambiamento nella filosofia dei vacanzieri, ormai sempre più attenti alle esigenze dell'ambiente durante i loro soggiorni.

Le cristalline acque di Marettimo

© Roberto

"Al turismo di massa si è sostituita la massa dei turismi: per l'escursionismo a piedi, il cicloturismo, il kayak, l'attività subacquea una volta si parlava di nicchie di mercato oggi sono segmenti che fanno il mercato", spiega il presidente di Vivilitalia Sebastiano Venneri. "In generale si è passati dalle lunghe vacanze sdraiati sulla spiaggia a brevi tregue dal lavoro che durante l'anno ci si concede per ritemprarsi e seguire una passione. Questa è la nuova domanda, ma bisogna saperla intercettare inventando prodotti turistici che la interpretino correttamente".

Il piccolo porto di Levanzo

© simonetta viterbi

A Favignana, che con 6.500 bici a noleggio, 19 chilometri quadrati molto piatti e 20 chilometri di piste per le due ruote si propone come l'isola più ciclabile del Mediterraneo, c'è il tour su due ruote a cavallo del ponte del 2 giugno. La speranza di Vivilitalia è quella di sensibilizzare quanto più possibile la massa di vacanzieri e viaggiatori verso un maggiore rispetto dell'ambiente, trend peraltro in forte aumento negli ultimi 15 anni.