Pubblicato il 25/07/2016

#Novità #Filippine

L'isola più bella del mondo, Palawan nelle Filippine

L'ultima parola ai viaggiatori: Palawan, nelle Filippine, è per la seconda volta di fila l'isola più bella del mondo.

Le Filippine, anche la nostra destinazione preferita

© efired/123RF

I lettori viaggiatori di Travel and Leisure hanno votato la destinazione esotica per la seconda volta di fila la migliore isola del mondo. Eppure questa non è la prima nomination vinta dall'arcipelago, ma non è poi così difficile crederlo: anche il National Geographic Traveler e il Condé Naste Traveler avevano già in passato conferito l'Oscar a quest'isola.
Anche noi le concediamo con grande facilità il primato...

Stretto a Tapiutan, una delle isole dell'arcipelago

© All rights reserved - Roland Nagy/123RF

Con le sue acque blu, spiagge bianche e il secondo fiume sotterraneo più lungo del mondo, non è difficile immaginare che celebrità da Oscar (quello ufficiale) come Brad Pitt possano passarci le loro vacanze! Non solo, il suo magico profilo potrebbe sembrarvi familiare: l'isola ha infatti fatto da "sfondo" non solo ai vostri sogni più felici, ma anche ad alcuni film famosi, come "Bourne Legacy", "The Beach" e "Il mondo non basta". Frank Marshall, il produttore di "Bourne Legacy" ha addirittura definito l'arcipelago "il luogo migliore" in cui sia mai stato.

Tramonti poco suggestivi...

© www.fabionodariphoto.com/123RF

Degli 8 siti nelle Filippine che sono Patrimonio dell'Unesco, due sono proprio su quest'isola: il parco marino del Tubbataha Reef con i suoi atolli corallini (dal 1993), e il Parco nazionale del fiume sotterraneo Puerto-Princesa (dal 2000), che è anche una delle 7 meraviglie del mondo.
Se amate fare snorkeling, gli spot migliori non sono solo nella riserva di Tubbataha ma anche alla Secret Lagoon Beach e al Coral Garden.
Puerto Princesa è una delle città più grandi con 200.000 abitanti, appartenenti a ben 90 gruppi etnici diversi! Circondano il fiume sotterraneo magnifiche mangrovie e foreste rigogliose, che si innalzano sullo sfondo costiero, dove magari avrete la fortuna di incontrare qualche simpatica tartaruga e qualche buffo e un po' goffo Dugongo, la mucca di mare.

Il fiume sotterraneo di Puerta Princesa

Uno dei due siti a Palawan, nominati "Patrimonio dell'Unesco" - © carolyn20/123RF

Palawan deriva da "Pulaoan", nome attribuito da Magellano, che approdò su questo paradiso nel 1521. I locali definiscono l'isola "l'ultima frontiera", perchè è la parte più a Sud delle Filippine, proprio a nord della Malesia. A Nord dell'isola si trova El Nido, uno dei punti più suggestivi dell'isola, fra baie nascoste fra il bianco della sabbia e i coralli coperti dallo smeraldo dell'acqua.

El Nido, uno dei posti più suggestivi di Palawan

© muha/123RF

Non solo mare, ma anche montagne. Come avrete visto anche dalle foto, il territorio è caratterizzato da tratti montuosi e collinari, che riprendono lussureggianti il colore smeraldo delle acque.
Le spiagge si trovano a nord-ovest, sul Mare Cinese, e a sud-est, sul Mare di Sulu.

I complimenti a Palawan vanno fatti non solo per la sua nomina, ma anche perchè è l'isola del Paese maggiormente orientata verso l'ecoturismo. La popolazione stessa è ben consapevole dell'importanza attuale e potenziale del patrimonio naturalistico e i suoi orizzonti restano ampi e protesi verso il futuro: qui vivono numerose specie in via d'estinzione come il Binturong, il cervo Calamian, lo scoiattolo della Sonda, il coccodrillo delle Filippine. ll turismo viene quindi incoraggiato con orgoglio, purchè sia un turismo responsabile e rispettoso di tutto l'ecosistema.