• Connettiti
In Sicilia, il primo parco smartphone-free
Pubblicato il 08/02/2019 1 condivisione

SocietàItalia

Twitter Facebook 1 condivisione

Il progetto, idea di un comitato di genitori di Balestrate (PA), nasce con l'intento di creare uno spazio in cui i bambini possano ritornare a un tipo di socializzazione "reale" e divertirsi con i giochi di un tempo.

<strong></strong>
© Vyacheslav Lipatov/123RF

L'idea

Un parco giochi dove gli smartphone non sono ammessi, la connessione internet è bandita e l'unico social disponibile è quello dell'interazione reale con gli altri giovani avventori . Accade a Balestrate, comune siciliano in provincia di Palermo e affacciato sul golfo di Castellammare: vista la penuria di aree verdi attrezzate nella città, un comitato di genitori ha avuto l'idea di realizzare un parco giochi proprio davanti alla scuola elementare; e ha pensato bene di renderlo, per i sempre più giovani utilizzatori di una sempre più invasiva tecnologia, un luogo di precoce "digital detox", per restituire ai bambini - e forse anche a loro stessi - il gusto di incontrarsi e di interagire nel mondo reale, divertendosi con giochi come la campana e le altalene.

"E' un invito alla socialità, un modo per tornare a stare insieme, a dialogare, a essere presenti l'uno con l'altro. Ormai è normale ritrovarsi alla fermata dell'autobus, in casa, a una festa, e accorgersi che intorno stanno tutti con lo sguardo calato verso un telefono. Vogliamo regalare un mondo nuovo e una nuova prospettiva soprattutto per i più piccoli", hanno dichiarato i genitori impegnati nel progetto.

Il parco sorgerà proprio nell'atrio della scuola elementare Aldo Moro di Balestrate. La sua costruzione, il cui costo stimato è di 80mila euro, sarà finanziata in buona parte dalla Regione (oltre 50mila euro), ma anche attraverso contributi privati e un'inziativa di crowfunding.

Come sarà il parco

Voir cette publication sur Instagram

Ecco come sarà il primo parco #socialfree . Dove ? A #Balestrate, of course #parcogiochi #divertimento #italia #sicilia #photography #smile #instagood #family #kids #party #festeperbambini #playground #ludoteca #italy #parcodivertimenti #giochi #fullgas #mtblife #instagram #trekprocaliber #dog #fun #ig #festeatema #streetphotography #igersitalia #igersicilia

Une publication partagée par Vito Rizzo (@balestratese82) le

All'ingresso del parco si troveranno degli armadietti dove smartphone, tablet e tutti i dispositivi dotati di connessione internt dovranno essere riposti per la durata della permanenza. Al momento del recupero, un cronometro, che avrà segnato il tempo dal momento della chiusura degli armadietti, informerà ognuno su quanto tempo ha passato lontano dalla tecnologia.

Chi trasgredirà le regole sarà multato, e ciò che verrà ricavato dalla multe - insieme a una raccolta fondi permanente nel parco - andrà ad alimentare un deposito da utilizzare per la manuntenzione dei giochi e delle infrastrutture dello stesso.

E parlando di giochi: nel parco si troverà un'area verde con giostre, sciovoli e altalene. Troveranno spazio una campana, il gioco dei quattro cantoni, un gazebo e delle panchine. La pavimentazione sarà ricoperta di erba naturale e l'illuminazione sarà a energia solare.

Il parco dovrebbe essere pronto nel 2020, in occasione dell'anniversario di Balestrate: "Il 29 marzo - ha detto il sindaco Vito Rizzo - saranno festeggiati i 200 anni di Balestrate. L'idea è far coincidere l'inaugurazione del parco giochi con i festeggiamenti".