Il Giappone offre metà soggiorno per rilanciare il turismo internazionale
Pubblicato il 04/06/2020

CuriositàGiappone

Twitter Facebook 4 condivisioni

Nel contesto della pandemia globale di coronavirus, secondo gli ultimi dati governativi, si stima che circa 2.900 viaggiatori stranieri abbiano visitato il Giappone in aprile, con un calo del 99,9 per cento rispetto all'anno precedente. Il paese del Sol Levante ha trovato però una soluzione...

<strong></strong>
© Guitar_Tawatchai/123RF

Per la prima volta la cifra mensile, rilasciata mercoledì, è scesa sotto i 10.000 dal 1964, quando l'Agenzia del turismo giapponese ha iniziato a compilare tali statistiche. La diminuzione percentuale è stata la maggiore di sempre.

Il rilancio del turismo internazionale

Dopo aver promesso 100mila yen a tutti i cittadini, a prescindere dal reddito, e immediatamente dopo la proclamazione della fine dello stato di emergenza da parte del premier Shinzo Abe, ora è il capo dell'Agenzia del turismo del Paese del Sol Levante, Hiroshi Tabata, ad annunciare un piano di circa 11 miliardi di euro, grazie al quale agli ospiti stranieri verrà con ogni probabilità offerta, tra le altre cose, una notte ogni tre, mentre ci saranno biglietti gratis per siti e musei archeologici e agevolazioni negli abbonamenti ferroviari. Il tutto entro luglio.

Non è ancora chiaro in che modo l'importo delle spese che verranno sostenute per la vacanza verrebbe pagato ai viaggiatori, né quale sia il periodo entro il quale questa offerta avrà valore. Per il momento, si parla di una riapertura delle frontiere prevista per il mese di luglio, che permetterebbe al settore turistico di iniziare a vedere la luce in fondo al tunnel.