• Menu Esci
  • Easyviaggio, offerte viaggi
    • Voli
    • Hotel
    • Vacanze
    • Destinazioni
    • Per saperne di Più
      • Idee di viaggio
      • Campeggio
      • Itinerari di viaggio
      • Autonoleggio
      • Community
      • ComparatoreGreen
  • Connettiti
In atto la procedura di collaudo del nuovo Ponte di Genova
Pubblicato il 24/07/2020

SocietàItalia

Twitter Facebook 1 condivisione

Progettato negli anni '60, il viadotto Polcevera (conosciuto da tutti come Ponte Morandi) è stato il maledetto teatro del crollo parziale avvenuto la mattina del 14 agosto 2018. Quel giorno, ci funono 43 vittime in tutto, tra le persone a bordo dei mezzi che transitavano sul ponte e gli operai al lavoro nella sottostante isola ecologica. A distanza di due anni, sono in corso le prove di collaudo statico del nuovo Ponte.

Due anni fa, un tratto importantissimo della viabilità della città ligure e un pezzo della storia dell'ingegneria italiana, è crollato. Inaugurato nel settembre 1967, dopo 4 anni di lavori, il viadotto Polcevera rappresentava una pietra miliare nella storia delle autostrade italiane, sia per la complessità della soluzione tecnica, sia per l'elevato risultato estetico. Sotto una pioggia incessante, il 14 agosto 2018, quella stessa struttura che ha permesso il transito dei veicoli per tanti anni, ha ceduto.

<strong></strong>
© figurniysergey.com/123RF

Il giorno dopo, il Consiglio dei Ministri, ha dichiarato lo stato di emergenza nel territorio del comune di Genova per la durata di dodici mesi. Il 18 dicembre 2018 le società Salini Impregilo e Fincantieri si sono aggiudicate l'appalto per la costruzione del ponte da ricostruire in un anno, con lo sviluppo della progettazione esecutiva affidato all'Italferr, mentre la direzione e supervisione dei lavori di demolizione e costruzione del nuovo ponte è stata affidata alla società di certificazioni RINA: il 9 febbraio 2019 sono iniziate le operazioni di demolizione.

Il nuovo Ponte

Dal 19 luglio è iniziata "la procedura delle prove di collaudo statico che, definite da Anas, Rina e PerGenova, daranno il certificato di collaudo, e quindi il via libera al nuovo Ponte di Genova"(...)"Una volta completati i test - i tecnici hanno a disposizione circa 6 giorni per completarli - i dati saranno elaborati da Anas e Rina, ente certificatore. A quel punto, se il nuovo Ponte di Genova avrà superato tutti i test, avrà il suo certificato di collaudo e sarà dichiarato pronto", si legge sul Messaggero.

Il sindaco di Genova ha dichiarato che l'inaugurazione del nuovo Ponte per Genova, progettato da Renzo Piano, avverrà in un giorno compreso tra l'1 e il 5 agosto.