• Menu Esci
  • Easyviaggio, offerte viaggi
    • Voli
    • Hotel
    • Vacanze
    • Destinazioni
    • Per saperne di Più
      • Idee di viaggio
      • Campeggio
      • Itinerari di viaggio
      • Autonoleggio
      • Community
      • ComparatoreGreen
  • Connettiti
Nyepy : il Capodanno silenzioso di Bali
Pubblicato il 01/04/2017

CulturaIndonesia

Twitter Facebook 1 condivisione

Come da calendario induista, le celebrazioni per il nuovo anno stanno arrivando anche a Bali, e il loro modo di festeggiare è particolarmente interessante : balinesi e turisti, tutti in silenzio !

Ogohs ogohs, la cacciata dei demoni a Bali

Ogohs ogohs, la cacciata dei demoni a Bali
© Oleg Doroshenko/123RF

Bali festeggia il suo capodanno a Marzo, osservando il calendario induista che rispetto al nostro, conta 78 anni in meno, e mai in un giorno preciso ; il giorno infatti è stabilito di anno in anno dalla cadenza dell'equinozio di primavera. La cosa più importante , é che in questo giorno da stabilire, tutta l'Indonesia rispetta le tradizione, ma solo Bali organizza i più grandi festeggiamenti, seguiti dal Nyepi Day ( il Giorno del Silenzio). Quest'anno cade il 28 Marzo.

Prima della giornata in cui tutto tace, i balinesi organizzano una grande festa a cui prendono parte tutte le generazioni di Bali ; imponenti costruzioni di statue di bambù con le sembianze di demoni "ogohs ogohs", perfettamente dipinte, sfilano inscenando la cacciata del male dalla città, a simboleggiare l'uscita della negatività. Seguono rituali danzanti, musiche e frastuono che accompagnano i mostri fuori dalla città, per poi procedere al loro rogo.

Tutto é sinconizzato per i festeggiamenti

Tutto é sinconizzato per i festeggiamenti
©Denis Moskvonov 2016/123RF

Tutto è in sincronia ; qualsiasi persona deve recitare un ruolo, o un passo specifico nei rituali, per questo tante sono le ore di esercizio durante l'anno, i movimenti precisi sono la parte essenziale della preparazione. La sera prima del giorno del silenzio, il caos regna sovrano, quasi come uno sfogo unico di tutta la popolazione, costretta alla meditazione il giorno dopo.

Nyepy day, è il giorno che segue i grandi festeggiamenti per il Capodanno balinese, e in cui tutti a Bali hanno l'obbligo di non fare nulla. Ma non un nulla "tanto per dire ", un nulla cosmico :nessuno può parlare, mangiare, lavorare, viaggiare, utilizzare elettricità e illuminare la propria casa. Si deve approfittare della luce del sole finché c'è e poi godersi l'oscurità per meditare.

Il silenzio cosmico

Il silenzio cosmico
Copyright © Rustam Shigapov/123RF

Queste regole, sono osservate con molta attenzione a Bali, infatti nessuno esce di casa nel Nyepy day, ed ancora più importante é sapere che anche i turisti, devono rispettare questa tradizione. A loro infatti, non é imposto il silenzio, ma il rispetto é d'obbligo. Le zone affollatissime per il turismo, in questa giornata sono deserte; gli aereoporti sono chiusi, e ai medici é consentito spostarsi solo in casi di estrema urgenza.

Per essere certi che tutti rispettino la tradizione, ci sono dei vigilanti : i Pecalang, agenti di sicurezza in maglietta e cappello neri i quali si assicurano che tutti aderiscano alle regole e che il silenzio e l'assenza di gente dalle strade siano osservati, scortando a casa i trasgressori. La durata del "silenzio" è prevista per 24h : dalle 6:00 di mattina alle 6:00 di mattina del giorno successivo. Queste ore meditative, servono per sancire la fine dell'anno vecchio, senza elettricità, sfruttando la luce naturale, meditando isolatamente, per poter cominciare un nuovo anno con una diversa consapevolezza, come vuole la religione induista.

Jangan kenceng - kenceng bang, nanti adek remuk??. #omedomedan

Une publication partagée par @ndravens le

Non è finita qui. Al termine del Nyepy Day, iniziano i festeggiamenti per il vero e proprio giorno di capodanno, che la tradizione chiama Omed Omedan (La cerimonia del bacio). Le giovani coppie balinesi, che non sono ancora sposate, sono prese dalla folla e avvicinati l'uno all'altra per concludere la cerimonia con un bacio, sotto le secchiate d'acqua lanciate dalla fiumana di gente.

Un'ottima occasione per conoscere il folklore popolare indonesiano, e concedersi ( sempre nel pieno rispetto) una giornata total-relax in quel di Bali.

Leggi anche:

Indonesia: come scegliere il viaggio più adatto a te?
Toraja, i morti viventi dell'Indonesia
I 10 segreti più belli d'Asia