Grande incendio colpisce il porto di Ancona
Pubblicato il 16/09/2020

SocietàItalia

Twitter Facebook 14 condivisioni

Stanotte un incendio ha colpito il cuore del porto di Ancona. Le fiamme si sarebbero propagate nel capannone dell'ex Tubimar.

<strong></strong>
© Markus Gann/123RF

Stanotte un incendio ha colpito il cuore del porto di Ancona. Le fiamme si sarebbero propagate nel capannone dell'ex Tubimar, un vecchio stabilimento per coperture di amianto che nel 2016 fu messo all' asta diventando una delle più importanti strutture di impianti fotovoltaici in Italia, producendo circa 4 milioni di kWh di energia pulita all'anno. Nel luglio di quest'anno erano partiti i lavori per la costruzione del nuovo Posto di Controllo Sanitario e parte dell' ex Tubimar sarebbe dovuta essere destinata ai controlli sanitari delle merci in importazione.

Poco dopo le 23 di ieri, un grande rogo è scoppiato nel Porto di Ancona. Numerose esplosioni hanno disseminato il panico e la fuga tra i residenti. I Vigili del fuoco provenienti anche da Pesaro e Macerata, attrezzati con 12 autobotti, sono riusciti, qualche ora dopo, a circoscrivere il rogo ma sono ancora numerosi i focolai.

Il Comune ha ''chiuso in via precauzionale tutte le scuole di ogni ordine e grado, le università, i parchi e gli impianti sportivi all'aperto, in attesa delle analisi e delle indicazioni delle autorità sanitarie, dell'Arpam e degli esiti dei sopralluoghi dei vigili del fuoco''. Il fumo avvolge la città, rendendo l' aria irrespirabile: ''si raccomanda - ribadisce il Comune - di tenere chiuse le finestre e di limitare gli spostamenti non necessari".

Fonte: Ansa.it