Pubblicato il 05/07/2017

#Da non perdere #Canada

Alla scoperta dello Yukon, l'Eldorado canadese

In memoria del miliardario più amato della storia, ripercorriamo il viaggio della Golden Rush alla scoperta della natura selvaggia dello Yukon, il Nord canadese al confine con l'Alaska.

Un viaggio simile deve essere intrapreso in estate, non solo per le temperature di ghiaccio ma anche per facilitare gli spostamenti e soprattutto per assistere al miracolo della luce del sole 18 ore al giorno. Il sole splende su questo scenario mozzafiato dalle 4 del mattino fino alle 10 di sera: tutto ciò va solo a nostro favore, perchè possiamo fare tutto quello che avevamo in mente, dalla scalata, al trekking al rafting. E il sole non è ancora tramontato.

Upper Dewey Lake, Skagway, Alaska

© Colac Sorin/123RF

Dalla cittadina di Skagway ci si avventura lungo il Chilkoot Trail, un percorso lungo circa 53 km, oppure sperimentare la White Pass & Yukon Route Railroad, un percorso panoramico in treno che toglie il fiato. In qualunque caso si ripercorrerà il tracciato della corsa all'oro del Klondike: nei gloriosi giorni di speranza del XIX secolo più di 40.000 pioneri alla ricerca della fortuna passavano attraverso Skagway per raggiungere le miniere d'oro dello Yukon, l'Eldorado canadese.
Oggi Skagway e Yukon sono più che altro destinazioni turistiche, la prima delle due, tappa fondamentale di ogni crociera per l'Alaska, accoglie ogni giorno 9.000 turisti, molti dei quali come si può immaginare sclegono la vista panoramica dal treno, una delle attività turistiche più popolari dell'Alaska.

Questa corsa in treno vi farà percorrere circa 65 km, salendo di quasi 1000 metri fino al White Pass Summit; il costo del biglietto è differenziato per adulti e bambini (119$ per i primi, 59,50$ per i secondi). Quasi a metà strada si emerge dal Tunnel Mountain, con uno spettacolo fuori dal comune davanti agli occhi: le Sawtooth Mountains sopra e il ghiacciaio Gorge sotto. Non solo, il treno d'epoca affianca le impervie pareti del canyon e le scroscianti cascate e qua là si colgono i barlumi dela Klondike Trail del 1898 fra le imponenti rocce.

Aurora boreale durante l'inverno dello Yukon

© Stephan Pietzko/123RF

Ma la corsa continua: una variante interessante al costo di 229$ per gli adulti e di 114.50$ per i bambni prosegue fino al lago Bennet e a Carcross, dove potete perdervi in qualche piccolo negozietto e per le viuzze della cittadina per poi tornare in autobus ammirando il paesaggio lungo la South Klondike Highway. Se si opta per la macchina, si può arrivare da Carcross a Sagway sempre percorrendo la South Klondike Highway e poi prendere il trenino

I colori dell'autunno dello Yukon

© josefhanus/123RF

Il lato selvaggio dello Yukon si esprime al amssimo con le sue 5 montagne, le più alte del Canada, e i suoi campi di ghiaccio, i più larghi del mondo, che si trovano all'interno del Kluane National Park.
Se volete fate anche un salto al Sign Post Forest, la foresta dei cartelli stradali con più di 82.000 insegne, poster e cianfrusaglie varie. L'origine non si attribuisce a qualche atto poco educato, ma un gesto nostalgico di un abittante originario di Danville, che afflisse per primo un cartello a Watson Lake, che poi incoraggiò i nuovi visitatori a fare altrettanto. E' carino ritrovare qualche insegna del proprio Paese, segno che qualche nostro compatriota ha già messo fissato la propria bandierina in questa destinazione.

Eppure se non fosse stato per la corsa all'oro, il territorio sarebbe quasi privo di insediamenti. Nel 1896 Skookum Jim Mason, Dawson Charlie e George Washington Carmack scoprirono l'oro in un affluente del Klondike, scoperta dopo la quale molti partirono alla ricerca della fortuna imbarcandosi da Seattle o da altri porti del Pacifico, ignari tuttavia del fatto che buona parte dell'oro era già stato preso. Skagway si fa chiamare tutt'ora "Cancello del Klondike"e ha mantenuto il suo aspetto in stile Wild West, riscontrabile nelle casette e nei vestiti proprio com'erano all'epoca della Gold Rush. Buona parte di questo patrimonio si trova nel Klondike Gold Rush National Historical Park che include il centro di Skagway, il Chilkoot Trail e il White Pass Trail.

Stranamente in questa città dell'Alaska non piove tanto, un bonus in più per chi arriva in crociera ma anche perchi guida la macchina o il camper. Ma cos'altro c'è da vedere? Il Gold Rush Cemetery, se avete un gusto un po' più gotico oppure le cascate Lower Reid. E in tutto ciò la luce del sole è ancora alta, ricordate? Tant'è vero che ci si chiede se gli abitani vedano mai la luce della luna... Se non riuscite a dormire alla quasi onnipresenza della luce del sole, vi conviene comprarvi una mascherina per domire prima di partire.

White Pass Yukon Route Railroad

© (c) 2013 Rocky Grimes/123RF

Ma torniamo sui nostri passi, verso Carcross, nuovamente in direzione Yukon. Mi raccomando, sempre un po' di prudenza e buon senso per sul territorio ci sono più animali che persone (37.000 residenti) e un incontro ravvicinato con un orso non è poi così carino come quello con Yogi. Ma gli orsi non sono che un piccolo accenno della vasta fauna selvatica che popola la regione: ci sono circa 50.000 alci, 10.000 orsi bruni, 7.000 grizzly, 22.000 pecore delle Montagne Rocciose, 15.000 caribù, 5.000 lupi, qualche orso polare qua e là, buoi muschiati, bisonti e molti altri abitanti selvatici.

Seguendo l'Alaska Highway, una strada di circa 2.253 km che collega l'Alaska al resto degli Stati Uniti passando peril Canada e che venne costruita nel 1042, immediatamente dopo l'attacco a Pearl Harbour, si arriva Whitehorse, capoluogo dello Yukon. La città di 28.000 abitanti deve il proprio nome alle rafting, che si dice assomigliassero a un cavallo bianco, prima di scomparire sotto al lago Schwatka, in seguito alla costruzione di una diga per produrre energia idroelettrica.
Whitehorse è famosa per i tracciati per il trekking, come ad esempio quello di Miles Canyon, dove lo Yukon si è fatto strada nella roccia. Un'altra attrazione famosa a pochi minuti da Whitehorse è lo Yukon Suspension Bridge. Infine sono da vedere, se si trova il tempo per fare tutto, il Kluane National Park nella British Columbia e i parchi nazionali Glacier Bay/Wrangle-St Elias in Alaska.
Questo viaggio richiede sicuramente molto tempo e anche un po' di fatica, ma ne vale decisamente la pena...

Skagway, Alaska

Da Los Angeles - © Michael Turner/123RF

Lo stato dell'Alaska offre un servizio aereo fino a Juneau, dal costo approssimativo di 473$ tasse aeroportuali incluse. Da qui un altro aereo che sorvola il mare vi condurrà a Skagway; il costo del viaggio andata-ritorno è approssimativamente di 230$ dollari.

In crociera a Skagway

Sono molte le compagnie crocieristiche che offrono questo tipo di serviziom fra cui la Carnival, la Celebrity, la Disney, la NCL, la Princess e la Royal Caribbean; alcune offrono anche delle escursioni sul territorio dello Yukon.

In macchina

Raggiungere la British Columbia e quindi prendere la Gold Rush Trail verso Prince George, British Columbia, la Yellowhead Highway per Hazelton, B.C., e la Stewart Cassiar Highwa verso l'Alaska Highway nello Yukon.